2 commenti su “Macchie di petrolio

  1. Cari amici buongiorno e buon inizio di settimana. Dopo l’ennesimo insuccesso dell’Unione Europea nel concordare un embargo del gas russo, si evidenzia sempre di più la fragilità per non dire l’inconsistenza di questa Europa senz’anima che immagina di potersi affermare solo sulla base dell’interesse materiale.
    La realtà è che l’Unione Europea nel suo insieme è divisa perché gli interessi materiali non coincidono, e non solo a causa del veto della piccola Ungheria alle sanzioni alla Russia come si vorrebbe far credere. Anche l’Italia, e lo attesta la recente telefonata del Presidente del Consiglio Draghi al Presidente russo Putin, di fatto non vuole rinunciare al gas russo.
    Il risultato è lo spappolamento dell’Unione Europea che il nostro artista creativo Alex ha raffigurato come il “Test di Rorschach”, dal nome dello psichiatra svizzero Herman Rorschach (1884-1922), composto da tavole con macchie d’inchiostro che gli psichiatri mostrano ai pazienti, invitandoli a dire ciò che vedono guardando le macchie. Dalla interpretazione delle macchie, gli psichiatri dovrebbero capire la psicologia del paziente.
    Nella splendida vignetta di Alex, Putin nei panni dello psichiatra mostra al Presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen, nei panni della paziente preoccupata, il quadro dell’Europa smembrata proprio a causa delle politiche dell’Unione Europea che ottempera alle direttive degli Stati Uniti e della NATO.
    Dobbiamo prendere atto che questa Unione Europea è intrinsecamente fragile perché priva di un’anima che dia un senso profondo allo stare insieme. Così come dobbiamo prendere atto che la sudditanza dell’Unione Europea dagli Stati Uniti e dalla NATO è assolutamente lesiva dei propri e legittimi interessi strategici.
    Cari amici, è arrivato il momento di ricostruire innanzitutto un’Italia come Stato indipendente e sovrano. E poi riconcepire il rapporto con l’insieme degli Stati dell’Europa storica dalle radici cristiane dall’Atlantico agli Urali che abbraccia la Russia.
    Magdi Cristiano Allam
    Lunedì 30 maggio 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Questo contenuto è protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: