MAGDI CRISTIANO ALLAM: “Giorgia è stata l’ultima spiaggia. Il sistema di potere va sostituito”

Cari amici buongiorno. Mi auguro di cuore che stiate bene in salute fisica, mentale e spirituale.
A poco meno di un anno dalle elezioni che hanno dato la vittoria a Giorgia Meloni, gli oltre sette milioni di italiani che l’hanno votata si dividono in quattro fazioni.
C’è chi la sostiene a prescindere, guai a muoverle qualsiasi critica.
C’è chi la sostiene convintamente invocando la “ragion di Stato”, Giorgia è sempre Giorgia, ma la impietosa realtà della politica non le consente di operare diversamente.
C’è chi la sostiene con la condizionale, ritenendo che Giorgia stia “facendo tattica”, e che successivamente vedremo la “vera Giorgia” attuare la sua strategia che sarà coerente con quello che ha promesso prima di diventare Presidente del Consiglio.
C’è infine chi la critica severamente perché si sente tradito, denunciando il contrasto totale tra la Giorgia all’opposizione e la Giorgia al Governo.
Ho conosciuto personalmente Giorgia e sono stato nel 2014 per tre mesi nell’Ufficio di Presidenza di Fratelli d’Italia, da indipendente, scegliendo di non proseguire. Ho sperimentato la realtà dei partiti e delle elezioni politiche.
Giorgia è stata l’ultima spiaggia per tutti coloro che hanno continuato a coltivare l’illusione che questo sistema di potere possa essere riformato dall’interno delle sue stesse istituzioni, principalmente tramite l’attività dei partiti e del Governo.
Tutti noi, a prescindere che si sia di destra, centro o sinistra, tocchiamo con mano che il problema non è chi va al Governo, qualunque sia il suo colore politico, ma è il sistema di potere, assoggettato alla grande finanza speculativa globalizzata, che impone a tutti le scelte da attuare. Registriamo puntualmente il ripetersi di un “miracolo”: fintantoché i partiti sono all’opposizione parlano lingue diverse, quando si trasformano nel Governo parlano tutti la stessa lingua, fanno tutti ciò che facevano i predecessori.
Ebbene, proprio perché abbiamo avuto la definitiva conferma che questo sistema di potere, che promuove il “Nuovo Ordine Mondiale”, non è riformabile dall’interno delle sue stesse istituzioni, dobbiamo acquisire la consapevolezza che va semplicemente sostituito con un’alternativa qualitativamente migliore, che corrisponda all’interesse supremo dell’Italia e al bene primario degli italiani.

Magdi Cristiano Allam
Fondatore della Comunità “Casa della Civiltà”

Giovedì 17 agosto 2023

1 commento su “MAGDI CRISTIANO ALLAM: “Giorgia è stata l’ultima spiaggia. Il sistema di potere va sostituito”

Lascia un commento

error: Questo contenuto è protetto