SEGRE: “Biden invia all’OMS, in modo illegittimo, delegati non ratificati dal Senato”

James Roguski è un ricercatore, autore, sostenitore della salute naturale e un attivista che crede che i vecchi sistemi si stiano sgretolando. Nel marzo 2022, ha scoperto documenti riguardanti gli emendamenti proposti al regolamento sanitario internazionale e ha contribuito a sensibilizzare l’opinione pubblica al riguardo. Ora facendo tutto il possibile per svelare l’agenda nascosta dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) dietro la proposta di “trattato sulla pandemia”, nonché i continui tentativi dell’OMS di modificare i regolamenti sanitari internazionali. La visione di James per il futuro può essere riassunta dalla frase: “Fuori dall’OMS e dentro il NUOVO”.
Roguski esprime ferma opposizione al Trattato pandemico promosso dall’OMS, definendo inaccettabile l’invio di delegati statunitensi non ratificati dal Senato da parte dell’amministrazione Biden, azione che reputa illegittima. Sottolinea come la Costituzione dell’OMS non vincoli gli Stati Uniti all’adozione di specifiche direttive sanitarie. Ricorda l’adozione del Regolamento Sanitario Internazionale da parte dell’OMS il 25 luglio 1969, avvenuta senza l’approvazione del Senato attraverso una “procedura del silenzio”, metodologia che è stata adottata anche per le revisioni del 2005, sempre prive di consenso senatoriale. Inoltre, segnala che il 30 settembre 2022, 94 paesi hanno avanzato proposte di emendamento al Trattato, mantenendole celate all’opinione pubblica. Roguski denuncia tali emendamenti come espressione di corruzione e sottolinea come nazioni di minor peso tentino di trarre vantaggio dagli Stati Uniti. Critica duramente gli emendamenti proposti che prevedono la creazione di un’autorità sanitaria con il potere di proclamare pandemie, imporre vaccinazioni e quarantene, oltre a esercitare funzioni di sorveglianza e censura.

Lascia un commento

error: Questo contenuto è protetto