SEGRE: “Il nuovo video musicale di Washed Out, artista indipendente, è tutto opera dell’intelligenza artificiale “

Un membro del movimento chillwave ha rivelato un sorprendente videoclip per il brano “The Hardest Part” del collettivo Washed Out, realizzato con l’ausilio dell’intelligenza artificiale OpenAI, soprannominata Sora. Il video si sviluppa nell’arco di quattro anni ed è stato sapientemente diretto da Paul Trillo, raccontando una storia d’amore attraverso l’effetto visivo di un “zoom continuo”. Questa tecnica, innovativa nel panorama cinematografico, è stata resa possibile grazie all’avanguardistica tecnologia AI. Sora, un’intelligenza artificiale ancora in fase di test e non disponibile al pubblico, ha la notevole capacità di trasformare testi in sequenze video affascinanti. La sua abilità nel creare immagini estremamente realistiche ha suscitato un ampio spettro di reazioni tra gli utenti online. Il videoclip, che rappresenta il lavoro più lungo mai creato con Sora, presenta scenari da sogno e immagini estremamente dettagliate. Paul Trillo ha evidenziato il suo desiderio di andare oltre le convenzionali barriere del realismo con questa creazione. Ernest Greene, il creativo dietro ai Washed Out, ha sottolineato come l’intelligenza artificiale abbia introdotto una prospettiva narrativa innovativa e distintiva nella loro musica. Nonostante ciò, alcuni artisti rimangono scettici e critici verso l’impiego dell’intelligenza artificiale nell’arte. L’emergere di queste tecnologie generative pone interrogativi cruciali riguardo al loro impatto sull’industria creativa nel suo complesso. In mezzo a controversie e dibattiti legali, Paul Trillo guarda con speranza e ottimismo al futuro artistico supportato dall’intelligenza artificiale, vedendola come un complemento agli strumenti di creazione artistica esistenti, piuttosto che come uno standard sostitutivo.

Lascia un commento

error: Questo contenuto è protetto