Un attacco informatico paralizza la principale rete sanitaria statunitense

Ascension, un’importante rete ospedaliera statunitense che conta oltre 140 centri sanitari ripartiti in 19 stati, ha rivelato di essere stata vittima, giovedì scorso, di un attacco informatico di elevata complessità. Questo evento ha causato significative difficoltà operative in molte delle sue strutture. “Tra le componenti colpite e attualmente fuori uso ci sono il nostro sistema all’avanguardia di cartelle cliniche elettroniche, il portale MyChart, che consente ai pazienti di accedere alle loro informazioni sanitarie e interagire direttamente con i medici, diverse linee di comunicazione interne, nonché vari programmi specifici per la prescrizione e la gestione di test diagnostici, interventi chirurgici e terapie farmacologiche”, ha spiegato minuziosamente Ascension nel suo comunicato ufficiale. Questo cyber-attacco non è che l’ultimo di una serie di attacchi che hanno colpito il settore sanitario statunitense. A febbraio, Change Healthcare, una divisione del gigante UnitedHealth Group, è stata oggetto di un grave attacco ransomware che ha creato ostacoli nei processi di fatturazione per numerose farmacie sul territorio nazionale, oltre a mettere a rischio i dati sensibili di circa un terzo della popolazione americana, secondo quanto riportato da fonti attendibili come CNN.

Lascia un commento

error: Questo contenuto è protetto