Google sperimenta l’intelligenza artificiale per identificare le chiamate fraudolente. Gli esperti di privacy sono preoccupati

Alcuni sostenitori della privacy sono preoccupati per l’annuncio di Google riguardante una nuova funzione che analizza le telefonate in tempo reale per individuare truffe finanziarie. Presentata durante il Google I/O, questa innovazione è stata illustrata da Dave Burke, vicepresidente per l’ingegneria di Google, che ha spiegato come l’intelligenza artificiale possa rilevare schemi sospetti e avvisare gli utenti Android. Durante una dimostrazione, Burke ha ricevuto una notifica su una possibile truffa bancaria, suggerendo di terminare la chiamata. Ha garantito che i dati non verranno trasferiti dai telefoni, mantenendo l’elaborazione audio privata. Tuttavia, i sostenitori della privacy temono che il sistema possa essere vulnerabile agli hacker e all’uso improprio da parte di governi o conoscenti. Albert Fox Cahn, direttore esecutivo del Surveillance Technology Oversight Project di New York, ha espresso preoccupazioni riguardo alle implicazioni per i dissidenti politici e altri gruppi vulnerabili. Meredith Whittaker, ex dipendente di Google, ha criticato l’idea definendola pericolosa e temendo che possa portare a una sorveglianza invasiva.
Quando Google ha condiviso l’idea su X, ha ricevuto risposte contrastanti: alcuni apprezzano la protezione contro le truffe, mentre altri sono preoccupati per la privacy. Le aziende tecnologiche hanno storicamente scansionato dati per scopi pubblicitari, ma Google ha interrotto la scansione delle e-mail Gmail nel 2017. Kristian Hammond della Northwestern University ha sottolineato che la competizione tra le aziende tecnologiche porta a rilasci rapidi di nuove funzionalità, non sempre necessarie o centrate sui consumatori.

Lascia un commento

error: Questo contenuto è protetto