La carne coltivata in laboratorio non è ancora sugli scaffali dei negozi, ma alcuni stati l’hanno già vietata 

La carne coltivata in laboratorio non è attualmente disponibile nei negozi di alimentari o nei ristoranti degli Stati Uniti. Se alcuni legislatori avranno successo, potrebbe non esserlo mai. All’inizio di questo mese, sia la Florida che l’Arizona hanno vietato la vendita di carne e frutti di mare coltivati a partire da cellule animali. In Iowa, il governatore ha firmato una legge che impedisce alle scuole di acquistare carne coltivata in laboratorio. Anche i legislatori federali stanno cercando di imporre restrizioni. Non è chiaro fino a che punto arriveranno questi sforzi. Alcune aziende produttrici di carne coltivata stanno considerando azioni legali, e alcuni stati, come il Tennessee, hanno accantonato i divieti proposti dopo che i legislatori hanno sostenuto che limiterebbero le scelte dei consumatori. Tuttavia, questo rappresenta un deludente epilogo per un anno che era iniziato con grande ottimismo per l’industria della carne coltivata. La reazione negativa non è limitata agli Stati Uniti. L’Italia ha vietato la vendita di carne coltivata in laboratorio alla fine dell’anno scorso, e anche i legislatori francesi hanno presentato un disegno di legge per vietarla. I sostenitori dei divieti affermano di voler proteggere agricoltori e consumatori, sostenendo che la carne coltivata esiste solo da circa un decennio e sollevando preoccupazioni sulla sua sicurezza.

Lascia un commento

error: Questo contenuto è protetto