Il vaccino indiano contro il rotavirus aumenta il rischio di gravi patologie intestinali nei neonati

Rotavac, il vaccino contro il rotavirus utilizzato in India, è stato associato a un aumento del rischio di intussuscezione nei neonati, secondo uno studio peer-reviewed pubblicato martedì sull’International Journal of Risk & Safety in Medicine. L’intussuscezione è una condizione grave in cui l’intestino si ripiega su se stesso, causando un’ostruzione intestinale che può portare a cancrena o morte se non trattata tempestivamente. Lo studio, coautore del dottor Jacob Puliyel dell’Indian Institute of Health Management Research e dal dottor Brian Hooker, solleva preoccupazioni sulla sicurezza del vaccino e sui metodi statistici delle analisi precedenti. Puliyel ha dichiarato che, sebbene i vaccini contro il rotavirus utilizzati negli Stati Uniti (RotaTeq di Merck e Rotarix di GSK) siano considerati più sicuri rispetto al Rotavac, una revisione dei fogli informativi dei vaccini negli USA indica che le preoccupazioni rimangono valide. Puliyel e Hooker hanno sottolineato l’importanza per genitori e operatori sanitari di essere consapevoli del rischio di intussuscezione associato al vaccino Rotavac e di riconoscere i sintomi di questa condizione grave. Lo scivolamento o ripiegamento dell’intestino può bloccare il passaggio di cibo o liquidi e interrompere il flusso sanguigno alla zona colpita. Nei neonati e nei bambini piccoli, i sintomi più comuni includono dolore addominale, vomito, sangue e muco nelle feci, massa addominale, letargia e irritabilità. In un comunicato stampa di mercoledì, Hooker ha osservato che “il primo sintomo di intussuscezione è tipicamente il passaggio di sangue e muco nelle feci”, a volte descritto come feci di “gelatina di ribes”, che “i genitori possono facilmente confondere con dissenteria infettiva”, una condizione più comune. Con il peggiorare della condizione, i bambini possono diventare sempre più letargici, irritabili e difficili da consolare. Se non trattata, l’intussuscezione può portare a necrosi intestinale, perforazione e complicazioni potenzialmente letali come la sepsi. L’intussuscezione spesso richiede un intervento chirurgico urgente per prevenire la morte, rendendo fondamentale che i genitori siano informati e vigili. Questa consapevolezza è particolarmente importante quando il vaccino viene somministrato in aree rurali remote a bambini di genitori poveri e analfabeti, come parte di un programma di immunizzazione nazionale in India.

Lascia un commento

error: Questo contenuto è protetto