Oblio (ascolta la poesia con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno “L’oblio è una forma di libertà”(Khalil Libran) Non vorrò attendere il velo dell’oblioPer abbandonareIl tuo dolceDelicato ricordoMi inseguirà sempreQuel tuo sguardoAppena sfiorato dalla brezzaLeggera dell’autunnoMi riscalderà quel tramonto infuocato dialloraNon narra i coloriDelle emozioni di un tempoIl ricordo di quel casale lontanoIl profumo del giardinoI lievi […]

Parole di sogno (ascolta la poesia con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Siamo fatti della stessa sostanza di cui sonofatti i sogni(William Shakespeare) Nascono dalle radici dell’animaProfondeUmide e lieviBrezze di desiderioSi insinua sommessoIl ricordo di quella via di ciottoliVerso la piazzaE la strada sterrata fino agli arginiDel grande fiumeUna lunga litania di anelitiDi passioniDi sorrisiDi illusioniDi carezzeDi lamentiLa […]

Tracce di speranza (ascolta la poesia con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Possano le tue scelte riflettere le tue speranzee non le tue paure(Nelson Mandela) Rade nebbie di opaca tristezzaCumuli di intimo tormentoOceani di malinconico silenzioMomenti di trepida attesaAngoli di devota preghieraIntrecciano le loro danzeNell’eterno litoraleDello struggente mistero della vitaOnde di angosciosi dubbiEmozioniPassioniManieSensazioni e desideriSi infrangonoSu scogliere ignoteInsieme […]

Rosa gialla (ascolta la poesia con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Tanti giorni di solePrigionieri del colore del sognoLa speranzaIl profumo di quei petali di vita che inseguonoIl ricordo di un momento d’amoreDi quegli attimiInsiemeÈ rimasto il pensiero insistente di un’intesaL’immagine dolce di uno sguardoQualche trepido sorrisoParoleAppena sussurrateUn fiore teneroChe sboccia nel roseto a primaveraE resta intattoFino […]

La prima rosa di maggio (ascolta la poesia con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno “…Era color d’aurora,e splendeva lassù, libera e sola,penetrata di luce, ebbra del gaudiod’essere aperta”(La prima rosa di Ada Negri) Come sono tornate le rondiniAl loro nidoSotto la grondaia del tramontoAnche la prima rosa è sbocciataPuntualeAl tepore di questa mite primaveraLo ha fatto d’improvvisoScevra dalle cure del […]

Lassù (ascolta la poesia con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno LassùOltre i sentieri del mondoPare la luna sosti silenziosa e superbaDio sembra più vicinoAlle preghiere degli uominiDa quella roccaAlta sul profilo del monteSi sente un lieve sussurro di speranzaQualche commentoUn tintinnio di armatureLe riflessioni di alcuni cavalieriLe loro meditazioniE le note di un flebile lamentoTrafiggonoCome archi […]

Il mistero (ascolta la poesia con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Immaginavo così la fine del camminoUno scenario di quieteCon quei colori tersiE quelle linee sobrieRiposantiMisurateSolenniPensavo spesso a quelle favole bambineAll’eco delle cantilene di un tempoAlle fate e ai fantasmi del castelloAlla magia del ponte levatoioAl tintinnare delle armatureAl rullare dei tamburiE al ritmico incedere delle carrozzeCredevo […]

Il silenzio (ascolta la poesia con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno “Non c’è parola più certa di un’altra.S’impara a tacere con gli anni,anche se sembra che parliamo.Si nasce senza parolee con tutte le parole distrutte ce ne andiamo.E tuttavia,nonostante vivere significhi ammutolire,esiste un piacere primordiale nel silenzio,che giustifica tutti i silenzi.” Javier Vicedo Alós Parole come ondeLinee […]

Ascoltando Chopin (ascolta la poesia con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Come una favolapreziosasi dipana in fondo al corridoiola danza mesta del mio sottiletenero tormentorisuonano lievimelodie di battiti palpitantinote indistinte di un cuore lontanoechi di canti virgineiromponol’insistente silenziodella casa vuotanel crepuscolo si inseguono ombre curiosesoavi intrecci di trepidi arpeggitenui sprazzi di emozionialeggianointorno a un sublime momento di […]

Sentiero sacro (ascolta la poesia con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Fulgide scintilleSul sentiero sacro del monteSono i miei fragili pensieriAncelle incantateDal sopore del risveglioSulla riva di un fiume silenteL’anima soffocata dalla palude dei sensiLascia curiosa le nuvole infuocate del tramontoVerso sublimi aure di limpida veritàIl fardello mortale del doloreInsegue indiscreto le albe lucenti della speranzaIl bizzarro […]

Brusio (ascolta la poesia con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno La leggerezzail tenueetereobrusio della parolasorgente avida di lucee di veritànasce da rupi scoscesegelidealtere ancelle delle vettesfiora gli anfratti dell’animafino a scoprire tesorinascostia richiamare vocismarrite nel mondo dell’infanziatenui lamenti dell’età maturae sagge riflessioni di questo stranoaffascinante camminoQuando tutto diventa silenziointorno a qualche velato sussurroa qualche confessioneuna bianca […]

Il singhiozzo del mare (ascolta la poesia con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno “La guerra non si può umanizzare, si può solo abolire.”(Albert Einstein)In questi giorni di minacceDi conflitti senza fineEgoismiColorati di malinconiaHo forgiato sillabe tristiDi paure vicineDi angosce lontaneEmozioni nascoste di un’animaStanca di parole vuoteTestimoniDell’amnesia del cieloHo intrecciato pensieri di cristalloLamentiInvocazioniDeposti con distratta noncuranzaEntro spazi immemoriStrati di baglioriCalde […]

Temporale (ascolta la poesia con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno L’uomo ha inventato la bomba atomica, ma nessun topo al mondo costruirebbe una trappola per topi.(Albert Einstein) Sento intenso di questi giorniDentro l’animaL’antico dolore del boscoL’angoscia di alberi piegatiIl bagliore di queste crepeDendriti giganti del cieloEchi tonanti di tamburi lontaniMinacciosiTragedie violenteIncombere nello scenarioGià rovente della contesaRompere […]

Ombre della notte (ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Mi piace la notte. Senza il buio, non vedremmo mai le stelle.(Stephenie Meyer) Ombre scureCamminano per i selciati della cittàOnde sinuose dipingonoAspre solitudiniCantilene di passiCure latentiE morbide carezze di lucePensieri vagabondiVegliano ansiosiIl letargo di vicoli spentiE disegnano di angoscioso silenzioTrepide assenze di vitaRaggi intrisi di fascino […]

Grotte della Poesia (ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Santuario di antiche civiltàSorgente di acqua dolceFascino della storia dei MessapiE della altera gente di Roca VecchiaPoco distanteDominano a picco le rovine del castelloLa sua lucida falesiaRispecchia limpida il rifugio dei secoliLe incursioni turcheIl divino atavico nettare della salvezzaLa pelle morbidaVellutataE la poesia della principessa al […]

Fioritura (ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Quella tua veste lieveDipinta dei colori della fiorituraIl miracolo di tutta questa luceE quel tuo guardare in altoAlteroSfida ai confini infuocati del soleSfuggono inerti alla geometria dei corpiPer raggiungereLa frescura di terre inviolateOdorano intorno gli intensi aromi delle messiFrammenti di arcobaleno coronano la chioma di alberiInondati […]

La pieve (ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Mi hanno commossoLa coltre bianca sui tettiQuesta punta eretta nel cielo della pieveAcuta come una supplicaE il bosco intornoCarico di neveDavanti alla chiesaIl riposo di antichi defuntiSolenni testimoniDel silenzio austero della valleNel loro eterno cammino del miracoloUn giovane curato avvolto in un mantello scuroLe mani giunteLo […]

Ode alla famiglia (ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno gli uomini guardano raramente il cielola meraviglia divina dell’immensoregno del misteroanticamera dell’infinitone pronunciano con rispetto il nomeil miracolo dei pianetiquelle fiammelle brillanti che pareabbiano un posto fissonell’universofinché non sei vicinoe allora vedi che si muovonoin orbite ellittichedi migliaia di chilometricome i drammi degli uominipiù sono lontani […]

La veletta (ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Entrava in classeCon quel nobile incedereQuasi una danzaLa pellicciaIl bastone con il manico di madreperlaQuel cappello elegante con la grande spilla di giadaLa veletta neraE quelle piume sottili a sfidare l’inverno padanoEra un ritoQuasi solenneLo spettacolo di quell’ingresso ripetutoUgualeOgni giornoStavamo attenti ai particolariAd ogni piccolo mutamentoCome […]

Scuola di un tempo (ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno RicordiLa scuola di un tempoIl profumo di lucido delle cartelle sdruciteIl campanelloSuona qualche volta anche nel sognoL’appelloLa lavagnaIl mappamondoI quaderniNon è cambiato nullaPare che tutti quei calamaiQuella polvere di gessoLa carta assorbenteL’inchiostroLe penne spuntateLe squadreI compassiLe carte alle paretiTuttoSia ancora al suo postoIntatte vestigia di una […]

Grand Canyon (ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno “Gutta cavat lapidem non vi sed saepe cadendo”(proverbio latino) Scavano antiche rocceQueste acque limpide e superbeSpumeggia il gorgoglìo di millenniVeloceVerso la pianaQualche raggio di soleRincorre le tenebre del tramontoIl fischio del vento si smorzaNell’eco di vecchi canti indigeniQuasi una continuaInsistente preghieraNessuno rispondeDagli antri profondiE dalle alte […]

Mondo nuovo (ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Vedo solo l’alba nebbiosaIncertaLo soCi saranno infuocati tramontiRipetuti come la cantilena delle stagioniForse lunghi giorniDi aria limpidaCristallinaBagliori di meriggi solatiiCrepuscoli doratiNotti invase dalle costellazioniVedranno poche ultime tracceSvanire sul sentiero del boscoCon il disgelo di primaveraLeggeranno versiLasciati nell’armonia di parole allineateSull’orizzonte dell’animaEmozioni scolpite sulla carta deisentimentiVoli bizzarri […]

Voglia di primavera (ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno “Il frutto del silenzio è la preghiera, il frutto della preghiera è la fede”(Madre Teresa di Calcutta) Colorate di luceGhirlande di emozioni dischiuse alla primaveraDella campagnaPaglie come corolleFiori di pensieri fra i trulliVestiti di chianche festoseVorrò rivivere tiepidi momentiLambiti dalle carezze del ventoIncarnare l’abbraccio del mareAlle […]

Scrutare il cielo (Ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Scruto di ogni tramontoLe tinte rosee dell’abbandonoSi tratta in fondo di un commiatoDi cui spesso ci riempiamo di abitudineTanto da dimenticare di osservarloMa qualche volta non vorremmo passasseSenza qualche riflessioneSento sulla pelle le carezze dello sciroccoLe mie pupilleRiflettono lo spegnersi del giornoCondivido la passioneIl distaccoDi questo […]

Uno sguardo dal cielo (Ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Ci sono angoli di tramonto Che sembrano scelti da Dio Per indurre alla contemplazione Dell’inafferrabile bellezza dell’infinito Sembrano colori inventati ogni volta Per suscitare meraviglia Abbandono Profumo di attrazione Palpito di sfida Canto di un fascino solenne Quasi una cerimonia Dolore del commiato Paura incombente del […]

Giochi di carta (Ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno L’uomo non smette di giocare perché invecchia, ma invecchia perché smette di giocare.(George Bernard Shaw) Sono di carta i nostri sognigiochi che sfumano sull’opaca lente degli annicancellati dall’oblio millenariodi secoli annegati nel magma perennebruciano come foglie secchenel braciere di un castello di sabbiala vita evaporafra i […]

Speranza d’amore. (Ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Non so cosa siaQuel filo sottileDi perleNella rugiada del mattinoSboccia e rinasce nella primavera del giardinoSplende come abito da sposaSui petali di una giovane rosa giallaAnima palpitante del desiderioAncella della gelosiaChe credevo seppellitaIn una di quelle radureSul sentiero appena tracciato del boscoSoffusa dalla brezzaIn quei profumi […]

Ode alla bellezza del creato. (Ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Gli uomini guardano raramente il cielola meraviglia divina dell’immensoregno del mistero anticamera dell’infinitone pronunciano con rispetto il nomeil miracolo dei pianetiquelle fiammelle brillanti che paresiano fermenell’universo delle costellazionifinché non sei vicinoe allora vedi che si muovonoin orbite ellittichedi migliaia di chilometricome i drammi degli uominipiù sono […]

Festa della Mamma 2024. (Ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Con il ciuffo di penne doratePrezioso ventaglio dietro gli occhi vivaciIntreccio sublime diAffetto e dolcezzaSi pavoneggia oggiLungo la rivaIn questa atmosfera profumata di primaveraLa chiamano collonero questa madre di svassoImpegnata a portare il suo piccoloA passeggioSulle acque ondulate del SebinoPare che mamma svasso senta l’aria di […]

Il profumo delle stelle (Ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno “A grandi sorsate mi ubriacavo di stelle.”(Guillaume Apollinaire) Qui c’è una notte stellataUna delle tante celebrate nei millenniDall’incantevole estasi della storiaLo stesso immutabile fascinoDell’immenso spettacolo del cieloL’insistente misterioso bagliore diQuei lumi discretiLontaniPerenniImmobili geometrie disegnate nel cieloDalla sublime danza di splendide iconeDell’universoMuteAntiche testimoni del tempoDei palpitiDelle emozioniDi […]

Come fulmini (ascolta la POESIA con la voce dell’autore)

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno “Il lampo che candiscealberi e muro e li sorprende in quellaeternità d’istante.”(Eugenio Montale) Accade agli uominiDi fare capolino nel cuore di qualcunoDi invadere la sferaDelle emozioni più segreteSuscitare sentimentiDiffondere fascinoAlimentare desideriInfondere passioniChiedere al sogno di compiere il miracoloDi unire molecole d’animaDistanti fra di loroDi sentirsi un […]

“Agorà”. Ascolta la POESIA con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Sulla piazza suddivisa in striminzite aiuole,Dove tutto è corretto, gli alberi e i fiori,Gli asmatici borghesi soffocati dall’afa,Portano, il giovedì sera, le loro stupideinvidie.(Arthur Rimbaud) Gli ulivi millenari della piana inondano di luceLa campagnaNell’estasi di virgultiE di canne frusciantiLa terra bruna e ferace profuma di limpidaprimaveraUno […]

GIORGIO BONGIORNO: “Dai ghiacciai al mare”. Ascolta la POESIA con la voce dell’autore

Ascolta la poesia di e con la voce di Giorgio Bongiorno “I veri grandi spiriti costruiscono, come le aquile, i loro nidi a grandi altezze, nella solitudine.” –Arthur Schopenhauer Amo il volo dell’aquilaLe sue ali immobiliStatuarieLa sua voglia di libertàLa sua proverbiale rapacitàI suoi artigli affilatiIl suo orgoglioIl suo librarsi forte fra le nuvoleLa sua […]

GIORGIO BONGIORNO: “Anche tu amico”. Ascolta la POESIA con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno In Paradiso si entra per favoritismo. Se si entrasse per merito, tu resteresti fuori ed il tuo cane entrerebbe alposto tuo.(Mark Twain) Anche tu amico mioSei tornato alla terraSul sentiero della collinaNel bosco dietro casaSotto un tappeto di aghi di abeteQualche rametto sparsoUn cespuglio di roseUna […]

GIORGIO BONGIORNO: “I tuoi occhi”. Ascolta la POESIA con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Sorridono i tuoi occhi al profumo dorato di questifrutti del soleDipinti di meraviglioso gialloSento sulla pelle il calore della tua terraRespiro a pieno la brezza del mareMentre poco lontanaSi insinua nella baiaLa tenue carezza della rivaD’intorno balconi e terrazzeImposte colorateDi quelle case biancheMute testimoni del tempoE […]

GIORGIO BONGIORNO: “Vicino”. Ascolta la POESIA con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Non è la distanzaA misurare l’angoscia dell’abbandonoNon è più la linea dell’orizzonte a segnare iconfini del mareNon è il faro a illuminare la rottaDi questo lungo viaggioIl porto non è mai stato questoÈ nascosto nell’anfratto del misteroNon è il naufragio dei corpiA porre fine all’azzardo della […]

GIORGIO BONGIORNO: “Ode alla bellezza”. Ascolta la POESIA con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno “La bellezza di una donna non dipendedai vestiti che indossa né dall’aspetto chepossiede o dal modo di pettinarsi. La bellezzadi una donna si deve percepire dai suoi occhi,perché quella è la porta del suo cuore, il postonel quale risiede l’amore.”AUDREY HEPBURN Come la luna incorona il […]

GIORGIO BONGIORNO: “Trasparenze”. Ascolta la POESIA con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Scogli frantumati Dal tempo Sorridono nudi alle onde della baia E alle nuvole basse sull’orizzonte Rughe di roccia Umida Giaciglio di mitiche sirene Collane di monili sulla battigia Riflessi di luce dorata Polvere di millenni Raccontano di antiche tempeste Testimoni inerti Di notti di luna Cornici […]

GIORGIO BONGIORNO: “La gallina”. Ascolta la POESIA con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Una gallina è soltanto lo strumento usato da unuovo per fare un altro uovo.(Samuel Butler) Mi lega il suo chiocciare teneroRicorrente melodia della luceAlla vita del casaleMi è compagnaMi è amicaPiù fedelePiù dignitosaE meno ciarliera di certe femmine da salottoLei altera e piena di orgoglioSe ne […]

GIORGIO BONGIORNO: “Lo specchio dell’esistenza”. Ascolta la POESIA con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce dell’autore Oggi siamo tutti presi dalla preoccupazione divivere e in questa corsa con il tempo spessodimentichiamo il piacere di esistere.Romano Battaglia, Il fiume della vita, 1992 Enigma di sempreQuello di esisterePrigioniero della carneDominio incontrastato dell’animaÈ un grido indistintoChe si mescola alla follaNel traffico della cittàE si aggiunge violentoAl rombo […]

GIORGIO BONGIORNO: “La mia poesia”. Ascolta la POESIA con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce di GIORGIO BONGIORNO “La pittura è una poesia muta, e la poesia è una pittura cieca.”(Leonardo Da Vinci) Ho lasciato ai sacri fantasmi del passatoIl bacio inimitabileArmonioso della rimaL’antica altalena della voceLe note della metrica divinaSul filo del sole di primaveraNell’aria profumataDi cavalieri e castelliDimenticatiNella storiaHo rincorso la chimera […]

GIORGIO BONGIORNO: “Sospiri del vento”. Ascolta la POESIA con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno L ‘assenza attenua le passioni mediocri e aumenta le grandi, come il vento spegne le candele e ravviva l’incendio.(Francois De La Rochefoucauld) Quel lieve soffio di vento Il profumo salino della riva Pochi sbalzi di cespugli Adagiati sulla battigia Ricami schiumosi delle ultime onde A lambire […]

GIORGIO BONGIORNO: “Primavera”. Ascolta la poesia con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno È una gioia vedere tanti ramiverdissimi nel vento e tanti fioriprepotenti, sboccianti, è una gran gioiaperché nel sangue pure è primavera.(Cesare Pavese) Danzano al ventoDel mattinoFragili corolle di anemoniAntichi miti raccontano di una ninfa leggiadraE dello sfortunato amore di Zefiro e BoreaEleganti ed effimeri come lo […]

GIORGIO BONGIORNO: “La chiamano poesia”. Ascolta la poesia con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Questo gemito amaroDel gelido inverno del corpoLa natura intera che si spoglianell’angoscia della fineQuesta voce intensa che vibraFra gli alberi rigogliosi del boscoGrappoli di doloreBagliori improvvisi nella tenebraScampoli di folliaSolitaria fra le dune della rivaLitanie di parole allineateNel buio della coscienzaE questo mesto gridoDi tenue inespressa […]

GIORGIO BONGIORNO: “Ciliegi a primavera”. Ascolta la poesia con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Voglio fare con teciò che la primavera fa con i ciliegi.(Pablo Neruda) Sbocciano puntualiSul letto verde della campagnaSolenni tripudi di primaveraRitornano i fiori bianchiVirgulti annuncio del risveglioInsieme alle rondiniReduci del grande asilo della migrazioneDiffondeLa cascata nivea del ciliegioIl vapore di corolle profumate di mielePetali colorati di […]

GIORGIO BONGIORNO: “La luce delle more”. Ascolta la poesia con la voce dell’autore”

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Quando bambino correvoFra i rovi a raccogliere le moreVedevo la luce delle baccheDa lontanoAl sole cocente del meriggiomi paiono ora così alteMatureIrraggiungibiliVorrei tanto sentire quei profumi dell’infanziaCosì intensiCosì irripetibiliE quelle tenere emozioniChe allora sfuggivano come uccelli scopertiCon un rapido battito d’aliE vorrei ci fossero tuttiRiuniti come […]

GIORGIO BONGIORNO: “L’alba di Hopper”. Ascolta la poesia con la voce dell’autore”

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno L’alba è una specie di sbiancare del cielo; unaspecie di rinnovamento.Un altro giorno; un altro venerdì; un altro venti dimarzo, di gennaio, o di settembre. Un altrorisveglio generale.(Virginia Woolf) Guardavo i tetti bruciati della cittàL’ombra stupita del mio corpoI tenui riflessi di luce del pensieroI raggi […]

GIORGIO BONGIORNO: “Oltre il tempo”. Ascolta la poesia con la voce dell’autore

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Oltre le anguste strettoie Del tempo e dello spazio Incatenato ai fragili anelli della umana follia Prigioniero del cielo Assalito da sublimi immagini di luce Disegni di bagliori della materia Nell’universo del cielo Fasci di emozioni cosmiche Colsi odorose essenze lontane Di cose inanimate Componevo nella […]

“Lo so del mare”. Ascolta la poesia con la voce di GIORGIO BONGIORNO

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Lo soConosco la antica favolaLe note di questa melodiaÈ questa vasta immensitàA unire i cieliTurchini delle nostre esistenzeSono bagliori luminosi e solenniA increspareLa piana del mareL’infinita anima del mondoRespira adagioQualche volta a faticaCome una grande madreE si inchina all’incedere maestoso del giornoPare la metafora della nostra […]

“Bolgheri”. Ascolta la poesia con la voce di GIORGIO BONGIORNO

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Quei cipressi di Bolgheripareti verdi del teatro doratodi Toscanaun giorno d’ estatepietà autenticainsieme all’ antico mormoriodel vento di ponentee ai cori del cielo perenneintorno alla torredegli ulivetiNei campi di felciintorno alla rovina di un castello ghibellinoho sognato la corsa sfrenata dei cavallidi un tempoUn vecchiose ne […]

“Terra di passione”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Si addensano nuvole di piomboAltereMinaccioseTempestose e solenniSu questa terra assetataSussultano i colori cupi del cieloFra chiome di palmeCariche di lamentiSogno di raccogliere un fioreNe sento ancora l’insistente profumoI petali si vestono di piccole perleLuccicantiAl vento della seraLa mia animaInerteImmobile e pensosaAttende trepida la tempesta vicinaSono come […]

“Dubbio innocente”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Dubito sempre di chi non dubita di niente(Roberto Gervaso) Alberga nel tuo sguardoVigile e penetranteIl segno leggero del dubbio innocenteÈ forse ancora vicinoA questi occhiIl lieveInconscio respiro della giovane brezzaQuel sogno velatoDal disegno alato dell’auroraQuei pensieri insistentiDi un mondo incantatoProfumo di desideri limpidiParole trepideSommesseCome petali delle […]

“Dopo la pioggia”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta l’audio con la voce di Giorgio Bongiorno Amo la pioggia, lava via le memorie dai marciapiedi della vita. ( Woody Allen) Come quei raggi di fuoco trafiggono di luce la solitudine del boscoCosì si sente ferita la mia animaDalla arditaArrogante furia del temporaleEra lo scroscio battente della tempestaA bagnare quelle guanceCosì profondamente lucideTracce umide […]

“Schegge astrali”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Il silenzio eterno di quegli spazi infiniti mi atterrisce.(Blaise Pascal) Ammiro nel buio della notteQuelle piccole schegge di infinitoDiffuse nello schermo del cieloSono vivaci frammenti di esistenzaAttimi di umana commozioneNascosti nel fervore del quotidianoMomenti di tenera folliaVelati dalla corsa sfrenata della vitaRiflessioni vagabonde nella macinadegli anniSensazioni […]

“Una goccia di rugiada”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Il campo inondato ancoraDegli ultimi raggiRispecchia il cielo denso di nuvoleMinacciose ed alterePesantiSinistre masse d’ariaSchierate all’orizzonte eColorate di piomboIl sole non cedeAlla sferza della tempestaSta a vegliare fino all’albaPronto a crescere ancoraSulla spianata della bonacciaL’anima forte non bruciaAl fuoco insistente delle saetteSi veste dell’armatura del guerrieroNon […]

“Elegia di quella terra”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Solo la riva della mia terraRegala al cieloQuesto abito dai colori di setaSospiri di antica nostalgiaConsueti compagni del mio commiatoDa queste lontane battigieRitornanoSul filo del tramontoCome un lamento di archiVibratoNel sognoDi quei giovani anniIngenui eSpensieratiVolevo scoprire il mondoMa a fatica ho trovato di meglioDi quei tramonti […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il grammofono”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Ho ascoltatoIncise nell’animaParole lucenti di una primaverapassataHo sentito il sapore di quel tempoDi quei tramontiDi quella nostalgiaDi quegli struggenti canti dell’addioErano forti emozioniNenie consueteCantilene della speranzaBrandelli di memoriaProfumati dal fruscio di un anzianovinileHo cercato di volare oltre quei colliNel cielo di galassie roventiDi stelle superbe e […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Primavera alpina”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Sono l’ocra dei montiIl cupo verde dei boschiLa candida neve delle cimeE i colori nascenti della primaveraA dipingere il quadro del pendioLa tela dell’uomo e della sua terraDei suoi crinaliDei sentieri ombrosiDelle pietre testimoni del tempoDegli animaliValori della simbiosiFra anima e cieloL’immagine aspraDella fatica contadinaRifrangeLa limpida […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “I cavalli del sogno”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Il mio sogno è stabile e regge il mio peso. È il gradino su cui salgo, per avvicinarmi alle mie speranze (Gabriele D’Annunzio) Disegni ancora i colori tenui dell’amore Adolescente e puro Cornici istoriate di trine Tocchi sapienti di poesia nella danza impaziente degli zoccoli Dipingi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La voce del tramonto”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Tavolozza celesteDi un dipinto struggenteImpressioni di colori del tramontoDel richiamo di emozioniIlluminate da un tocco sovrumanoMetafora della vitaNobili nuvole del crepuscoloOmbre di luceTempli del firmamentoSacre invocazioniPreghiere come morbide carezzeA lambireI grandi lecci di questa terra feraceVorrei disegnare nell’aria tutta la melodiaE tutto l’incantoDel tuo sguardoE lanciare […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il vascello bianco”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno La mia storia èSospesaCome quel grande vascello biancoSul profilo azzurro dell’orizzonteCon le vele spiegate di piccoli navigliSulle ali dei gabbiani della costaE con la sottile brezza del mattinoSe ne vanno le sensazioni di alloraE làSu quella linea del cieloCumuli malinconici e pigriAccarezzano la primavera dell’esistenzaSu rive […]

GIORGIO BONGIORNO: “La preghiera”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno La preghiera non è un ozioso passatempo pervecchie signore. Propriamente compresa eapplicata, è lo strumento d’azione piùpotente.(Mahatma Gandhi) Andavamo prima del loro giornoAttraverso i viali del cimiteroA portare mazzi di fioriQuando ancora la follaDelle ricorrenze era lontanaA poco a poco se n’è andata l’usanzaDi quella preghiera […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il manto bianco”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Costellare la vita di commiatiSospendere fra le nevi perenni e ilprofilo nebbioso del cieloLe vele spiegate del nostro piccolonaviglioSulle ali delle aquileChe osano frequentare i cieli altiE l’aria fine del crepuscoloRivivere le emozioni di un tempoE lassù in altoCullare i pensieri del lungo camminoCercare le nostre […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Era lui”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno FrustatoCrocifissoVilipesoSchernitoSconfittoCome tutti i deboliGli onestiGli eroiI benefattoriI santiI martiriNon sapevano cosa fare con questoGiovaneDio venuto in terraE se ne sono sbarazzatiIn questo mondoNon c’è posto per il figlio di DioHo incontrato a un angolo della stradaVicino a un villaggioDelle nostre montagneLa passione e la morteEra luiPareva […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Ode al silenzio astrale”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Dietro la segreta spirale del tempoAncella inondata di infinitoChiave della virtù dei giustiDomando alla stella più lontanaEterna EarendelOltre la coltre blu di IcarusCustode dei limiti dell’universoImmobile fiaccola sul sentiero delle galassieDi toccare questo invisibile angolo di cieloNelle pieghe della mia animaImploro un lampo amico di speranzaDi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La morte bambina”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Viviamo tra cose destinate a morire – Intra peritura vivimus.(Lucio Anneo Seneca) Ho appreso presto Ad amare quel tuo tenero profilo L’ho descritto Dipinto Disegnato nel cielo Con il colore roseo Di quel viso Sfuggito fra la folla metropolitana Di quel sorriso dolce Di quegli occhi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Senza tempo”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Un uomo che osa sprecare anche soloun’ora del suo tempo non ha scopertoil valore della vita.(Charles Darwin) Emozioni colorate di lucePensieri rallentati dalla caluradi rocce erose dai millenniPelle arsaBruciataVagabondi fiocchi di nuvoleTrascinati dal vento sui lontanilidi degli astriSenza tempoSono le nostre ireLe nostre passioniI nostri desideriLe […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Attesa”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Quando ammirava il chiarore dell’albaSorgere lentamenteDietro l’austero profilo del monteE sentiva il profumo del boscoEntrare adagio nel giaciglio della notteQuasi al limitare del sognoQuando rincorreva per la casaIl raggio più candidoPer cogliere il primo tepore del giornoQuando incontrava per la viaIn corsaLe figure del quadro consuetoDedicava […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Attese”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Sono lungheLontane atteseIn quei cieli annebbiati del mattinoCome sui rami di un alberoQuando il vento della primavera taceSospiri di tenera malinconiaCinguettii solitariCanti di nostalgiaImmobili sensazioni dell’animaMagica ebbrezza del letargoDel silenzio indifferente alle tempesteDella schiumosa violenza delle ondeQuando scoppiavano i sospiri delloSpioncelloLe confidenze del culbianco e delmerloDel […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Mare in tempesta”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno PensieriCome rocce che affiorano nella campagnaRicordi come scogli che punteggiano la rivaRimpiantiColorati di tenue nostalgiaNei tuoi occhi è scolpita l’emozione del risveglioUn’altra vita viene dopoIl sognoL’ansia del tempo eI colori dell’arcobalenoDipingono melodiose armonie di sensazioniAnticheQuasi solenniNella burrasca Il vento mi porta la paura delnaufragioIntono trepido la […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “L’isola delle rose”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Voli variopinti di farfalleInebriate dal profumo d’ambraRive inondate di mare turcheseDal fascino epico di una storia remotaMonti vestiti di verdi foresteRiali fioritiDaini leggeri e slanciatiColline ricamate di vignetiDeclivi tempestati di papaveriCampanuleMargheriteLitorali soffocati da sabbie roventiE d’improvvisoFra vividiStruggenti coloriLa traccia di un sentiero ertoIl profilo distante di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Alle Idi di Marzo”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Imperatore di tutti gli Imperatori Al triste presentimento di Calpurnia Agli auspici funesti degli indovini Solo e grande Senza la protezione degli ispanici cavalieri Consegnò muto alla storia Lo strappo della toga Tetro segnale della fine L’iniqua trama Del vile assassinio Colpito alla gola da spade […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il camino del cielo”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Ardono le braci del giorno Che si spegne Sull’orizzonte della campagna Una pesante coperta Si stende nel cielo E le nuvole disegnano Qualche spirale di fumo Sulla cenere fumante Al confine del mare Il tepore di quegli ultimi raggi Riscalda la parete bianca del casale E […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Sedia vuota”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Il bacio del sole Sugli anni di questa sedia vuota Segna un’assenza che mi entrò nell’anima Accarezza il ricamo dorato Di quest’alba Con i colori sbiaditi del passato Il profumo soffuso di solitudine L’eco di poche note Di una melodia lontana La favola dell’incontro Le linee […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Risveglio”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno L’ispirazione è un risveglio, una fuga da tutte le facoltà umane, e si manifesta in tutte le grandiconquiste artistiche.( Giacomo Puccini) È al risveglio che trafigge l’anima l’alato rimpianto della notteÈ più intensaLa miseria di vivereE si celaLo scherno insistente dell’ansiaVagabonda pellegrinaNei meandri della menteÈ al […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Uno stormo”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Echeggia fra nuvole chiare Il brusio di infiniti battiti d’ala Si accalca Il cumulo di pensieri Ricamati nell’aria limpida Danze lente intrecciate di tenui armonie Voli spensierati e monelli Fantasmi di lontani ricordi Magie di colori Volano insieme Verso i profumi della campagna Aneliti di speranza […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La nebbia del ponte”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Mi raffiguro spessoLe nobili arcate del ponteIn quei mattini gelidiMezzo ponte ancora nelle nuvoleQuell’aria umida che ti gocciolava addossoNavigli immobiliLe chiglie messe làA fendere la correnteDi quell’acqua scuraE di quei mulinelliChe annunciavano l’invernoParevano ali di giovani pensieriOcchi velati dai nostri sogniSi dava nome e numeroPer giocoAlle […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Frammenti di futuro”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Non penso mai al futuro. Arriva così presto. (Albert Einstein) Sento frammenti di futuro Microcosmi di polvere brillante Aleggiare capricciosi nel vento Di questa stagione anomala Forse il grido antico di sirene Quella sublime magia che incantava i pescatori Oppure il richiamo di foreste in fiamme […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Quando erano i nostri”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno A partire Ammassati “ammonticchiati come giumenti” Su piroscafi Che facevano diventar grigio Tutto uguale Anche il mare azzurro Con quella gente rassegnata Nelle lunghe giornate di tempesta Su e giù Montagne di onde A vomitare schiuma Biancastra Come la nostalgia di casa L’odore della terra Di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Ricordi ingialliti”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Il tempo è un gioco, giocato splendidamente dai bambini(Eraclito) Di quel vecchio diploma Incorniciato Ai lati della scala Mi ha colpito il colore della carta Quel giallo nobile Altero Quelle tracce di polvere Dietro il vetro Ho visto nei tuoi occhi L’emozione di sfiorare carezze del […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il suono della luce”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Le persone sono come le vetrate.Scintillano e brillano quando c’è il sole, maquando cala l’oscurità rivelano la loro bellezzasolo se c’è una luce dentro.(Elisabeth Kubler-Ross) Sfiorarsi piano sotto il velo limpido del desiderioGioire di questa luce riflessaE del calore irradiato nell’ariaFremere al richiamo di passioni nascosteGiardini […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il tempo dell’anima”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Pare non sia il tempo dell’anima In questa limpida giornata di sole Di un novembre come tanti Con le vette che accarezzano I pensieri pellegrini Bianchi come neve appena posata Qualche volta rubati All’ansia del quotidiano Ghermiti in una bufera di icone Intrecciate di favole semplici […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Colomba”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Solo un lieve battito d’aliAppena accennatoIl respiro tenue del ricordoNell’aria fine del cieloDesideri vagabondi nell’azzurro limpidoL’abbraccio delle stelleSulla cima di un ramoDubbi insinuati con la struggente magia dell’incantoInsieme alle onde del mare sulla rivaAllusione a misteri inespressiCome lontane lanterneGioco di sipari semichiusiPensieri evanescentiNel teatro pigro dall’esistenzaAlla […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Valzer di emozioni”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Ho voluto inseguire con teAttraverso la primavera del giardinoQuelle noteGonfie di emozioneHo accompagnatoCon la danza dei riflessi del portoQualche barcaSilenziosaOndeggiante in attesa della notteIl pensiero rivoltoAll’esilio tenue dei desideriA intensi attimi di luceAll’illusione dell’oblioAl volo di una farfallaE al nettare lieveDi corolleColorate della malinconiaDel tramontoRitorna quel […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Zigeunerweisen”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno”

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Solo le corde spezzate di un violinoNote che si accavallanoTaglienti a trafiggere la carneDisegnano il cuore di questi bimbiIl sangue ribelle di creatureOrfane del mondoAi margini della stradaNei campi del crepuscoloNon ci sono colori in quegli occhiMonelliSfuggentiSolo grigi profondiAbissi dell’animaNon ci sono giochiSolo anelitiDesideri stroncatiDi angeli […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il paradiso”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno CosìHo sempre immaginato il paradisoCon i colori del tuo cieloSempre limpidoSerene sfumature di placido azzurroCon le tue candide nuvoleTocchi di bambagia illuminati di tiepidosoleQuei prati verdiRigogliosamenteIrrorati della pioggia d’autunnoE gli alberi solenniLontane figure ieraticheA celebrare il tripudio dell’orizzonteQuasi al limite estremo della vitaEsilio del corpo nei […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Versi perduti”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Piccole schegge di infinitoDiffuse in una notte lucenteI miei versi perdutiSono vivaci frammenti di esistenzaSono attimi di commozioneNascosti nel fervore del quotidianoMomenti di tenera folliaVelati dalla corsa sfrenata della vitaRiflessioni vagabonde nella macina degli anniSensazioni intrecciate a tripudi dell’animaDolci collezioni di pensieriCustodite nello scrigno della memoriaLe […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La danza del riso”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno ed il canto di Anna Identici

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno e il canto di Anna Identici Ogni passo una danzaA ricordare il paeseI giochi della scuolaIl suono velato della campanaIl sussurro della preghieraEra l’alba di un giorno di maggioTutti dormivano ancoraIl treno soffi ava pianoPer non svegliare la genteNel momento del commiatoNon vedo più il tiracolloSento […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Quando il mare è un canto”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Sereni versi Intonano con la brezza del mattino Quello struggente cantico del mare Nel viaggio celeste dell’aurora Verso il rogo del giorno Sull’orizzonte distante Sento sugli irti scogli L’umida rugiada Il tenue sospiro Delle onde inquiete Della battigia Dolce carezza sulla sabbia inerte Del crepuscolo dorato […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Tutte le volte”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno La massa ha scarsissima capacità di giudizio e assai poca memoria.(Arthur Schopenhauer) Tutte le volteChe la folla si incontraNelle piazzeMi viene di richiudermiIn casaGuardare il cielo delle galassieToccare le costellazioniChiedere a CallistoIl perché della geometria celesteDel Grande CarroE dell’invidia della superba EraMuore tutto il popolo di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Una giovane fata”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Rasento al volo le fate.(Giuseppe Ungaretti) Solo le nuvole bianche del cieloFiocchi addensati intorno alla luceDi una limpida giornata di primaveraSanno quanto è difficileStrappare un sorrisoA una giovane fataLa tua delicataSensibileTeneraIncantevoleGiovane tempra di pura bellezzaSolleva nello specchio gioioso di un’anima dolceIl dubbio insistente di volare tra […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Una porta sul sogno”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Il mio sogno è stabile e regge il mio peso. È il gradino su cui salgo, per avvicinarmi alle mie speranze.(Gabriele D’Annunzio) Quante volte ti ho chiesto di aprireUna porta sul sognoUn varco dell’animaAl limitare estremo del cieloQuante volte ti ho chiestoDi accogliere le esiliFragiliVulnerabiliAli di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il ponte”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la vice di Giorgio Bongiorno La coscienza è il tramite fra ciò che è stato e ciò che sarà, un ponte gettato tra il passato e il futuro.(Henri Bergson) Sento ancoraRisuonare fra il cielo e il silenzioso specchio dell’oceanoEchi di passi vagabondiIllusione dei miei vent’anniUna fila interminabile di paliScolpiti ad uno […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Vicino di banco”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Le radici dell’educazione sono amare, ma il frutto è dolce.(Aristotele) Natale richiama in menteTutti i compagni di scuola eDi giocoScorrono su un palcoscenico ad uno ad unoIcone di un vecchio libroC’eri anche tuAncora memorabile vicino di bancoQualche screzioOgni tanto da lontano un salutoSempre come fosse uno […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Viaggiatori del tempo”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Il tempo è un’illusione.(Albert Einstein) Andare a ritrosoLungo la spiraleDel tempoRivivere con fresca ingenuitàI giochi dell’infanziaQuel vociare bambinoQuegli sguardi teneriCuriosiindifferentiQuel rincorrersi dietro agli angoli del quartiereGli occhiSempre accesi di speranzaViaggiare nel passato con le emozioniDi quel primo giorno di scuolaCon i ricordiDi vecchie fotografieAffetti mai morti […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Nostalgia di mare”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno Uomo libero,sempre tu amerai il mare!Il mare è il tuo specchio:contempli l’anima tuanell’infinito srotolarsidella tua onda(Charles Baudelaire) Nostalgia di mare Di quella piana blu adagiata sul cielo Pura Profumata Senza confini Di quell’aria limpida Imbevuta di schiuma Inondata di sole Desiderio Di toccare la sabbia calda […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Rabbunì”. Ascolta la poesia con la voce di Giorgio Bongiorno

Ascolta la lettura del testo eseguita dall’autore Giorgio Bongiorno Donna perché piangi La perenne sofferenza della carne Nel giorno dopo il sabato Il grido disperato sulla pietra Del sepolcro scoperchiato Icona scolpita negli anni dalla fede Degli uomini Sul cammino della morte dei corpi Lacerati dal dolore Dov’era scomparso Il figlio di Davide L ’uomo […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La via del bosco”

I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi. (John Muir) Mi trovavo spesso al cancelloDella via del boscoUn sentiero ampio al confine del tramontoUn grande aceroSevero e guardingoOrnato del motivo delle spade e del semicerchioComune sia all’esterno che all’interno della casaEra per me il confine della riflessioneIn qualche modo una sogliaD’abitudineUn muroPrima di lasciare […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Melograno”

“È la melagrana profumata un cielocristallizzato.”( Federico Garcia Lorca) Seducente frutto della vitaEsuberante ricamoDell’umanaFertile chiave del desiderioCustode dei miei pensieriAvido di soleSimbolo perenne di divina perfezioneE di misteriosa bellezzaTi consideri testimone del tempoIcona della memoriaAncora ispiri saggeAntiche leggendeCon i tuoi rossi giovaniForti germogliVivida espressione d’amore e di passioneProspero auspicio di abbondanzaSacro suggello della luce di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il fiume”

Quei tenui colori della pianuraAssonnata e pigraNuvole bianche e specchio limpido del cieloL’icona di quella grande querciaGigante verdeA segnare lo scorrere impassibile del tempoGeometrie di argini interminabiliPossentiBoschi dipinti intorno aLanche tranquille e silenzioseCome la gente di quiCresciuta poco distante dalle goleneTorno a quegli anni di fuocoDove i prati muoiono nella sabbia delle riveE le piene […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La festa e finita”

Si adagia lo specchio ceruleoSull’opaco deserto della battigiaTenui capricci di vento increspano la piana difragili onde argentateFino all’isola lontana sull’orizzonteDel turbolento clamoreE dei tumulti del giornoDi tutta quella genteNessuna orma scolpitaSulla fredda rena della baiaTestimone immobileRimane un ombrello di stuoieEroe solitarioA sfidare coraggiosoMinacce di tempestaNuvoloni grigiArruffati come riccioli di pensieri vespertiniCorrono incontro alla notteScura in […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Anime sconfitte”

Piccole candide animeSconfitteStrappate una a una alla vitaNon vale la preghiera degli angeliLa tenace supplica dei caniSulle pendici del monteL’albero avvizzito di crudele miseriaOsserva pigroLa mesta processione dei corpiDelle giovani vergini immolateSfilare sulla riva dell’infernoOcchi che guardanoFiduciosi l’ombra delle tenebreLenti passi di membra bambineForme immacolatePortate in sacrificio alla malvagiaScure dell’umano delirioIl mare ha il colore […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Altera bellezza”

La Bellezza non può essere interrogata: regna per diritto divino.(Oscar Wilde) Lo specchio del sole infiamma il cristalloLimpido del tuo sguardoLa magia discreta del tuo visoÈ tripudio di leggiadra tenerezzaIl tuo sorriso si stende nella campagnaCon il profumo dorato delle messiLa tua giovane stagioneIntreccia gioiosa i colori dell’irideI raggi di luce del mattinoImperlano di rugiada […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Cantilena d’amore”

Nel dominio dell’animaSi saAmoreÈ sereno abbandonoÈ bellezza interioreIgnaraDella chimica dei corpiDella terrena biologia del piacereÈ sofferto dolore del distaccoÈ attesa del ritornoÈ ansia del futuroÈ profumo del presenteÈ nostalgia del passatoÈ il fuoco della speranzaÈ la scure della delusioneÈ l’oasi del sognoÈ il ristoro di un sorrisoÈ un soffio magico del desiderioÈ angelica purezzaÈ incondizionato […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Momento mistico”

Scrivere i fremiti della malinconiaInvocare l’aiuto della noiaNell’ebbrezza della festaAscoltare muti l’intreccio misterioso deisentimentiImprigionato da parole palpitantiDall’angoscioso inchino dei girasoliDivorato dalla sete di vivereStrappare la maschera di tutti i giorniSmettere la inutile comparsa fra la genteAntichi postulantiGuardare il cielo negli occhiFissare una stella lontanaE tessere i colori tenui della speranzaCorrere incontro ai ricordiCon la gaiezza […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Filastrocche d’autunno”

Difficile cantare Con il commiato delle ultime rondini Le filastrocche sussurrate dell’autunno Le luccicanti ragnatele dell’equinozio L’aurora delle prime vette imbiancate Mulinelli di foglie stanche fra le onde del vento Cristalli di ametista fra gli alberi allineati sulla collina Tripudi di colori nel bosco che si addormenta Al grido smorzato di stormi di corvi E […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Nel parco”

“ Ci sono momenti di solitudine che cadono all’improvviso come una maledizione, nel bel mezzo diuna giornata.Sono i momenti in cui l’anima non vibra più.”(Alda Merini) Guardo assonnatoQuel cielo grigioFrastagliato di tetti e muri di gomma dellacittàMentreQualche albero anticoIncurante della solitudineRiempie di natura il fumo di fabbrichelontaneL’ultimo sole del crepuscoloPareSpecchiarsi con la sua danza sul […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Cacciagione”

Osservare i dolori degli altri mi dà un senso materiale di angoscia, e la mia sensibilità finisce spesso per farpropria la sensazione altrui. Non ho mai potuto assistere, senza provarne sofferenza fisica, all’inseguimentoe all’uccisione di una bestia innocente che è senza difesa alcuna e dalla quale, da parte nostra, non abbiamoricevuto alcuna offesa.(Michel de Montaigne) […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Le stagioni”

È d’autunnoChe il viale diventa un tappetoI colori appaiono bruciatiE gli alberi si spoglianoAdagio della verde livreaE degli intensi profumi dell’estateCorrono lentiSulla coltre umida di foglieI passi incertiVerso la stagione del geloI rimpianti cancellanoQuella gioia di cristalloQuello scampolo di giovinezzaAncora più limpidaNelle tinte del ricordoAnche l’amoreIl desiderioLa luce di quegli ultimi petali di setanell’aiuolaSi spengono […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Vado per la mia via”

Fra dune tutte uguali di questo affollato desertoAccecato dalla sabbia del libeccioPellegrino assetato di gioiaMalato di sfacciata timidezzaNelle vene infuocate di calde emozioniSensazioni profondeDi parole mai detteNon mi importa di tutto ciò che è statoPerché è statoQuando è statoCon chi è statoMomenti indelebilmente mieiNon posso più dire nostriChe fatica a ritornare a gallaDopo le onde […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il mio tormento”

È di neve il mio tormentoSolitarioSolenneTrasparente e fatuoIl cielo puntato di quell’incessante cadere dileggeri fiocchiMemorie di lunghe corseSensazioni di mani gelate da quegli insistentigiochi bambiniStelle di rugiada distese sull’uniforme spianatadella campagna lucentePerle del letargo di quella terra nascostaFeraceAssetata di soleSi affacciano sulla nebbia del dossoSpogli e imbiancati ricami di tralciIncoronano il ricordo della trascorsa vendemmiaMi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Astri”

Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai, silenziosa luna?(Giacomo Leopardi) Una lieve carezzaQuasi un amplesso pallido e lontanoStende questa luce lunareSui tetti di casaCome un tenero soffioVaga testimone del cieloIlluminaIl solenne silenzio dei comignoliSi insinua discretaDi notteFra le sensazioni più intimeDanza leggera fra i miei inquieti pensieriAnima la melodia dei rimpiantiRichiama la nostalgia […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Mi sono chiesto se scrivere”

Sia più per me che per gli altriArmonie intrecciate di suoni consuetiA rincorrersi come notePartiture dell’animaSulla soglia degli infiniti abissiDell’ignotoTempestosa sferzaDi memorie distantiAltalena di sentimentiParoleNudeAllineateScolpite fra le righe della menteDipinte da un pittoreSolitarioMistico messaggioDi lontane meteoreVagantiPerle di un sognoIncompiutoStupori immobiliTaciti e inquieti di un ardito pellegrinodell’immagineSequenze di sentimenti di un umile artigianodella linguaVoli distesi e […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Mondo nuovo”

Di questo nuovo mondoVedo solo l’alba nebbiosaIncertaLo soCi saranno infuocati tramontiRipetuti come la cantilena delle stagioniForse lunghi giorniDi aria limpidaCristallinaBagliori di meriggi solatiiCrepuscoli doratiNotti invase dalle costellazioniVedranno poche ultime tracceSvanire sul sentiero del boscoCon il disgelo di primaveraLeggeranno versiLasciati nell’armonia di parole allineateSull’orizzonte dell’animaEmozioni scolpite sulla carta deisentimentiVoli bizzarri di gabbiani curiosiNell’ansa della baiaSagome immense […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il mio sogno”

Ed era sempre quella radiosa e dolce chioma dibimbaAd apparire nella luce del prato di casaInsieme alla rugiada del mattinoIo sostavo su quelle nuvole grigieAl limitare della notteIntentoA ricostruire profili di immaginiA dipingerle di colori sgargiantiProfumati di una brezza irrealeVolti sconosciutiAngeli mai incontratiE danzavo con loroSfiorandoli come fantasmiFino al risveglioPer accorgermi che la fata che […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Nebbia di fiume”

DolceLieveMalinconico sospiro del boscoMormorio di un ruscello d’argento disegnato nelpratoPoche note sussurrate nel silenzioDella campagnaUn sottile strato di nebbiaAccarezza soffi di sensazioniSul velo increspato del fiumeImperla di limpida rugiadaE aliti di desiderioAvidi germogli di primaveraIl caldo profumo dell’avenaInonda d’emozione questo nuovo giornoI lecci sorridono trepidi alla brezzaNell’estasi antica del miracoloCon l’arrivo tiepido del mattinoSi perde […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Pietre affioranti”

Si addensano nuvole di piomboAltereMinaccioseTempestose e solenniSulla campagna assetataSussultano i colori cupi del cieloFra chiome di lecciCariche di lamentiPenso di raccogliere un fioreNe sento ancora l’insistente aromaI petali si vestono di piccole perleLuccicantiAl vento della seraLa mia animaInerteImmobile e pensosaAttende trepida la tempesta vicinaMi sento come una di quelle pietreAffiorantiSulla terra dorata del giardinoInerti testimoni […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Canti Navajo”

“Avanza sulla scia dell’arcobaleno, avanza sulla scia di una canzone, e tutto sarà bello per te.C’è una strada fuori da ogni oscura foschia, oltre la traccia dell’arcobaleno.”(da un antico Canto Navajo) Canto Navajo 1 È nell’eco di un canto navajoIl richiamo triste del ritornoAlla terra di un tempoÈ nel dolore di quella neniaScandita dai tamburiDell’orgoglio […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “L’oratorio”

Il dolce richiamo di un sorrisoSalutava l’operoso ritorno dalla campagnaLa campana intonavaNella antica cantilena del tempoLa miteUmile preghiera del pastoreLa tenue brezza del vesperoIntrecciava il candido scrigno della fedeSull’aia assolata della masseriaNell’aroma di verdi cespugli inondati di soleOcchi rivolti al mistero della pietàEsalavano profumi d’animaQualche nota di tenere melodieRiverenti pensieri coraliDi ringraziamentoMani ruvide e callose […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Quando si tocca l’anima”

C’è uno spettacolo più grandioso del mare, edè il cielo, c’è uno spettacolo più grandioso delcielo, ed è l’interno di un’anima.(Victor Hugo) Quando si tocca l’animaÈ la melodia di archiQuasi un lamentoUna tenue invocazioneÈ un mondo di luci lontaneLuminarie celateOltre i monti di casaDopo la linea del cieloDanzano i folletti della notteUn corpo da amareSchiamazza […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “A una donna poeta”

“Devo liberarmi del tempo e vivere il presente giacché non esistealtro tempo che questo meraviglioso istante.”(Alda Merini) Ho sentito nei tuoi occhi stanchiL’eco antica della poesiaI tuoi movimenti sempre più lentiSolenniIeraticiDanza di festa intrecciata di malinconiaIl senso acuto delle tue paroleRiflessioni misurate e pieneDel gorgheggio ispirato dei suoniRecitati sul proscenio dell’esistenzaE quelle rugheNobili segni del […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Richiami”

Nella carne e nel sangue di ognuno rugge lamadre” (Cesare Pavese) Richiami del sangueEvocazioni dello spirito e palpiti dell’animaRicordi del “femminino eterno”Femmina della maternità e della bellezzaSignora dell’amore e della vitaFeto simbolo della gestazione e della nascitaFertile come la campagna vulcanica dai copiosiraccoltiFerace come la terra della produzioneFeconda come il seme antico della vitaFelice come […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: ” Album di famiglia “

Mi rimangono nel cuoreQuei voltiI giochi bambiniI vispi cenni di intesaI sospiri gioiosiE quei sorrisiCosì dolciDipinti dei colori del ricordoSulla tela della vitaMomenti lontani di un lungo camminoLimpide reminiscenzeCome la rugiada del prato di casaStagliate nel cieloDisegnateCome il profilo austero dei montiTeneriInsinuanti frammenti di ricordiSciaveri della mia carneRespiri profondi dello spiritoImpressi in quelle immagini che […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Liberami”

Liberamida questo sciame di nuvole rosasalvamiDa questa intensa tensione dell’animaDa questi secolari vincoli della carneDa questa ansia colpevole del traguardoda questa lunga attesa che accompagnai rituali passi della mia danzaliberamiangelo mioda tanti anni sono intento a vegliarequesti momenti eterni del sognoda troppo tempo mi abbandono al desideriosecondo il consueto ritmo dello spartitoora mi vorrei dedicare […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Elegia topica”

DifficileMi fu sempre dipingere a parole le nuvoleDi questo occaso doratoSolo a un artista divinoÈ data questa tavolozza di coloriUnicaDi raro fascinoLimpida e chiaraFino al confine dell’orizzonteSolo la riva della mia terraRegala al cieloQuesto abito dalle tinte di setaIntrecciato a sospiri di antica nostalgiaGiovani amoriPassioniConsuete compagne del mio mestocommiatoDa queste lontane battigieRitornanoSul filo del tramontoCome […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Epitaffio”

Sapevo che se avessi aspettato abbastanza alungo qualcosa di simile sarebbe successo.(George Bernard Shaw) Qui è giuntoDi corsa come sempreGiusto in tempo a riposareUno cheMalgrado tutto e tuttiRiusciva ancora a sognareQuesta piccola croce biancaRivolta a mezzogiornoNei giorni di soleQuando il cielo colora di cristalloI monti intornoSegnerà ai tuoi piedi lo scorrere del tempoChiunque tu siaPellegrino […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il molo”

Col mare tra le braccia, il moloha la sua bianca vela che gli parte.(Alfonso Gatto) Era qui che si scioglievano al soleLanguori di speranzaInondati dal profumo di zagaraCocci di esistenzaLasciati fra quegli alberi nodosiAllineati nella campagna di casaSferzata dallo sciroccoViandantiPieni di doloreIl cuore inghiottitoDa un futuro di altri lidiSconosciutiLontaniSe ne andavano con quello sguardo nellamenteQuel […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Al mattino”

È al mattinoQuando più vicina la pena di vivereIncontraLo sconfinato richiamo delle galassieLo scherno dell’inganno di ogni giornoL’ intricato torpore del bosco della vitaL’antica nostalgia del sognoLo spaventoso dubbio del vuotoL’ingiurioso oltraggio della solitudine eternaIl disprezzo della tempesta di luoghi comuniPronti ad assalirti appena fuori di casaLe rozze catene di un’esistenza vagabondaIl triste fantasma della […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Terza classe”

Chi ci dice addiosparisce dietro le montagne.E a poco serve alzarci in piedi sul nostro cuoreper vederlo ancora…(Franco Arminio) Che fosse una di quelle vecchie locomotiveA ricordare quei giorni dell’addioRacconta quanto amaro fosse stato quel lontanocommiatoE quanto quel giorno sia ancora scolpitonell’anima come un segno della mia memoriaRaggiungemmo la stazione un gelido mattino dinovembreNebbia fitta […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Elegia del Natale 2023”

Arrivavano dagli alpeggi della penisolaIn questi scenari dell’avvenire colorati di sogni e didesideri inappagatiPrima dei giorni di festaDopo la fine dei pascoliE il ritorno agli ovili di casaI pastori con il canto delle loro zampogneE se ne andavano per le vie a ricordare ai fedeliCon quella malinconica cantilena evocativaIl lontano miracoloOrmai tradizionaleDella più bella storiaE […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Alba infuocata”

Ciò che sta minacciando tutti noi non è lo scontro di civiltà, bensì lo scontro diignoranze e radicalismi. Conoscersi è riconoscersi.(Cardinale Jean-Louis Tauran) È la fede nella missione dirinascitaChe ci animaÈ la forza del vento mattutino chespira sui bordi delle cimeChe accompagna il cambiamentoCi spingeE alimentaLa nostra voglia di stupirci difronte alle tracce di fuocoDietro […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il solleone”

La solitudine non è essere in piedi sul molo, all’alba, e guardare l’acqua avidamente. La solitudine è non poterla dire per non poterla circondare per non poterle dare un volto per non poterla rendere sinonimodi un paesaggio.Alejandra Pizarnik Forse neanche il solleone delle messiQuell’afa cullata dalla sottile brezzaDel meriggioE quel profumo sfavillante di zagaraChe infiora […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Solitudine paesana”

Più una mente è potente e originale, più sarà incline alla religione della solitudine. (Aldous Huxley) Scendevo le scale angusteDel borgoVuoto come l’animaOgni passo un sospiroOgni angolo un ricordo bambinoVolevo sussurrare la mia storiaLe mie nuove emozioniI miei sentimentiA quelle viuzze un tempo così pieneDi vitaIn quelle mattine di primaveraRivedevo nella mente quei triangoli di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il cuore verde”

“Ogni cosa che puoi immaginare, la natural’ha già creata” (Albert Einstein) Danzano e zampillano le acque dei ruscelliTrasparenti e limpide gemme nel cuore verde delpendioSussurrano nel loquace silenzio del ventoLe sommità degli alberiMaestosi custodi del canto silvestrePilastri del tempoCantilene anticheNenie armonioseDisegni profumati di verzuraArdenti inni alla vitaE cori di umile preghieraIn alto risponde l’eco dei […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il ricordo del sole”

Se desiderate conoscere il divino, sentite il vento sul viso e il sole caldo sulla vostra mano.(Buddha) Quel sole gagliardoInsolenteQuel soleDi giorni radiosiAccavallati nel labirinto dei ricordiQuel soleCosì mestoCosì tenueCosì incertoNella quiete bruciata del crepuscoloIl suo inchino consuetoDisegnato di commossa riverenzaPorta nell’anima cumuli profumati di immaginiCorolle di sorrisiCaleidoscopi di gioiaColorati di estaticiSfumati abbandoniLamenti di archiPiroette […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il naufragio”

Quando il corso normale della vita quotidiana viene spezzato, ci rendiamo conto che siamo comedei naufraghi che cercano di tenersi in equilibrio su un pezzo di legno in mare aperto, dimentichi didove sono venuti e senza sapere dove vanno.(Albert Einstein) Del nostro vile naufragioParlerà forse qualcuno alla fine di questatempestaMaledettaTragicaImplacabileCambiano gli uominiLa favola è la […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Segreti”

Tutti gli esseri umani hanno tre vite: pubblica,privata e segreta.(Gabriel García Márquez) Scritti sulle ali invisibili del ventoLontaniEvanescentiBrandelli di verità omesseSchegge vagabonde fra le nuvoleGrandi paradossiAlla sorgente del tempoPreziosi scrigni pieni di moniliGelosa custodia delle umane miserieTenuti a forza nel profondo dell’animaSmarriti nel mare delle passioniSu navigli improvvisati in balia delleondeSolitari pellegriniAttraverso l’oscuro labirinto dei […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Perle di galaverna”

“Fin da piccolo pensavo che la brina fosse polvere magica che il ventoregalava all’inverno per renderlo più bello, dolce e meraviglioso.”(Stephen Littleword) AusteraSi posa la galavernaNel silenzio luminoso dell’alba invernaleUn manto di perle ghiacciateChe la campagna ha delicatamente baciatoI rami nudi ora gioielli scintillantiDanzanoSotto il peso del ghiaccioOgni filo d’erbaUna fragile spada di cristalloChe luccica […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “A passeggio per la vita”

Tutta la varietà, tutta la delizia, tutta la bellezza della vita è composta d’ombra e di luce.(Lev Tolstoj) CamminareSul viale spoglio di questo tiepido autunnoTenendosi ancora per manoSentire il calore dell’abbraccioIncuranti di quelle gocce di pioggiaChe paiono caderti addossoE scorrere sulle guanceQuasi umida carezzaAncella del prossimo invernoParlare di come era bella l’estateFestosa e gaiaRicordare la […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La Quercia”

Scuote l’anima mia Eroscome vento sul monteche irrompe entro le quercee scioglie le membra e le agita(Saffo) Inondato dai profumi del sentieroDietro casaFra i cespugli gemmati di questo giorno diprimaveraSalgo alla collina della vecchia querciaSecolare e maestosaSaggia e silenteRegale e costante testimone dell’alternanza dellestagioniAttraversano le spire del tempoAliti di angosciaRuvide cortecce incatenate d’ederaDanze di streghe […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il profumo della bellezza”

La bellezza da sola basta a persuadere gliocchi degli uomini, senza bisogno d’oratori.(William Shakespeare) Da bimbo ho sentitoAleggiare intorno un profumo sempre ugualeTenue fragranza che si ripeteva nel tempoNel sublime sorriso di mia madreNel tripudio di corolle della primaveraNel mormorio di fronde del boscoIn quel grande ardente disco di fuocoNello struggente spettacolo del tramontoNell’infinito distendersi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Artigiani della parola”

Sono di loroSono con loroSono per loroSono anch’io artigiano della parolaPer me scrivere è come respirareRecitare è poi rappresentare il senso e ilcontenutoDi questo mio respiroÈ la cronaca dell’esistenzaCelebrare la parolaIl suo significatoLa sonoritàQualche sinonimoSignifica chiamare a raccolta tutte le artiLa pitturaLa sculturaLa fotografiaIl teatroLa letteraturaLa musicaE tutte le certezze e i dubbi sulla narrazioneLa […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “L’estate”

Fai che per te io sia l’estate anche quandosaran fuggiti i giorni estivi.(Emily Dickinson) Si accende il tenue segno del solstizioNuvole chiare disegnate nel cielo turchinoColori intensi di terra maturaOdoriMessi dorateBrezze profumate di soleEffimere corone di petali lucentiRicami di scogli sulla riva inquieta del mareAnche nel mio cuoreIncede il tepore dell’estateAraldo di calde passioniCome giovani […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il mistero della vita”

Vedo il mio tempo svanire nell’acqua limpidaMomento elusivoVivo ed impalpabileNascosto fra le rocce del pianetaMasse gigantiImmobili testimoni dell’alternarsi delle stagioniSe mai le nuvole del cieloNel loro incessante vagabondarePotessero parlarciRacconterebbero di tramonti struggentiDi onde instancabili e schiumoseDi naufragi su isole remoteDi navigli agili e velociDi vele spiegate al ventoDi cocenti raggi di soleDi petali inondati d’incanto […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Brividi”

Sento il pesoDi quell’ ombra scuraImponenteRicamata sotto le nuvoleRigidi e spogliRami tesi nell’aria gelida della seraBrividi che ti entrano nell’animaE spengono adagioSul profilo lontano dei lecciGli ultimi insistenti raggi di soleInsieme ad echi di favole anticheMi giungonoInnocenti visioni d’infanziaCalori di remote carezzeTremori adolescentiTenui sospiri di passioneMi guardano vigiliI grandi occhi di una fataAzzurriSpalancati e limpidiCome […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Pioggia di aghi”

Non sapevo bene che cosa dirgli. Mi sentivo molto maldestro.Non sapevo bene come toccarlo, come raggiungerlo…Il paese delle lacrime è così misterioso.(Antoine de Saint-Exupéry) Una leggera brezza Disperde gli aghi dei larici Colorati di fuoco Nell’aria limpida del pendio Le foglie del bosco Inseguono i nostri passi Danzando nel vento di questo mite Pomeriggio d’autunno […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Respiri”

Ogni mattina mi sveglio e vado a incontrare ilmio respiro.(Michelangelo Cammarata) Raggi bruciati di soleSulla tela del giorno che si involaFra nuvole rosateIl mio pensiero si illumina dei colori deltramontoScampoli d’azzurroDisegnano profili di sognoStrisce di infinitoFantasmi di desiderioMostri lucidi di fuocoChimere leggendarieImmagini intrise di speranzaInsinuano trasparenti emozioniDietro tramonti ripetuti e solenniFavole d’altri tempiRicamate all’orizzonte bruciato […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Castelsardo”

Spumeggia e trionfa insieme al silenzio nelle cale della baiaIncrespa il profilo dell’isolaE accarezza gli anfratti della rivaIl vento che spinge l’ondaLungo gli scogli umidi della costaRicorda naufragi remotiStorie di invasioni eSbarchiDi antichi pirati del mareCarcere duro per gli assassiniEremo famoso degli antonianiMonili di una illustre castellanaFamiglia illustre nella storiaFortezza chiave per il dominio dell’isolaCommiati […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La grande madre”

La terra ha una pelle, e questa pelle ha delle malattie. Una di queste malattie si chiama ‘uomo’. (Friedrich Nietzsche) La grande madreÈ la terraArataDissetataSorgente dell’antica leggenda della vitaCampagna ferace di rigogliose spigheDel raccolto copiosoAccarezzato dal ventoIngenuaLiricaNuda speranza di luceInviolatoTenero sigillo del sangueSecolareNobile miracolo della creazioneEco di ancestrali invocazioniSolenni richiamiA silenzi sterminatiA sentieri celati fra […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Muri di primavera”

Sorridono sui muri antichi dei pratiSottili veli di muschi doratiOndeggiano lievi alle carezze del ventoFiori gialli della campagnaCrespigniRanuncoliGinestriniCinquefoglieIl sole tiepido del mattino dipingeDi un canto di coloriIl quadro azzurro del cieloLa ferace terraIntorno agli archi del casaleTraccia ombre lucideE risveglia consueti aromiPare di sentireEchi di stagioni remoteSchiamazzi indistinti e giochi bambiniCumuli di ricordiTripudio di sorrisi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La mia sete”

“L’acqua la insegna la sete”(Emily Dickinson) Le Foreste a precedere le civiltà, i Deserti a seguire.(François-René de Chateaubriand) La mia sete è quella profondaE intensa della tua terraÈ la fragranza del profumo delle oliveÈ il lamento velatoDella chioma dei lecciIntrecciata al soffio rovente dello sciroccoÈ la somma dei desideri inappagatiÈ la magia del colore dei […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il senso del tempo”

Il tempo è un gioco, giocatosplendidamente dai bambini(Eraclito) Intenso profumo di cose passateIn questa edicola sacraPiccola nicchia di fedeIncassata fra due archi carichid’anniC’è sempre ancora qualche fiorefrescoE un bianco drappo ricamato dipietàAd ornare questa icona dipreghieraQuantiSu questo selciato pallido hannolasciatoBrandelli d’animaE quante vite dimenticate della vecchiacittàTre metri prima dell’arcoPassi incertiLa tenera Carmelina con i suoicaniGrandi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Gioco di nuvole”

Cercavo una nuvola da tempoUguale a quella del ricordoCosì passeggeraCosì teneraCosì inviolataCosì affascinanteMa si saLe nuvoleSono come la genteSempre diverseUnicheAttimi di vitaEterniInterminabili icone di panni distesi ad asciugare al soleO fugaciIllusorieVisioni di sognoSpazzate via dal vento di ponenteMi accorgevoBen presto di guardare il cieloEd aspettare invanoIl ritorno di quella nobile damaVestita di lucente rugiadaE di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il miracolo”

È tardiIl cielo celebra il miracolo della seraMi inchinoEstasiatoA questa armonia di coloriA questa tela magicaDipinta da un artista divinoSento ancora nell’ariaDelicati profumi della campagnaMi arrivano con una leggera brezzaInsieme a emozioni e immaginiDi questo limpido giorno d’autunnoAmmiro riverente la luce che si spegneNella cantilena di ogni giornoAdagioFra nuvole chiareNel cuore intantoUn segno improvviso di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Nuvole bianche”

Le giovani nuvole possono essere soggette agli stessi comportamenti che caratterizzano l’adolescenza umana.(Paulo Coelho) Sono nobili trame di setaSottiliVelati filamentiTrasparenti scie nuvoloseChiazze biancastreAccumuli di vapore freddo e densoChe ricordano la campagnaDi quel mio cielo amicoMobiliAstrali testimoniDel continuo mutare delle stagioniSono cirri che il ventoTrasporta in altoNell’aria fineAccompagnando le nostre storieVerso le lontane frontiere del mondoAntico […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Volare”

“Anche gli uccelli sono incatenati al cielo”(Anonimo) Ti tenevo per manoPiuma leggeraDella mia giovane esistenzaIn quel cielo grigio d’autunnoQuasi avessi le aliSul villaggioAl limitare del boscoPareva che l’amore di ogni casaIl calore e la passione di ogni lumeSotto quei tetti scuriSalissero fino a noiA inondare il volo innocenteDi due creatureSpinte dal ventoVerso il cuore della […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Dopo il temporale”

Non c’è niente di più musicale cheun tramonto. (Claude Debussy) Come quei raggi di fuoco trafiggono di luce lasolitudine del boscoCosì si sente ferita la mia animaDalla arditaArrogante furia del temporaleEra lo scroscio battente della tempestaA bagnare quelle guanceCosì profondamente brillantiTracce umide ancora di malinconica folliaScavate dalle lacrime del commiatoAccarezzate dal vivace mormorio delle frondeNell’ultimaInsistente […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il soffio”

Il lampo che candiscealberi e muro e li sorprende in quellaeternità d’istante.(Eugenio Montale) Una danza sfrenata di saettedalle geometrie più intriganti e disparateilluminava a tratti il sonno greve della campagnae il silenzio gelido del boscoUn soffio di luce dalla finestraaccompagnava fedeleil tepore del camino ancora accesoe scoppiettantequalche parola scambiataper sentirsi vivitra l’eco dei suonii colori […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Deserto di porfido”

La notte non è meno meravigliosa del giorno, non è meno divina; di notte risplendono luminose le stelle, e si hanno rivelazioni che il giorno ignora.(Nikolaj Berdjaev) Somiglia al mio vagareNell’universo di stelleQuesto deserto di porfidoDi tutti che riempivano la viaNon sono rimaste che le ormeNessuno ascolta la cittàA quest’ora della notteLe luci parlano da […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il sole nella stanza”

Tutta l’infelicità degli uomini deriva da una sola causa, dal non sapere starsene da soli, in una camera.(Blaise Pascal) Entra spavaldo questo splendente baglioreIrrompe benignoSul velluto di una pelle assetata di luceAccarezza il torpore del primo risveglioEsalta il senso dei miei pensieriAccende lentamente gli oggettiChiude gli occhi curiosi alla geometriaDi forme primitiveSemina i raggi fecondiDella […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Astri”

Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai, silenziosa luna?(Giacomo Leopardi) Una lieve carezzaQuasi un amplesso pallido e lontanoStende questa luce lunareSui tetti di casaCome un tenero soffioVaga testimone del cieloIlluminaIl solenne silenzio dei comignoliSi insinua discretaDi notteFra le sensazioni più intimeDanza leggera fra i miei inquieti pensieriAnima la melodia dei rimpiantiRichiama la nostalgia […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Glicine”

La lavanda e il glicine.Stesso colore, intensità di profumo e forme diverse. La lavanda corre verso l’orizzonte. Il glicine cade dal cielo.(Fabrizio Caramagna) Mi ritorna in mente quel cancelloRiccioli battutiDisegnati sui muretti umidiAncora dell’ultima pioggiaVolevo restare con quelle gocce di malinconiaDel fiore amicoPetali colorati di lacrimeAvvinte intorno a un albero del sentieroArmonici cromatismiAll’ombra dei lecciFra […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Locomotiva”

Fino all’anno di laurea è rimasto un simbolo dei commiati che sarebbero seguiti nella mia vita vagabonda… Occorreva una mezzoraPer raggiungere la stazione da casaSi sentivano presto i sospiri di quella macchinaAccompagnare l’umidità della nebbiaDegli anni SessantaPer non parlare dell’odore di carboneChe s’impadroniva dell’ariaIn quei mattini rigidi e scuriA fianco del commiato di turnoMi ricordoAndavo […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il poeta”

La poesia abita misteriosamente nelle parole,come l’anima dentro il corpo.(Raul Aceves) Se viene il poetaRegalagli un frammento dell’animaLascia per un momento la corsa della tua giornataL’affannosa ricerca che ti affliggeSegui l’esile danza delle paroleIntorno all’eternaIngannevole illusione del sognoIntreccia il pensiero ai contorniDi una ghirlanda profumata di glicineSulla chioma dorata di una fanciullaSentirai arrivare nell’aria la […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Immagina”

La logica vi porterà da A a B. L’immaginazione vi porterà dappertutto.(Albert Einstein) Immagina un altro mondoLontano da quiPuoi dirmi che è folleQuesto pensiero che riempie i miei sogniQuesto desiderioChe chiamano chimeraUna valle profonda e dolceLe macchie di epilobio sui pendiiDeclivi assolatiFino alle vette ancora candide di neveUna prateria sconfinataPunteggiata di ciliegi in fioreUn angolo […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Si avvicinano”

Vivere nei cuori che lasciamo dietro non è morire(Thomas Campbell)Mostrati a me, anche se soltanto come ombra! Basterebbe che venissi anche solamente in sogno(Euripide) Sono prossimi ormaiI giorni della memoriaCon il sentiero di foglie caduteNell’autunno dell’animaSi celebrano ritagli di vitaGuardo infatti vecchieImmagini sbiadite di tempi lontaniEsalano scampoli di sorrisiMisurati e sereniRivedo quelle sere trascorse insiemeAtmosfere […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Passo di Flamenco”

Colui che danza cammina sull’acqua e dentro una fiamma.(Garcia Lorca) Frenetica danzaPalo secoDell’antico destino gitanoIl rosso sanguigno dei ventagliScorre nelle vene della gente andalusaCanta l’estasiIl delirio dei filtri d’amoreIl ritmo leggiadroE l’armonia della riscossaRacconta quel lontano male di vivereInondato del profumo di uliviNell’ardente calura del tramontoIl battito sfrenato di tacchiInconfondibileImmediatoFebbrileSi insinuaCon i sospiri delle nacchereFin […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Occhi di cristallo”

Gli occhi, d’un grigio celeste o d’un celeste grigio – d’un colore un po’ incerto e ambiguo, il colore, ad esempio, d’una montagna lontana.(Thomas Mann) Rivive l’immenso azzurro del mareIn questi tuoi occhi di cristalloSi fonde con un lembo smarrito di cieloIl prezioso riflesso di topazioNelle onde spumeggianti prima della bonacciaSplende di magia l’oro della […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Pareva fosse amore”

Amore non è amore, se muta quando scopre un mutamento, o tende a svanire quando l’altro s’allontana.(William Shaskespeare) Pareva fosse amoreQuel lontano tramonto d’autunnoSul molo ancora ebbroDell’umido tepore del giornoQuasi un ponte disteso sulla piana increspata del mareSentivamo sulla pelleAncora caldaLa fragile carezza del ventoNei nostri occhi vagabondiL’incalzare minaccioso di quelle nuvole grigieAccovacciate sul profilo […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Disegni”

Il deserto non è quello che normalmente si crede, deserto è tutto quanto sia privo di uomini, anche se non dobbiamo dimenticare che non è raro trovare deserti e aridità mortali tra le folle.(José Saramago) Ricami lucidi di sabbiaDisegnano antichi contorni di sognoNel deserto infinito dell’animaArazzi profumati di sole radenteOmbre ebbre di riflessi d’argentoMorbide duneFemmine […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Lo specchio del cielo”

Pare talvolta che il cieloRispecchi la sete degli uominiUna sete atavicaPrimordialeOrridaEd è il colore delle nuvoleChe insegue il profilo dei montiCon questo rossoCosì fluidoCosì univocamente umanoChe richiama le chiazze di un campo di battagliaTrincee e granate di tempi addietroTante vittime solo per scrivereUn triste brano di storiaPer disegnare altri confini del corpoE cancellare i desideri […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Limoni”

Da quei fioriscioltidalla luce della luna,da quell’odore d’amoreesasperato,immerso nella fragranza,sorsedall’albero del limone il giallo,dal suo planetariodiscesero i limoni sulla terra.(Pablo Neruda) Sorridono i tuoi occhi all’intenso profumo dorato di questi frutti del soleDipinti di meraviglioso giallo citrino lucenteSento sulla pelle il calore della mia terraRespiro a pieno la brezza del mareMentre poco lontanaSi insinua nella […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Rabbia”

Le conseguenze della collera sono molto più gravi delle sue cause.(Marco Aurelio) Angoscia diffusa negli angoliDi questo spicchio di cieloColori struggentiInfuocatiDi una natura incantataLo stesso sentire nel profondo dell’animaOdore insistente di esistenzePiene di grigia afflizioneIntrise di bassaMalvagiaMediocreSelvaggiaAnimale istintivitàDrammi celati nelle pieghe della psicheCustoditi gelosamenteDietro l’indifferente clamore di folle straripantiDissenso protetto da barricateDi violenzaIn un brulichio […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Danza di colori”

Colui che danza cammina sull’acqua e dentro una fiamma.(Garcia Lorca) Piccola avrei voluto danzareCome le rondini nel cielo del casaleIntrecciare il mio volo tra fiocchi di nuvole rosaSfiorare gli angoli di azzurroE planare sullo specchio del fiumeNel magico incanto di delicate melodieSogno ancoraQuei fulgidi baglioriSfumare con i colori del braciere del tramontoQuegli slanci di giovinezza […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il racconto del cielo”

Stelle ovunque, d’intorno. T’han placato.Dalla notte guidato, ora il tuo cuoreAlle rotte del giorno può far vela.E pur se lo nascondi, si rivela:Sereno, pieno di mondi, e di aurore(Prof. Maurizio Maria Busso) Il cielo racconta la storia del mondoLo ricorda lo sguardo estasiatoDi una bimbaRivolto alle stelleArgentei frammenti di fulgoreProprio davanti a casaNon l’avrebbe mai […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Un posto al sole”

“Questo paese sconosciuto da cui nessun viaggiatore è tornato”(William Shakespeare) Prendeva discreto il suo postoNel piccolo campoCome appartenesse alla terraSua grande madreInseparabile compagna della vitaAnche nell’ultimo viaggioDalla pieveCon il prevosto e i chiericiAllineati dietro il carroE tutta quella genteGli pareva di andare al lavoroCome di consuetoIn quelle interminabili giornateSu quelle zolle feraciTestimoni mute di anni […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Orizzonti di rete”

Condannati a scriversi per sempre e non vedersi mai, è una delle punizioni dell’epoca contemporanea.(Fabrizio Caramagna) Accade agli uominiDi fare capolino nel cuore di qualcunoInvadere la sfera delle emozioniCome antichi guerrieri in armiSuscitareIntricate ragnatele di sentimentiAlimentare fugaci passioniDestinate a dissolversi nell’etereChiedere al mondo virtuale di compiere il miracoloDi unire molecole di vitaDistantiAnonime e ignoteCorpi velati […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Campane”

Sentivo giù per la valle il suono velatoDi una campanaMentre i prati dell’ultimo taglioRiflettevano il soleDel meriggio montanoOmbre lunghe sui pendii luccicantiRaggi adagiati sugli abetiCamminavo stanco ormai per il sentieroFermandomi a guardareDa vicino i fiori del monteLe foglie gialle delle betulle e delle robinieGli aghi dei larici sfioratiAncoraDall’odore di muschioQuanti pensieri sul cammino del monasteroUn […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Rosa champagne”

Perché niente io chiamo questo immenso universotranne te, mia rosa; in esso tu sei il mio tutto.(William Shakespeare) Era l’insistente raggio di luceAl tramontoDi quella tiepida giornataA illuminare il tuo voltoPaziente e mestoÈ sempre il ricordoDi quelle pupille appena sbocciateQuell’oasi di frescura e di desiderioIl sogno di quei vagitiSvanito in un attimoAd inseguirtiPer la vitaDa […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Scherzi della natura”

Un grattacielo è una spavalderia in vetro e acciaio.[A skyscraper is a boast in glass and steel].Mason Cooley, City Aphorisms, 1980/94 Hanno costruito questi scherzi della naturaGiganti di cemento in un mondoChe non è più il nostroGente senza casaVagabondi senza confiniCoscienze perdute nell’oceano dei sensiAnime affidate ai capricci del ventoCostruzioni del silenzio dello spiritoRampe di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Ode alla luna”

Dietro il profilo del monteVegli la affollata solitudineDi questa valleLontanaCompagna delle stelleVicina lampada delle vetteAmo guardarti cosìDove seiInviolata signora del cieloOltre i confini del desiderioPer affidartiTutte le immagini del misteroTutti i sospiri del sognoI colori amati del ricordoL’umana nostalgiaI rimpiantiLa goccia di speranzaPreferisco inchinarmi in preghieraNell’estasi discretaStruggenteDi quei raggi morbidiAvvolgentiPreziosiDella tua luce d’argento* Foto di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Ragnatele di speranza”

La speranza è quella cosa piumatache si posa sull’animacanta melodie senza parolee non smette mai.(Emily Dickinson) Incontro a questa disperataDesertaIndifferente danza di solitudineSpensierata gaiezzaDi uno spirito follettoArduo mi saràIncrociare quella velata malinconiaCompagna di veglie tutte ugualiTregue di pallide emozioniIntrecciate ai primi tepori dell’albaTrascinate a forza sul sentiero della vitaIn un galoppo affollato di pensieriCacciati nel […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il vento della vita”

Fra le vivaci braccia del vento. Se potessi insinuarmi.(Emily Dickinson) Vi ho conosciuti nella città del ventoInsieme da sempreSembra lontano quel giornoForse era primaveraUn vago profumo di fiori di campoDai contorni sbiaditi nella memoriaUno scalone su verso il BelvedereLa casa ospitaleIl segno della poesia nelle ardite tele alle paretiEra facile scoprire quel feliceSuadente sorriso nella […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Trovatore”

Forse dovevo nascere in altre epoche, tempi di dame e cavalieri. E anche di menestrelli che di castello in castello cantavano storie d’amore.(Marcello Vitale) Trovatore di queste valliLe note della vitaNel vento delle nuvoleDel cielo di ProvenzaMuovono pianoI tuoi capelli chiariScopro adagioQuasi per non svegliarne l’incantoLa tenue carezzaDel mite profumo di lavandaLe montagne sfidano il […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Via dalla folla”

E questa nostra vita, via dalla folla, trova lingue negli alberi, libri nei ruscelli, prediche nelle pietre, e ovunque il bene.(William Shakespeare) Incontrare la naturaScoprire i colori dell’animaE il profumo della terraSpaziareOltre il profilo di un campanileInseguire con il volo dell’aquilaIl disegno ardito delle vetteVivere ad ogni passoIntensamenteIl perenne alternarsi delle stagioniUnirsi al lungo sonno […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il profumo della bellezza”

La Bellezza non può essere interrogata: regna per diritto divino.(Oscar Wilde) Da bimbo ho sentitoAleggiare intorno un profumo sempre ugualeTenue fragranza che si ripeteva nel tempoNel sublime sorriso di mia madreNel tripudio di corolle della primaveraNel mormorio di fronde del boscoIn quel grande disco di fuocoNello struggente spettacolo della seraNell’infinito distendersi dell’orizzonteFra le nuvole bianche […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La luce nel bosco”

Sono molto appassionato di tramonti. vieni, andiamo a guardare un tramonto. (Antoine de Saint-Exupéry) Nel tramonto del boscoMagia del pendioSi insinua insistente la luceScompare lenta fra gli alberiDietro il profilo dei montiIeri quasi per miracolo le acacie spoglieSembrava trattenessero il soleA contrastare la gelidaProfumata carezza del ventoE il tenue commiato del giornoDileguandosi fra le nuvoleFino […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Pianeti”

Il cielo racconta…la nostra storia fin dai tempi più antichi: ogni popolazione del passato ha affidato alle stelle visibili ad occhio nudo i suoi miti e le sue leggende…”(Simonetta Ercoli) Vorrei un giorno viaggiare per l’ariaCon l’ardore dei cosmonautiAbitare curiosoUno di questi astriSperduti nell’universo del cieloDi quelli che si vedono con il telescopioO si immaginano […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Un giorno comune”

“Lo chiamano “nuovo” millennio nella eterna speranza che qualcosa veramente cambi: l’uomo, invece, è sempre lo stesso. Con il suo egoismo e con le sue passioni calpesterebbe anche la linea di confluenza di due eternità”(Giorgio Bongiorno) Nella notte di un giorno comuneLuci della cittàTutte presenti e allineate nelle stradeDeserte come cimiteri d’agostoDal bosco sono tutte […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Lavavetri”

SbattutoDa una di quelle spiagge bruciateE distese dal soleIntorno al deserto assetatoAll’incrocio di una metropoliLontana da casaSenti per un momentoAvvicinarsi il mareGli odori di incensoLe palme lucentiSotto la battigiaQualche monetaSmorfie e sospettoSguardi che non si incontrano maiAroma pungente di benzeneAssassinoUn sogno che ti addormentaE ti penetra piano nel cuoreCerchi invanoIl sorriso di qualcunoUn abbraccioUna carezzaCome […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Una sera ad Acitrezza”

Non volevo ricordareIl coro delle voci dei MalavogliaMenaAlessiN’toniL’eco del destino nella casa del nespoloQuel sospiro affannoso dell’abbandonoNegli occhiL’elegia del mareLa poesia degli scogliIl colore dell’estateL’odore insistente della pescataE la brezza profumata dell’ulivetoSiamo come i gabbiani della luceA disegnare in cielo ricami e voluteFra schiamazzi e picchiateSoli a cercare il gioco dell’anima intrepidaAli distese nell’aria limpidaTenera […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Quando il mare è un canto”

Il mare è senza strade, il mare è senza spiegazioni. (Alessandro Baricco) Intonano sereni versiLo struggente cantico del mareNel viaggio celeste dell’auroraVerso il rogo del giorno sull’orizzonteSento sugli irti scogli il tenue sospiroDelle onde inquieteDel ventaglio di schiuma della battigiaDolce carezza sulla sabbia inerteDel crepuscolo doratoSulla mia pelle scorreNel greve brivido della tempestaL ’aspra vita […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Un cardo”

Quando il cardo fiorisce e da un albero la cicala canoradiffonde l’armonioso frinire battendo le ali, è giuntoil tempo dell’estate, all’ombra e con il cuore sazio,beviamo allora il vino generoso godendo del dolce alitaredi Zefiro sul viso(Esiodo) Era l’incanto di un cardoDi quelli che punteggiano gli alti i pascoli montaniAlla fine dell’estateEra il magico splendore […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Della solitudine”

La solitudine non è mai con voi; è sempre senza di voi, e soltanto possibile con un estraneo attorno.(Luigi Pirandello) Mi chiedevi se la solitudineFosse quella immagine di alloraColtivata per anni nella nostra menteSbiadita dalla lente del tempoQuella melodia ritmataIncessanteInsistenteMonotonaO lo spettacolo di altre rive deserteLitanie di panchine distantiVuoteAbbandonateIlluminate dai lampioni della seraMesti messaggeri delle […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Senza tempo”

Un uomo che osa sprecare anche solo un’ora del suo tempo non ha scoperto il valore della vita.(Charles Darwin) Emozioni colorate di lucePensieri rallentati dalla calura di rocce erose dai millenniPelle arsaBruciataVagabondi fiocchi di nuvoleTrascinati dal vento sui lontani lidi degli astriSenza tempoSono le nostre ireLe nostre passioniI nostri desideriLe nostre chimereI nostri trepidi sogniLe […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Velo d’autunno”

L’autunno è una seconda primavera, quando ogni foglia è un fiore.(Albert Camus) SublimeInebriante fascino di questo veloSul cielo limpido dell’autunnoMagia di colori indorati dal sole radenteDi una lunga giornataTessuto di stanche chiome prone allo spirare del ventoE all’insistente scrosciare della pioggiaMaturoMalinconico brusioNunzio del vicino geloFoglie gialleRassegnate all’abbandonoDisegni di rami inondati di luceFra i filari lacerati […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il compleanno”

E alla fine, non sono gli anni della tua vita che contano. E’ la vita che c’è stata nei tuoi anni.(Abramo Lincoln) Il mio compleanno come il tuoViene sempre d’ autunnoIl soleAncora caldoI colori limpidiDelle foglie secche e infuocateAlla fine dell’estateI segni geometriciRitualiDella potaturaE poi il tramontoImpietosoIl gelo che pare nascere dalle viscereDella terraIl coro […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Alba a Siracusa”

Quando un’alba o un tramonto non ci danno più emozioni, significa che l’anima è malata.(Roberto Gervaso) Era l’albaDi un giorno come tantiI sogni della notteSvanivano cosìSpada di luceAll’orizzonte inondato di baglioriRicordo ancora quell’arco di nuvoleMonile colorato di candida speranzaPreziosa tela divinaColorata di rimpiantiE di dolci memorieIl nostro sguardo poiAttonitoPieno di stuporeRivoltoAl vivace scintillio di tutte […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Bandiere rosse”

Risuonano Antiche cantilene di fanfare Inganni solenni di bandiere Del colore del sangue e della menzogna Chimere tradite Spiegate al vento come aquiloni Folle impazzite Frammenti di diritti negati Lontani sospiri di libertà Cieli limpidi Ripuliti da ingiuste vergogne Voci innocenti Infiammate dall’ira e dalla miseria Restano Piazze vuote d’ebbrezza Nel silenzio sovrano del tempo […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Leggere le stelle”

L’astronomia costringe l’anima a guardare oltre e ci conduce da un mondo ad un altro.(Platone) Fra distratteIncrociateMagiche geometrie di luceRegine della notteUn bagliore di perle va dentro l’animaScava discretoScie ardenti di fuocoRubini celestiBruciano il calore di immensi spaziNel susseguirsi di preziosi moniliSenza lo scandire consueto del tempoSenza l’impronta di umane noieCon il lieto vigore del […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Carezze del vento”

Il destino assomiglia al vento, poiché ci spinge rapidamente in avanti, oppure ci rigetta all’indietro; contro di ciò poco possono fare le nostre fatiche e i nostri sforzi.(Arthur Schopenhauer) Uso chiamare carezze del ventoLe chiazze di epilobioErbe perenniChe dipingono i pendiiSemi portati dalla brezzaDelle valliA vagare insieme al ventoE a disegnareGrappoli di coloreNella tavolozzaDei boschi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Molo del tramonto”

Niente ferisce, avvelena, ammala, quanto la delusione.(Oriana Fallaci) C’è troppo amore al mondo.Incontri, innamoramenti, delusioni, presenze, assenze e il cuore batte all’impazzata.A volte penso che il paradiso sia un posto dove si è felici perché non ci si innamora più.(Fabrizio Caramagna) Pareva fosse amoreQuel lontano tramonto d’autunnoSul molo ancora ebbroDell’umido tepore del giornoQuasi un ponte […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La libertà”

I limiti dei tiranni sono stabiliti dalla resistenza di coloro che gli si oppongono.(Frederick Douglass) Viva la libertàSuonano le campaneCome il mare lontano della tempestaSpumeggia sulla battigiaChiesero ai galantuominiAi signoriAgli sbirriA Neddu il figlio del notaioAi preti ed alle stregheE al resto dei prepotentiIl perché di tutto quel soperchiare e succhiare l’animaVollero gustare la carne […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “I viandanti”

Il mondo è un libro, e quelli che non viaggianone leggono solo una pagina.(Sant’Agostino d’Ippona) Ma i veri viaggiatori partono per partire ebasta: cuori lievi, simili a palloncini che solo ilcaso muove eternamente, dicono sempre“Andiamo”, e non sanno perché. I lorodesideri hanno le forme delle nuvole.(Charles Baudelaire) Il lento cammino sulla strada del monteNon è […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Liturgia bianca”

La bianca liturgia del rosarioEra vicinaAlla piana azzurra del mareSorgente fulgida di vitaSublime riflesso del cielo sulla terraLa campana chiamava la gente del borgo alla lode del SignoreIn quell’angolo di pietà e di fedeSospesoNell’universo variegato dei colori dello spiritoLe barche lasciate sulla battigia insieme alle retiAncora umide dell’ultima pescataDentroNella frescura della cappellaCoronata di sfumature turchineDolci […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Di quei giorni di gioco”

Mi sovvengono spesso immagini remoteDi quei giorni ameni di giocoFra i pioppi della golenaVedevo solo gli altriCorrere lontanoSparire eNascondersi all’ombra dei cespugliParevano non esistereIn quel quadro bambinoIl colore era la sabbia della rivaErano le foglie degli alberiEra l’acqua del fiumeIl profumo era l’afa dell’estateIl rumore erano le grida dei compagniE il roco verso delle rane […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il taglio”

“A tutti quelli che sono vissutiaccanto alle terre d’acquae da questa hanno trattoIl senso della loro esistenza”(Giorgio Bongiorno- Poesia delle terre d’acqua”) Specchio d’argentoDelle acque solenni della grangiaNella memoriaL’antico rito del taglioLa festa sull’aiaGioiosaLa fisarmonicaIl colore e la luce della terraDei prataioliLa messe di giugnoIl cielo dipintoDi rosaIl sorriso velato eIl canto mesto delle mondineConsumate […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Parole”

L’uomo è un essere capace di pensare, di ridere e di mentire(Harald Weinrich) Perché non centellinare quelle paroleCon il senso di alloraCome nettare dell’animaPerché non riascoltareL’eco dei loro suoniEsili e vaghi frammentiDi sentimenti e passioniDesideri e sogniProfumi e immaginiLasciati su un foglioTestimoni del passatoEterei segnavia della speranzaNel bosco ventoso della vitaPerché non danzare intorno al […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Brina di rovo”

DiademaVenuto a incoronare l’umile cespuglio di moreDifficile dipingere la luceDi questi diamanti del cieloRicordo gli occhi lucidi di un bimboAi piedi di una duna del desertoQualche lacrimaBrillavaAll’ombra degli ultimi raggi del tramontoPetali profumatiDi una giovane bellissima corollaCome quelle gocce di brina lucenteSulle foglie ancora verdiDi un groviglio di roviNella solitaria campagna del mattino Foto di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “L’angelo bianco”

Giorgio Bongiorno ha dedicato a Gioia, la figlioletta di Silvia Minatel e Adalberto Conchin, una poesia in cui manifesta la sua struggente condivisione della sofferenza e della fede nell’attimo che ci tiene sospesi tra la contingenza dell’esistenza e la trascendenza della vita eternaMagdi Cristiano Allam Per ore abbiamo cercatoFra le viti cariche di grappoli doratiAccecatiDai […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La preghiera”

La preghiera non è un ozioso passatempo per vecchie signore. Propriamente compresa e applicata, è lo strumento d’azione più potente.(Mahatma Gandhi) Andavamo prima del loro giornoAttraverso i viali del cimiteroA portare mazzi di fioriQuando ancora la follaDelle ricorrenze era lontanaA poco a poco se n’è andata l’usanzaDi quella preghiera recitata insiemeCon l’animaNel geloE nella nebbia […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Lasciare il molo”

Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l’ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite.(Mark Twain) Sarà come lasciare il moloOltre quel lungo pontileDesertoSotto nuvole piattePrima della grande tempestaAbbandonare smarriti i colori del soleIl sogno intimo della […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Un mondo diverso”

Il mio sogno era di un mondoDiversoSenza violenze di spazio e di tempoFatto delle stesse albe e degli stessi tramontiDegli stessi fioriDegli stessi profumiDipinti da pittori celestiNella grande tela dell’universoPopolato da angeli gigantiCaleidoscopio di intenzioniVibranti con le corde dell’animaEra invaso poi da silenzi astraliE improvvise dolciArmoniche sonoritàPlasmatoDella gioia genuina di un incontroInnocenteCome sanno inventare i […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Bengasi, 3 Giugno 1942”

L’altra seraHo visto la tua medagliaParoleOrmai scolpite dal tempoSu un foglio ingiallitoSembra retoricaDell’onoreLa guerraIn casa d’altriLa corsa a cercare la gloriaDell’imperoE ti vedo ancoraSaltare da un autocarro all’altroFra mine impietoseGuardare la luna del desertoDipinta nel cieloPiù bella che maiSulle piste di CireneCon il fuoco nel cuoreVivere un giornoCome avresti volutoChe tuo figlioTi ricordasseDopo tanti anniGrandeNella […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO “Il deserto del cielo”

Il mondo stesso è il giudizio universale.(Arthur Schopenhauer) Se ancora fiorisse il deserto dell’animaE la danza incrociata di fontane lucentiAccompagnasse benigna il mio ritornoDagli angusti confini dello spazio e del tempoSe quel giardino infinitoDisegnato di dune e di nostalgia eColorato di avida speranzaFosse davanti ai miei occhi come oraLascerei questo incerto naviglioAlle ali maestose dell’aquilaAlle […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il ritorno del gregge”

La folla è un gregge docile incapace di vivere senza un padrone. È talmente desiderosa di obbedireche si sottomette istintivamente a colui che le si pone a capo.(Sigmund Freud) Passi compostiPigriUn greggeChe sembra non finire maiSenza tempoIn fondo al profilo della collinaUn sole opacoGrigie strisce di nuvoleE il tenue mormorioDi lontane chiomeDi alberiAlla fresca brezza […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Quante volte”

Migliaia e migliaia di anniNon basterebberoPer direIl minuscolo secondo d’eternitàIn cui tu m’hai abbracciatoIn cui io t’ho abbracciato.(Jacques Prévert) Quante volte mi ritorna in menteSempre più insistenteLa stretta di quell’ abbraccioIl sapore amaro di quell’ultimo bacioChe mi è rimasto addossoInsieme a quel viso giovaneLeggiadroQualche parola troncaSussurrata fraRumori incerti che si affollanoDa allora come nuvole di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Ci ritroveremo”

Un suono discende da molto lontanoAssenza di tempo e di spazioNulla si crea, tutto si trasformaLa luce sta nell’essere luminosiIrraggia il cosmo intero(Franco Battiato) Sono certo che ci ritroveremoCreature divineIn un coro di spiritiSenza specieSenza distinzione di razzaSenza coloriSenza bandiereSenza stendardiOltre l’orizzonte del mondoLà dove tutti i pianeti tramontano nella luceDove le tenebre sono da […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Lingue di fuoco”

Accendi un sogno e lascialo bruciare in te.(William Shakespeare) Lucenti e fulgideBeneficheGeneroseDistruttriciIntrepide compagneDi questo viaggio fataleScintille di ardenti passioniImmaginiDi sogni bruciatiDi illusioni e di desideri inappagatiCeppi profumatiRoventi talvolta di crepitanti emozioniIcone di momenti di gioiaChimere luminoseO attimi di dolore estremoOdore di carni dilaniateAquile voraciScagliate come dardiContro il divino PrometeoEroe del fuoco perenneTestimone della umana ricercaRapito […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Dove volano le cicogne”

Era MarcheggVecchie querceAttorno ai prati profumatiDella SlovacchiaNinfee distese sullo stagnoD’argentoCome quel quadro di MonetDi cui ricordo ancoraLa luceSolo quellaEra il galoppo incessanteVerso il castelloQuasi fossero sempre làScudieri del cieloAd attendereIl cavaliere della notteE l’orgoglio del presenteLontano dallaSteppa inondatadi odori e silenzi sacriArriveranno anche qui aCostruire l’altro mondoQuello miglioreQuello che riduceQuesti coloriQuesti saporiLa poesia dell’inchino pietosoDi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La canzone dei vecchi amanti”

Ti ho vista ancora oggi rinascere dalgelo dell’invernoCome un torrente placatoNel rosario delle stagioni della vitaZampillo di acqua limpidaFulgida gemmaSilenziosaSolenneSorgente di tenera passioneRispecchiataFra i sassi antichi della valleQuante volteHai chiesto alla luce radente deltramontoDi ritardare con me il buio della notteIl disegno sempre uguale di quellestelle del nostro cieloChe conoscevamoUna per unaAbbiamo vissuto l’inquietante caloreDi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Cantilena del mare”

Non riesco a pensare a nessun altro edificiocostruito dall’uomo che sia altruistico quantoun faro. Sono stati costruiti solo per servire.(George Bernard Shaw) Risuona dolceE riverbera ingenuaOltre il possente riposo dei secoliQuasi fosse un triste presagioQuesta amena cantilena di preghieraUn coro che non conosce silenzioUn perenne mormorio di fluttiSullo scoglio solitario del gelido canaleSfiora superba gli […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Le mie nuvole”

Le mie nuvole sono palpiti del firmamentoVeli che coprono l’indifferenza pigra della campagnaColtri del letargo assetato della terraCalici dell’umore vitaleSfumate contese ai raggi insistenti del soleAneliti distesi dell’animaSospinti dal vento fino alla soglia dell’orizzonteDanze di fiocchi candidiCome frammenti di alti cirriTremanti e irraggiungibiliQualche volta si rabbuianoImbronciateMinacciose e superbeE piangono fragorose lacrime di pioggiaIlluminate da lampiDi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “I miei anni”

I vent’anni sono più belli a quaranta che a venti. (Roberto Gervaso) Rincorro questi miei anniSfuggentiCome facevo una voltaIn quel rigido invernoDel grande fiumeNei sogni di un bambinoCon quei colori di sabbiaQuelle lunghe barche allineate al portoQuei cespugli intirizzitiNella campagna sornionaQuella brina distesa fin nella golenaE quei boati sordiDella guerra lontanaSento nelle viscere quel gelo […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Era Novembre”

Il fiume è dentro di noi, il mare tutto intorno anoi.(Thomas Stearns Eliot) Mentre ricordo il torpore della campagnaCome fosse ancora sotto i miei occhi stupitiMi inonda il profumo degli alberiA guardia dei prati lucentiHo dimenticato il sordo fragore dell’alluvioneLa furia dei gorghiIl risucchio delle chiatteL’ultima fragile difesa degli arginiHo perduto i lamenti dei vecchiStanchi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Aspettando la notte”

Ma tu chi sei che avanzando nel buio della notte inciampi nei miei più segreti pensieri?(William Shakespeare) Verrà la notteLieve e solenneA intrecciare colori turchiniE preziosi anfratti di speranzaAl trepido recesso dei nostri pensieri Verrà la notteLieve e solenneA cancellare scampoli di ricordiA disegnare i profili di magiche iconeNell’universo libero del sogno Verrà la notteLieve […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La luce delle more”

“Sacro a Saturno, maltrattato dal linguaggio dei fiori che gli attribuisce l’invidia, uno dei peccati capitali, il rovo è amato dai poeti, che lo ritengono degno di adornare il regno dei cieli. Cresce nei luoghi assolati e polverosi, non gli importa di avere vicini calcinacci, desolazione e rovine. “https://www.taccuinigastrosofici.it/ita/news/antica/ortaggi-frutta/Rovo-di-more.html Quando bambino correvoFra i rovi a […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Nati a novembre”

Ed è novembre. I pomeriggi sono più laconici e i tramonti più austeri. Novembre mi è sempre sembrato laNorvegia dell’anno.(Emily Dickinson) C’è ancora nebbiaIn quei ricordiIngialliti come le foglie d’autunnoUna coltre densa e insidiosaQuel freddo gelidoLa galaverna del mattinoCome una spada che ti entra nelle ossaAnche quella neve che in pianuraImbianca le cime spoglie dei […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “La tempesta”

La tempesta è capace di distruggere i fiori ma è incapace di danneggiare i semi.(Khalil Gibran) È l’anticaImplacabile sfida dei navigantiSoffio incantato dell’universoCieli plumbeiVenti impetuosiBagliori accecanti di fulminiOnde minacciose e solenniNavigli frantumati sugli scogliÈ l’eterna nobile buferaInghiottita dentroDall’angoscia della passioneFuoriDalla rabbia di elementi spavaldiSinfonia malefica e bizzarraDi un’orchestra infernaleDi odio e amoreTravolgentiTestimoni di vendetteScatenate negli […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il tempo”

Quello stormo d’ ali distese fra ciuffi di nuvolegrigieImbronciateOltre i pioppi allineatiNei campi nebbiosi di un giorno d’invernoDisegna nella tavolozza del cieloMagiche piroetteDanze vorticoseRipetuti gorgheggi sempre più in altoA sfiorare gli alteri confini del cieloInsegue la corsa di pensieri distrattiFuggiti in qualche angolo di casolareSperduto nel vuoto letargo della campagnaNidi appesi ai rami spogliCome case […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Raggi indiscreti”

Raggi di luce si posanoIndiscretiSul pascoloAncora umido dell’ultima pioggiaStrascichi di nuvoleAccarezzano il verde della campagnaQuello che vuole la terraÈ ferace intreccioDi fecondi virgultiÈ la sfida dei cespugli fioritiÈ serena abbondanzaÈ semplice prosperitàAccecati dalla gelosiaAbbiamo incatenato la naturaCome si fa di un’amanteRinchiusa nel cemento delle nostre metropoliCalpestata sull’asfalto delle nostre stradeCrocifissaFra le barre d’acciaio dei nostri […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Attimi”

Non si ricordano i giorni, si ricordano gli attimi.(Cesare Pavese) Densi di oblioI momenti del mio ricordoOmbre scureFantasmi dimenticatiBrevi radure nel bosco della vitaRaggi lucenti di pensieroSuoni una volta nitidiConcretiProfumi di passatoAromi di remote fragranzeChiazze di immaginiMorbide e sfumateFra i pendagli ostinati del presenteUna sardana che ritornaSu sé stessaOrgogliosaDanza di immaginiInclemente e disadornaAngoscia e gioia […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Ore di notte”

Ore solitarie di profondiIndefiniti silenziPalcoscenico di rumori sordiRemotiDietro il sipario delle nuvoleUn vocio di attori distrattiStorie vagabondeIl profumo di fiori spezzatiUna cascata di petali senza vitaCorolle smembrateErba umida del pratoSento intornoUn frinire insistente di grilliIl mormorio degli alberiRisposta ai capricci del ventoSoavi ebbrezze della notteSchiere di fateSirene della campagnaVeli come aliVestite dei colori dell’ingannoLitanie di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il miracolo di Fabrica”

A qualcuno un miracolo non bastaE non sono pochiPavidiA temere che neanche il supremo simboloDel cambiamentoPossa sconfiggere radicati problemi di sempreE non sono pochiChe pensano che neanche il supremo segnodivinoPossa cancellare le radiciDi questa gabbiaDi questa trappolaChe chiamiamo da tempo burocraziaDi questo stato che non ama sé stessoDi quello stato che non ama i cittadiniDi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Chi sono?”

Chi sono i fantasmi che affollano il cieloDisegni di una tela celesteNuvole in corsa verso l’ultimo soleCome spettri affannati del piacereFugaci invisibili apparizioni dello spiritoSono parole sussurrate dallo spazioSembianze vagabonde di immagini inquietePlasmate dal vento d’alturaTracce di anime defunteAffreschi sulle pareti di vecchi palazziEsigue fiammelle nei saloni vuotiMessaggi lanciati oltre il confine del mondoVortici di […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il mio tempo”

Sta come un pesceche ignora l’oceanol’uomo nel tempo.(Issa Kobayashi) Non era consuetoMisurare la distanza del tempoNei giochi dell’adolescenzaQuando il giorno pareva non dovesse mai finireNel solitoInfiammato crogiolo del tramontoE la notte si perdeva buia nei meandri morbidi del sognoQuando anche l’amoreCon il sapore della passioneSi immergevaAltero nell’oceano della vitaFra onde minaccioseOraSu quella linea sterminata del […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Di corsa”

È di corsa che assistiamo allibitiStupefatti ad ogni angolo della stradaIgnari spettatori della menzognaDi tutti i giorniCostruita di corsaArteficiDell’aria che si insinuaMalvagiaSottileDisinvolta ospite delle nostre membraTestimone ignaraDella fine frettolosa di tante speranzeDel sogno di una natura incontaminataE del mistero eterno della luceOccupati come siamo a trafiggere il prossimoA vincere sfide impossibiliA comunicare i nostri successiLe […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il mattino”

Uno sguardo fugace al sentiero del boscoI consueti saltelli del merloCompagno del mite aroma del risveglioUn tenue pensiero all’orizzonte lontanoSui lidi antichi della storiaTi vorrei dedicareL’arcano segreto dell’albaIl primo bagliore della luce del giornoPerché abbiamo scopertoDi volare insiemeIn quest’aria così fineTi affido il mormorio della brezzaAttraverso le fronde più alteI profumi di pelle che inseguono […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Trame”

Sono trame di sabbiaI nostri giorniLinee ordinate e susseguentiPiegate al volere della mareaSottili intrecci di desideriEventi allineati fino all’orizzonteEmozioni scolpiteUna dopo l’altraTessute ad arte dai venti della baiaE dai capricci alterni della risaccaMonotone sagome di chimereInesplorateSimulacri di sogni inseguitiRimasti intatti nel letargo della notteE mai dimenticatiFantasmi brillantiSpiriti abbandonatiIllusorie apparizioniCelate nella renaFra tutte quelle orme ugualiDeposte […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Dedica”

Al cantoDolce e incredibile della seraHo dedicato i miei versiAl sapore di mieleDell’ auroraHo intonato la melodia del commiatoE sono tornato stancoCome sempreA cercareIl senso del miracoloIl sapore della nostalgiaQuando ormai poche luciE pocheVociMi avevano seguitoA chi viene dalla pianuraE cammina nella campagna alla luce del tramontoCome meA chi ha addosso quella nebbia gelida dell’invernoFastidiosa […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Il miracolo”

È tardiIl cielo chiama al miracolo della seraMi inchinoEstasiatoA questa armonia di coloriA questa tela magicaSento ancora nell’ariaDelicati profumi della campagnaMi arrivano con una leggera brezzaInsieme a emozioni e immaginiDi questo limpido giorno d’autunnoAmmiro riverente la luce che si spegneCome ogni giornoAdagioFra nuvole chiareNel cuore intanto un segno di umana riconoscenzaMentre trascinato da questa meraviglia […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Mani giunte”

Gli antichi dicevano che pregare è respirare. Qui si vede quanto sia sciocco voler parlare di un “perché”. Perché io respiro? Perché altrimenti morrei. Così la preghiera.(Søren Kierkegaard) Una voltaAl crepuscolo della campagnaQuando il sole cominciava a indorareL’orizzonte di fuocoDietro il severo profilo dei montiDopo una lunga giornataBenedetta dalla fatica contadinaQueste mani si trovavano giunteNella […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Ritorno”

“Il passato è la sostanza dicui è fatto il tempo.”J.L.Borges, L’Aleph Sento nell’ariaUn tenue profumo di nostalgiaQuella dei pioppi allineati nella nebbia di casaDei campi dopo la pioggiaDel guizzo delle lepri impaurite nella campagnaDelle pannocchie dorateDei covoniDei temporaliDelle aie roventiGiunge a me il monito di rintocchi viciniLascioLa cantilena della corsa di oggiNell’illusione di abbracciare il […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Adesso canto”

Torno in una città che una voltaPensavo fosse la miaUna città che non ho mai traditoE che riconoscoOggiDopo tutti questi anniMi richiama a quel tempoIl fiume ingrossatoImpetuoso e sornione come fa spesso a novembreLa torre in fondo al vialeMaestoso teatro dei nostri giochi furtiviDelle fughe monelleE delle nostre innocenti trepidazioniTutto il resto ha mutato vestitoCasePalazziFino […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Correre”

Correre è lo spazio aperto dove vanno a giocare i pensieri.(Mark Rowlands) Correvo spesso di fianco al casaleSu quel lungo tratto drittoFra i campiAppena seminatiMi pareva di vivere quel mio ansimareQuel verde sfumato intornoCome un momento feliceDella mia infanziaMi accade ora di rivedere quei coloriDi riprendere la corsaDove l’avevo interrottaBambinoPer raccogliere una violaSulle sponde del […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Città di campagna”

Amo ancora quell’odore d’estateDella campagnaChe arrivava fino in piazzaCorrevo da casaSu per i ciottoli della viaPer giocare senza treguaA nascondermi nei vicoliVicino al DuomoGrandeMaestosoCustode di quelle pacifiche risseSi faceva guerraNei territori di confineTante grida che volevano essere spariArsenali di pezzi di legnoForgiati a fuciliAbilmente nascosti nei posti più impensatiOgni tantoRicordando i compiti di scuolaSi sparivaRisucchiati […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Balcone senese”

Sospeso nel bosco sulla collinaangolo di pizzo sulle cime ventate dei lecciraccoglie ancora sguardi indiscreti di secoli lontaninostalgie di passioni celatefra macchie di prati indoratistormi di pensieri senza temposottili armonie di archiche ancora accarezzanole nuvolecon la tenue brezza dell’orizzonteAneliti antichi adagiati nel grande letto della valleinsinuati nelle pieghe del monteverso i quieti casali del borgointensi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “C’era una volta il fiume”

Si può deviare un fiume dal suo corso,non farlo risalire alla sorgente.(Georges Braque) C’era una volta un giorno di soleLa campagna sonnolentaIl fiumeChiaro e pigroInondato di pappi stellatiSfuggentiMorbidiLeggeriLuccicantiCome nel quadro dello zio RenzoNell’ansa dell’isola d’oroImperlati dalle gocce impietoseE dall’odoreDell’amore recenteSi guardarono a lungoAll’ombra del gelsoDove la rena brillanteSi mescola alla prima terra brunaDel campo e […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Domani”

Anche se il futuro sembra lontano, in realtà comincia proprio adesso.(Mattie JT Stepanek) È un altro giorno che muoreAdagioInterminabile e pigroInsiste il baglioreMalinconicoDi quella spada di luce sulla piana del mareFino al crepuscoloLascia poiAl silente letargo della notteLa speranza dell’alba di domaniLuminosaSolenneIneluttabilmenteUguale alle tante altreDi questo viaggioInsegue i nostri giorniCome un rapaceLa sua predaLa caparbia […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Commozione”

Per commozione si intende unforte sentimento che provocasconvolgimento emotivo, provato insituazioni che suscitano pietà,ammirazione, ansia, affetto o tenerezza.Tale sentimento può essere talmente intensoda suscitare tremore,magone, lacrime e pianto.(Wikipedia) Àncora del sentimentoAltalena dello spiritoDanza della sofferenzaRinsaldi di abbracci fecondi le emozioniPietosa tappa del nostro camminoForte come il faro nella buferaRicordiLamenti di lotte fratricideStorie di vittime e […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Un altro autunno”

Poi l’estate svanisce e passa, e arriva ottobre. Si fiuta l’umidità, si sente una chiarezza insospettabile, unbrivido nervoso, una veloce esaltazione, un senso di tristezza e di partenza.(Thomas Wolfe) Amo dell’autunnol’incanto magico delle cromieIl fruscio dei miei passi sul sentiero di casaI limpidi riflessi fra gli alberiI frammenti velati di luceLe emozioni sfumate delle nuvoleI […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “L’arpa d’oro”

L’architettura è un fatto d’arte, un fenomenoche suscita emozione, al di fuori dei problemidi costruzione, al di là di essi.La Costruzione è per tener su: l’Architettura èper commuovere.(Le Corbusier) IntonaSirena senza terraLa tua dolce canzone gitanaGorgheggia fulgidaNobile arpa indorata dalle luci infuocate dellaseraSento ancora echi di giorni lontaniSepolti nelle voraci spire del tempoIl prezioso sciame […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Fuochi d’artificio”

StelleGirandoleSpaccate fulgideFiamme fatueLampi vagabondiIsterici bagliori nel buio della notteVanno a spegnersiE adagiano code fumanti nei boschi della collinaEtereoProfumato d’incensoMagico e leggero è il sospiro della festaTenue il soffio dell’animaFiori di fuoco sfavillanoEd esaltano la mia altera solitudineColtivata con orgoglio insistenteNel nobile gelo di questo magico invernoTuonano finti temporali dipinti nel cieloColorato di iridata euforiaIl tempo […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Fuochi “

Occhi assonnati di bambiniRivolti alla fiaba del cieloBagliori vividi stagliati nel quadroDella notteSfavillano per un momentoFatui gomitoli di luceSfide fiammanti verso le stelleLampi improvvisi d’argentoMeraviglie nel buio antico eRipetuto della terraFugaci come nei temporali d’estateFrammenti disordinatiDella fine prossima della festaAncora note incalzanti di tamburiRitmi di lontane tribùAnce di sassofoni impazzitiFra la folla distratta della piazzaI […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Radici profonde”

Di notte sogno che tu ed io siamo due piante che son cresciute insieme con radici intrecciate(Pablo Neruda) Ho percorso oggiIl sentiero che porta alla sorgenteDella parolaHo sentito il desiderio di aprireLo scrigno del linguaggioDi seguireLe radici dei primordiForgiate nella fucina del tempoMomenti di rara efficaciaMiracolo della linguaMonile di preziosi coralliQuasi una sublime congiunzione diGridi […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Nemici”

Troppo spesso togliamo tempo ai nostri amici per dedicarlo ai nostri nemici.(Hermann Hesse) Erano tanti sogni coloratiChimere di gioia e di giovinezzaAllineate nel cielo di casaErano slanciErano giochiRivolti al sorgere della vitaErano sorrisiSprezzanti del pericoloErano aneliti di speranzaErano volti affacciati all’avanzataErano nemiciSfacciatamenteAvidi di conquistaAttori inconsci di un gioco di potereChe qualcuno aveva chiamatoDifesa dei confiniSono […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Una tela nel cielo”

Pare oggetto di una tela celesteDipinta da un artista divinoLa melodia di coloriAll’alba invernale di stamaneÈ una danza di nuvole rosateAttorno al profilo dei montiNon ci sono tinte così tenuiSfumature così dolciSulle tavolozze del mondoAccompagno l’arrivo del giornoCon uno stupore bambinoAmmiroLa giostra di luceScintillare discretaFermarsi un momentoPosarsi come un abbraccio sulle pendici del boscoE scoprire […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Ciliegie Ferrovia”

Le chiamavano ciliegieFerroviaQuesto lucidi frammenti di solePrendevano il trenoCome i tanti migranti di alloraCon questo caloreFin dentro l’animaCon i profumi di questa terraCon le stazioni piene di angosciaPer quei lontani commiatiOggiSbocciano petali di nostalgiaSiamo tutti un pezzo di quella genteDi quegli affanniDi quei sogni soffocatiE nel fumo di afose estati metropolitaneQuesti lucidi frammenti di soleVestiti […]

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Mani ruvide”

Sfioravano lieviI nostri visi bambiniQuelle mani ruvide di un tempoParevano tutti ugualiAffaticati e solenniNegli occhiQualche lampo di gioiaDifficile scorgere l’aria di festaNei colori sbiaditi della piazzaL’afa del solleoneL’attesa impaziente delle messiLa profonda sottile malinconia dei loro sguardiDipingono ancora il quadroConfusoDi quei teneri ricordi Foto di copertina: “Mani ruvide” dal web

LA POESIA DI GIORGIO BONGIORNO: “Bugie”

In tempi di menzogna universale, dire la verità è un atto rivoluzionario.(George Orwell) Per rendere la verità più verosimile, bisogna assolutamente mescolarvi un po’ di menzogna.(Fëdor Dostoevskij) Dio mio, le lingue degli uomini sono piene di inganni.(W. Shakespeare) BugieMenzogne e abili reticenzeMiraggi aperti o speranze fasulleDiscorsi vuotiNel deserto dell’animaFra danze di dune sabbioseTropi e analogieEufemismi […]