MARCELLO VENEZIANI: “La fine che fanno i dissidenti, a est e a ovest”

Da una parte c’è una vera autocrazia, dall’altra parte c’è una falsa democrazia. La morte di Alexei Navalny e la vicenda di Julian Assange possono essere sintetizzate in questo modo un po’ brutale. Da una parte un regime autoritario, erede della storia sovietica e zarista, viene accusato della morte di un dissidente, detenuto nelle sue prigioni e verosimilmente ucciso. […]

MARCELLO VENEZIANI: “Dopo trent’anni tutto si ripete, nonostante i fatti”

Trent’anni fa, il 1994, tornò il fascismo in Italia dopo mezzo secolo di esistenza clandestina. La discesa in campo di Silvio Berlusconi, la vittoria del suo centro-destra con i postfascisti di Alleanza nazionale, fu salutata come il ritorno del regime mussoliniano. Ne scrissero allarmati alcuni intellettuali, vari giornali e non poche riviste; ricordo le pagine di […]

MARCELLO VENEZIANI: “Chi minaccia la libertà in Italia?”

Ma davvero la libertà è in pericolo nel nostro Paese col governo Meloni? A dirlo, in verità, sono in pochi, e molti di quei pochi non ci credono nemmeno loro, lo dicono per una sorta di offesa d’ufficio, come c’è la difesa d’ufficio. Pochi scalmanati lo gridano nelle piazze, pochi partigiani lo ripetono sui giornali […]

MARCELLO VENEZIANI: “La favola dell’uccellino viola”

Voi non avete conosciuto Uccellino. Era un piccolo dio volatile, venuto dalla Svezia, che assumeva delicate sembianze umane. Si chiamava Kurt Hamrin, soprannome Uccellino, ed era la mitica ala destra della Fiorentina tra la fine degli anni cinquanta e la fine dei sessanta. Leggero come una piuma, con un tocco di palla lieve ma ficcante; le […]

MARCELLO VENEZIANI: “Elogio degli agricoltori col trattore tricolore”

L’Italia tifa per gli agricoltori. I sondaggi parlano di un consenso ampio della popolazione. Consenso tiepido, non militante, ma verace. Non succede mai: ogni protesta viene vissuta con fastidio dai cittadini, soprattutto quando riguarda settori vitali come i trasporti, la sanità, gli uffici pubblici, per le ricadute di disagio pubblico; anche le proteste studentesche non […]

MARCELLO VENEZIANI: “L’inganno dell’amore libero”

La festa di san Valentino è un’occasione banale e venale per compiere una riflessione verace e non superficiale sull’amore. L’industria, il commercio e i media si sono impossessati da tempo di san Valentino con una sdolcinata campagna di propaganda e consumo. Il rischio di finire nel calderone delle banalità è assai alto, ma non è […]

MARCELLO VENEZIANI: “Amare come ritorno alla realtà”

Intervista a cura di Claudio Siniscalchi Marcello Veneziani è un intellettuale in perenne movimento. Vive a Roma, in Trastevere. Ma dopo due giorni avverte l’esigenza di scappare. La presentazione di un suo libro. Una conferenza. Una discussione. Un evento. Una visita alla natia Bisceglie. Ogni espediente è valido per filarsela dalla Città Eterna. Si ferma […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il ricordo, il palco, l’oblio”

La giornata del Ricordo coincide quasi sempre col festival di Sanremo, sicché si assiste ogni anno alla penosa trattativa Stato-spettacolo per elemosinare una pillola – piccola, fredda e svogliata – di memoria delle foibe sul palcoscenico canoro.  Orfana spaesata nel calendario delle ricorrenze, la Giornata del Ricordo ha mantenuto lo statuto di festa sottufficiale, coatta e minore, […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il disamore per la politica”

In un editoriale sul Corriere della sera, Sabino Cassese rilevava sconfortato la crisi epocale delle democrazie nel mondo. Sempre meno paesi sono retti da governi democratici, sempre meno abitanti nascono nei paesi democratici, sempre meno cittadini vanno a votare nei regimi democratici. Un deficit politico, demografico e istituzionale. Cassese passa poi ad analizzare le cinque ragioni di […]

MARCELLO VENEZIANI: “L’abominevole fascismo è morto ma vive ancora”

Arrendiamoci. Dopo aver sostenuto per anni che il fascismo è morto e sepolto e nessun uomo di senno può pensare di riproporlo oggi, dobbiamo prendere atto che invece “il fascismo non è mai morto” come recita il titolo dell’ultimo pamphlet di Luciano Canfora, storico antichista e comunista non pentito. Saremmo negazionisti se ci ostinassimo a non […]

MARCELLO VENEZIANI: “Nausea da overdose di Sanremo”

Mi dice un amico: non vedrò il festival di Sanremo per nausea, come se l’avessi già visto, con tutte le anticipazioni e i programmi dedicati da mesi. In effetti arriviamo al fatidico Festival e non lo sopportiamo più dopo cento giorni di bombardamento televisivo quotidiano. Dovevano servire a promuovere l’evento e a generare l’attesa e […]

MARCELLO VENEZIANI: “Si riparte dall’amore”

L’Amore necessario è il mio nuovo saggio appena uscito da Marsilio dedicato alla forza che anima la vita e muove il mondo. Non è un saggio sull’amore romantico, sulla coppia, sull’eros ma un viaggio nelle varie forme dell’amore che coinvolgono corpi, anime e menti e muovono uomini, animali e forze della natura. C’è l’amore degli amanti […]

MARCELLO VENEZIANI: “L’arte negata dal circo etno-sessuale”

A sette secoli dalla morte di Marco Polo, Venezia si candida a capitale mondiale della morte dell’arte, dell’occidente e dell’uomo secondo natura. Va in scena da aprile alla Biennale dell’Arte l’ennesima mostra nero-trans, a cura di un curatore queer brasiliano. Da anni la Biennale è un disco rotto: gracchia all’infinito il suo messaggio woke, antioccidentale e […]

MARCELLO VENEZIANI: “Partito Conformista Italiano”

Quale partito governa l’Italia? Il Partito Conformista Italiano, in sigla PCI. È un partito che travalica chi governa. E’ il partito che realmente determina l’agenda del Paese, il dibattito quotidiano, le priorità da affrontare; e che orienta chiunque abbia ruoli di potere, gestione e influenza nel nostro Paese. Il Partito Conformista Italiano esprime il Presidente […]

MARCELLO VENEZIANI: “La Rai, ultimo ritrovo dell’Italia pubblica”

Quest’anno la Radio festeggia i cento anni e la Tv i suoi settant’anni. Dai tempi dell’EIAR, la radio televisione italiana è stata lo specchio principale in cui si è riflessa l’Italia, il suo album di famiglia in movimento, il diario pubblico e privato di un’autobiografia collettiva; ma soprattutto è stata la principale azienda culturale e […]

MARCELLO VENEZIANI: “Ricominciare dall’amore, la nostra salvezza”

Da dove viene fuori il mio nuovo saggio dedicato a L’amore necessario, che esce oggi da Marsilio in libreria? Dov’è finito il critico del presente, il polemista? Potrei rispondere che non da oggi mi occupo di temi esistenziali che incrociano la vita col pensiero, i rapporti tra gli uomini e il vasto campo dei sentimenti, dei […]

MARCELLO VENEZIANI: “L’Occidente contro il resto del mondo”

Il mondo che lascerà Joe Biden al termine del suo mandato è una bomba a orologeria, un pianeta ulcerato ed esplosivo, a sud come a est, tra scenari di guerra e tensioni internazionali, dall’Ucraina alla Palestina, a tutto il Medio Oriente, alla Corea, alla Cina. E dall’Onu alla Corte dell’Aia. L’odio verso l’Occidente è cresciuto nel […]

MARCELLO VENEZIANI: “2024, fuga dalla politica e dai giornali”

Qual è l’effetto Meloni sulla diffusione della stampa in Italia? Una vecchia tendenza dell’informazione di solito premiava in modo particolare i giornali all’opposizione dei governi in carica. E’ più facile e più esaltante fare un giornalismo contro; fa più notizia, capitalizza la critica permanente verso il potere. Stavolta invece il calo è generale e si accanisce […]

MARCELLO VENEZIANI: “Piano con l’autonomia ma a sinistra hanno la coscienza sporca”

Gli ultimi che possono protestare contro l’autonomia regionale sono le forze di sinistra, a partire dal Pd. Fu un governo di centro-sinistra nel 2011 a varare la sciagurata riforma del titolo V della Costituzione, poi sostenuta anche dal centro-destra, che è la premessa logica e necessaria all’attuale piano dell’autonomia. E non solo: neanche i 5 Stelle possono […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il nuovo conformismo che ci sommerge”

Intervista a cura di Nathan Greppi del Centro studi Machiavelli per il libro Wokeismo, cancel culture e oicofobia appena edito da Historica edizioni 1) Che differenze ci sono tra il politicamente corretto di oggi e i conformismi sociali delle epoche passate? Il conformismo è una tendenza permanente della società ma tradizionalmente attingeva al senso comune e alla […]

MARCELLO VENEZIANI: “Quando il cinema ti riporta alla vita”

Buone notizie dal cinema. Non ci sono solo i prodotti stucchevoli del rococò woke, i film prigionieri nella trama e nelle immagini del modelli prefabbricati che sai già come si svolgono prima di entrare in sala, a colpi di gender, femministe, migranti, neri, green, nazifascisti, eterne vittime, eterni colpevoli, il Bene e il Male, il […]

MARCELLO VENEZIANI: “Lenin fu il vero padre del totalitarismo”

Quando morì Vladimir Illich Ulianov, detto Lenin, il 21 gennaio del 1924, la delegazione dei comunisti italiani al suo funerale non era guidata da Gramsci o da Togliatti, ma da Nicola Bombacci, per espressa volontà del Cremlino. Bombacci era il compagno italiano più vicino a Lenin; era a capo dei massimalisti rivoluzionari, guidò la scissione dei comunisti, […]

MARCELLO VENEZIANI: “L’impossibile famiglia queer”

Michela Murgia aveva talento, carattere e ispida umanità. Agli antipodi dal suo modo di pensare, di vedere e di sentire, riconosco la passione civile che ci metteva nelle sue battaglie. Poi era insopportabile la sua intolleranza verso chi non la pensava come lei e che lei riduceva a fascista. Il suo ultimo libro postumo, Dare la […]

MARCELLO VENEZIANI: “Gramsci? No, grazie”

Giù le mani da Antonio Gramsci, hanno tuonato a sinistra quando il ministro della cultura Gennaro Sangiuliano ha osato proporre una lapide commemorativa del pensatore alla clinica Quisisana di Roma dove si spense nel 1937. Curiosa l’intolleranza bilaterale della sinistra: se il governo di destra celebra un autore di destra viene accusato di occupare manu militari la cultura; […]

MARCELLO VENEZIANI: “La gioia di pensare con gaia scienza”

Dedico questa riflessione su Nietzsche a Sossio Giametta, scomparso ieri, grande traduttore e interprete di Nietzsche e di Schopenhauer, autore di mirabili saggi e carissimo amico di antica data. “E’ stato il gennaio più bello della mia vita”. Così scrive da Genova Friedrich Nietzsche al suo amico Peter Gast. È il 1882, Nietzsche non ha […]

MARCELLO VENEZIANI: “C’era una volta il saluto romano”

Non prendete questa cicalata sul saluto romano per un pezzo di nostalgismo politico e nemmeno per una chiosa alla cerimonia di Acca Larenzia, di cui abbiamo già scritto, e un commento alle previste condanne per apologia di fascismo. Sarebbe surreale e insensato, fuori luogo, fuori tempo. Questo è puro vintage, racconto di colore, dove la nostalgia […]

MARCELLO VENEZIANI: “Ma la storia ha smesso di nuocere”

Cosa può insegnare la manfrina sui saluti romani per ricordare la strage di Acca Larenzia? Proviamo a sollevare lo sguardo dall’uso immediato della vicenda, dal trash invasivo che tutto pervade, dalle nauseanti, sciacallesche diatribe sul tema. E proviamo a contestualizzare le sgangherate polemiche in un quadro più ampio. La lezione che possiamo trarre dagli ultimi […]

MARCELLO VENEZIANI: “Bobbio restò prigioniero del Novecento”

Cosa resta oggi di Norberto Bobbio, a vent’anni esatti dalla sua morte? Cosa resta del suo pensiero, che a me pare inscindibilmente legato al Novecento e dunque inevitabilmente finito con il suo secolo.Come Benedetto Croce immaginò di riprendere nel secondo dopoguerra la civiltà liberale europea precedente al fascismo e alle due guerre mondiali, così Norberto Bobbio pensò […]

MARCELLO VENEZIANI: “Con le migliori intenzioni”

Ascoltavo gli accorati appelli alla pace di Papa Mattarella e del Presidente Bergoglio e mi chiedevo: ma servono davvero a qualcosa, convincono qualcuno, fermano le armi e le intenzioni di chi pratica guerra e violenza? No, non servono a niente, non convincono se non chi è già convinto o è solo impotente, incapace di fare del male. Ripetono solennemente […]

MARCELLO VENEZIANI: “L’epoca del trash in politica”

Dall’inizio dell’anno l’evento politico più importante che ha diviso media, politici, opposizione e governo, è un pistolino che ha sparato, inteso sia come arma che come persona. Se n’è parlato per giorni. L’episodio in sé non meriterebbe commento se non si inserisse in una lunga scia di dibattiti, talk show, conferenze stampa, interventi parlamentari e […]

MARCELLO VENEZIANI: “A che serve la Rai”

La televisione compie oggi settant’anni ma nel celebrare il suo compleanno si omettono due dettagli storici non da poco. Il primo è che l’anniversario più importante di quest’anno, almeno come data, non è il settantennale della tv ma il centenario della radio, da cui nacque la Rai. La radio è la madre della tv, è l’incipit delle trasmissioni […]

MARCELLO VENEZIANI: “Sei funerali e un battesimo”

Come possiamo descrivere in uno sguardo sintetico l’epoca che stiamo vivendo? Non è il bilancio degli eventi di cronaca accaduti nell’anno trascorso ma la visione del mondo che si può trarre osservando le creste e gli abissi della nostra epoca, i processi che si delineano, i frutti e i detriti. A voler rappresentare la nostra […]

MARCELLO VENEZIANI: “L’insopportabile moralismo dei venditori”

Ma cosa spinge un influencer e una ditta a far credere che il prodotto da loro venduto giova all’umanità, fa beneficenza a malati, poveri e bisognosi? La molla principale è cinica: vendere di più con la scusa di compiere una buona azione, battere la concorrenza, soprattutto se i prodotti industriali sembrano tutti più o meno […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il personaggio dell’anno stavolta non è umano”

Chi è il personaggio dell’anno del morente 2023? La ditta umana non ha sfornato quest’anno un protagonista assoluto, ma tanti deuteragonisti, e tanti scomparsi. Sicché, se vogliamo essere obiettivi e universali dobbiamo ammettere: il personaggio globale dell’anno è I.A. che non è il raglio di un asino, ma l’Intelligenza Artificiale. E’ lei, è essa, è costei, non […]

MARCELLO VENEZIANI: “Torniamo al mondo piccolo di casa nostra”

Com’era piccolo il mondo ai tempi in cui nacque Gesù Bambino. Era piccolo anche mille e duecentoventitré anni dopo, quando san Francesco a Greccio inventò il presepe, giusto otto secoli fa. O quando Dante scrisse la storia universale di tutti i tempi e dell’umanità, parlando in realtà quasi sempre di vicende accadute tra la Toscana e […]

MARCELLO VENEZIANI: “Chi vuole cancellare le tradizioni?”

Il Papa che così spesso si discosta, in atti, parole e omissioni, dalla tradizione cristiana e dal magistero della Chiesa, il parroco che fa il presepe inclusivo, femminista e fluido, il preside che lo vieta per non offendere atei e islamici, il musulmano che lo incendia in una chiesa, l’istituto universitario che vuole ribattezzare il Santo […]

MARCELLO VENEZIANI: “Elogio del presepe”

Ottocento anni fa, in vista del Natale dell’anno di grazia 1223, Francesco d’Assisi a Greccio mise al mondo il primo presepe. Era vivente, una rappresentazione teatrale sacra; poi sarebbero venuti i personaggi, le icone, i paesaggi ricostruiti, le belle statuine dei presepi nati dall’artigianato devoto. Il presepe è la rappresentazione più viva e compiuta della comunità […]

MARCELLO VENEZIANI: “Cattivi maestri e pessimi maestrini”

Appena citavi i cattivi maestri il primo nome che ti veniva in mente era Toni Negri. Era lui il cattivo maestro per antonomasia e per definizione. Ma è davvero così? No, non intendo redimere post mortem il professore padovano e rivalutare il suo velleitario radicalismo rivoluzionario, la sua sciagurata utopia. Ma ho uno sciame di […]

MARCELLO VENEZIANI: “Cretini ma presuntuosi, ignoranti ma arroganti”

I cretini sono sempre stati tanti al mondo. Gli ignoranti sono stati anch’essi una forza gigantesca nella storia dell’umanità. Gli arroganti pieni di sé sono stati una forza considerevole seppure non paragonabile alle prime due. Il mondo in fondo ha retto sulla separazione delle loro carriere. Ovvero la folla dei cretini e la massa degli ignoranti in fondo non […]

MARCELLO VENEZIANI: “La terrificante utopia di Elon Musk”

Melon Musk sarà il temibile centauro, metà premier metà magnate, che sarà protagonista oggi ad Atreju, la festa di Fratelli d’Italia. Per la precisione, Elon Reeve Musk, l’imprenditore sudafricano-canadese-statunitense, ammirevole e inquietante, torna sei mesi dopo in Italia, nuovamente ospite della Meloni, anzi ospite d’onore, con grande scuorno dei suoi avversari politici. Musk è l’uomo più ricco […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il pensiero clandestino di Andrea Emo”

L’11 dicembre di quarant’anni fa si spegneva a Roma Andrea Emo, nobiluomo veneto, discendente di dogi,  dopo una vita passata in ombra, tra case patrizie e palladiane, come la splendida Villa Emo Capodilista. Lasciò un mare infinito di pagine inedite, quarantamila. Pensieri abissali, solitudini stellari, perfino una militanza da missino, con candidatura al parlamento e […]

MARCELLO VENEZIANI: “Basta con l’intellettuale di destra”

Per la vulgata dominante l’intellettuale di destra è come il mostro di Lockness: non esiste ma genera timore, curiosità e ripugnanza. Ora che la destra è alla guida del governo, lo posso dire senza timore di passare per opportunista o per voltagabbana: finitela con l’etichetta di intellettuale di destra. Quella definizione, doppiamente grottesca, non ha alcun […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il secondo referendum truccato contro i Savoia”

Se è vero, come diceva Marx, che la storia si presenta prima come tragedia e poi come farsa, la vicenda del referendum truccato a Sanremo per impedire la vittoria di Emanuele Filiberto di Savoia al festival della canzone italiana, ne rispetta tutti i canoni. Il 2 giugno del 1946, dissero in quel tempo i monarchici, il […]

MARCELLO VENEZIANI: “Sulla Scala piovono bombe di idiozia”

Ma è possibile che nel dicembre del 2023, in un mondo così radicalmente cambiato, stravolto e smemorato, che non ricorda nemmeno quel che è successo pochi giorni fa, totalmente immerso in temi, problemi e scenari che non hanno precedenti, la piccola, spocchiosa setta degli intellettuali engagé non abbia nulla di meglio da fare che riproporre […]

MARCELLO VENEZIANI: “Florenskij, scienziato in nome di Dio”

Nel giorno dell’Immacolata, il più grande fisico e metafisico del Novecento veniva fucilato per ordine di Stalin. Lasciava moglie, cinque figli e una teoria infinita di opere, ricerche, studi ed esperimenti. Veniva ucciso in un giorno a lui particolarmente caro, dedicato alla Madonna che lui definiva “deipara”, perché aveva messo al mondo il figlio di […]

MARCELLO VENEZIANI: “Quell’indimenticabile giorno dell’Immacolata”

Me li ricordo, la mattina dell’Immacolata del Duemila, Giovanni e Mimì, uno accanto all’altra a celebrare la messa nella piccola cappella di Villa Giulia per le loro nozze di diamante. Sessant’anni insieme, e con crescente insofferenza reciproca. I litigi della vecchiaia. Era stato un matrimonio d’amore, ma non avevano mai festeggiato lungo gli anni il […]

MARCELLO VENEZIANI: “Prima che sonnambuli, gli italiani si scoprono impotenti”

Qual è alla fine del 2023 il ritratto degli italiani? Il Censis ha scattato una fotografia verosimile del nostro stato d’animo e insieme del nostro stato civile e ha racchiuso l’autobiografia annuale degli italiani in una parola chiave, un’immagine e una condizione mentale: sonnambuli. Gli italiani sarebbero sonnambuli, un popolo in preda alla paura del […]

MARCELLO VENEZIANI: “De profundis per il maschio”

L’ultimo attacco alla società maschilista l’ha fatto Bergoglio e sembra un’estrema unzione. Bisogna smaschilizzare la Chiesa, ha detto il suo principale; anzi per lui uno dei più grandi peccati della Chiesa coincide con tutta la sua storia, struttura e tradizione, anche popolare: la prevalenza del maschile. Bergoglio da tempo ha abdicato al ruolo di Santo […]

MARCELLO VENEZIANI: “Proposta di resurrezione per Roma bocciata”

D’accordo, loro hanno i soldi, noi la decadenza. Ma possiamo sbrigarla così la brutta storia dell’Expo 2030 negata a Roma e conferita a Riad, con i nove decimi del mondo dalla parte degli arabi? Possiamo far finta di nulla che è stato preferito il deserto, la ricchezza e l’Islam alla prima città universale sulla faccia […]

MARCELLO VENEZIANI: “All’armi siam femministe, anzi fondamentaliste”

Dopo il femminismo venne il fondamentalismo. La deriva peggiore che va prendendo il movimento femminista, con i suoi impresari e interpreti politici, è il passaggio dalla denuncia di violenze, abusi e assassini ai danni delle donne alla generalizzazione delle colpe all’intero genere maschile e a tutti coloro che non condividono la loro ideologia. A uccidere una, […]

MARCELLO VENEZIANI: “Anche il femminismo è una forma di populismo”

Ogni tanto lo danno per morto e poi da qualche parte del mondo risorge. Dico il populismo, che sembrava una ricetta declinante e superata, insieme con la pandemia, che poi significa quasi la stessa cosa (pan e demos sono gli ingredienti pure del populismo, totalità e popolo). Il populismo torna a pulsare anche da noi […]

MARCELLO VENEZIANI: “Borges, la cecità del fato”

Cent’anni fa, nel 1923, nasceva sulle vie di Buenos Aires un poeta. Si chiamava Jorges Luis Borges, aveva 24 anni. In quella sua prima raccolta, intitolata Fervore di Buenos Aires, si prefigurava tutta la sua opera successiva, come scrisse lui stesso; lì in quell’edizione frettolosa, la cui copertina era un’incisione realizzata da sua sorella Norah. Le […]

MARCELLO VENEZIANI: “Alemanno e Rizzo contro il sistema”

Non condivido il sarcasmo e il corale disprezzo manifestato in questi giorni verso Gianni Alemanno e Marco Rizzo e la loro presunta alleanza “rossobruna”, come è stata definita dai media allo scopo di screditarla in partenza. Lo dico oggi in occasione del Forum per l’indipendenza italiana che ha indetto Alemanno a Roma, a cui parteciperà Rizzo. […]

MARCELLO VENEZIANI: “Riaprite quella porta”

Che vuol dire Metafisica concreta? Il cielo in terra, le stelle a portata di mano, per usare un linguaggio simbolico, puerile e metaforico. È permesso, è sensato, è concepibile ragionare di metafisica in un settimanale dedicato all’attualità e alla vita di ogni giorno? Dal punto di vista metafisico si, perché la metafisica, soprattutto quando è concreta, […]

MARCELLO VENEZIANI: “Sul potere e sul ritirarsi”

Maestro mio grande, ogni volta che mi avvicino al potere, mi allontano con rabbia e ribrezzo. So che non dovrei, perché la mia mansione profana mi conduce inevitabilmente a frequentare le stanze del potere. E poi so che nessuna città potrà mai sopravvivere senza lo scettro del comando e l’autorità. Il potere è causa di […]

MARCELLO VENEZIANI: “Non incolpate il passato dei mali del presente”

A vedere, leggere e ascoltare le furenti reazioni, i rabbiosi riti accusatori, la perdita assoluta di lucidità e l’esplosione di odio che ha innescato la barbara uccisione di Giulia, hai l’impressione di un contagio barbarico. L’odio si rivolge contro il maschio in generale, si accentua verso il maschio che non si vergogna di essere tale, […]

MARCELLO VENEZIANI: “Riscoprire Vico per riscoprire l’Italia”

Se volete riscoprire l’Italia dovete riscoprire la sua cultura, che è il suo blasone, la sua originalità e il solo, vero motivo di primato universale e di fierezza patria. Se volete riscoprire la sua cultura e la sua arte dovete ritornare al suo crocevia, dove s’incrociano la poesia e il mito, la letteratura e la […]

MARCELLO VENEZIANI: “Non era così brutta l’Italia del dopoguerra”

Ma era così brutta, odiosa e maschilista l’Italia dell’immediato dopoguerra, quando c’erano ancora i soldati americani per le strade? Ho visto il film di Paola Cortellesi, C’è ancora un domani, che primeggia nelle sale e gode di giudizi largamente positivi. Confesso che da amante del cinema sto diradando la mia assidua frequentazione delle sale perché non […]

MARCELLO VENEZIANI: “Perché Tolkien ammaliò i ragazzi di destra”

Tolkien e la destra, questo matrimonio non s’ha da fare: è ridicolo e patetico, secondo alcuni, è un’appropriazione indebita, secondo altri. Vi siete bevuti la testa, con gli hobbit non si governa un paese, dicono i primi. E i secondi intimano: giù le mani da Tolkien e dalla sua opera, non è roba vostra. Oggi […]

MARCELLO VENEZIANI: “Benvenuti nella società del rifiuto”

Passo davanti a una montagna di rifiuti nel cuore di Roma e mi viene da pensare che la nostra società, sommersa dai rifiuti, stia riducendo pure la vita umana a materiale in transito, destinata al compostaggio, alla discarica e all’incenerimento. Dell’umanità resterà solo un cumulo di rifiuti. La rapidità con cui cancelliamo la nostra storia, la […]

MARCELLO VENEZIANI: “Quel pensatore grande che non fu confutato ma rifiutato”

Marcello Veneziani, l’8 novembre sei intervenuto a Coccaglio nella rassegna Sguardi oltre, affrontandoi il tema di “Rifiutati e rifiutanti”. La tua ultima opera, che è già alla terza ristampa, Vico dei miracoli. Vita oscura e tormentata del più grande pensatore italiano, edita da Rizzoli, narra la vita e il pensiero di un grande filosofo. C’è […]

MARCELLO VENEZIANI: “La divaricazione delle destre e delle sinistre”

Le guerre in Ucraina e in Palestina hanno riacceso due spaccature verticali nella destra e nella sinistra. Esistono, per dirla in modo approssimativo, una destra e una sinistra occidentaliste, filoamericane, filoisraeliane e una destra e una sinistra antioccidentali, antiamericane, filopalestinesi. Più sfumature intermedie. Le prime due vengono considerate “liberali” anche se sono poi propense alla […]

MARCELLO VENEZIANI: “Dopo il tramonto è sera ad Occidente”

Il tramonto dell’Occidente è alle nostre spalle. Viviamo ormai da tempo la sera dell’Occidente, e cresce il timore della notte che verrà. L’invasione russa in Ucraina, il conflitto in Israele e Palestina, e la percezione netta che il pensiero dominante in Occidente – che pure si configura come Pensiero Unico e globale sia in realtà minoritario […]

MARCELLO VENEZIANI: “Quel ravvedimento tardivo su Manzoni”

In questo autunno inoltrato l’Italia s’è desta e si è ricordata in extremis che quest’anno era il centocinquantenario della morte di Alessandro Manzoni. L’anniversario, in realtà era sei mesi fa, lo scorso 22 maggio, ma era passato in sordina; invece in questi ultimi mesi dell’anno fioriscono eventi su Manzoni, mostre, recite, convegni accademici e civili, persino […]

MARCELLO VENEZIANI: “La necropoli globale”

Da tre anni e mezzo, salvo brevi intervalli, passiamo da un incubo all’altro, e ogni tentativo di pensare altro, di parlare d’altro, di scrivere d’altro, è visto come qualcosa di inopportuno, di elusivo, quasi di vigliacco, oltre che di stravagante. Dai tempi in cui esplose il covid, nel marzo del 2020 a oggi, stiamo passando […]

MARCELLO VENEZIANI: “Le sette vite di Giuliano Amato”

Giuliano Amato gioca a tennis ma nel ruolo di pallina. Rimbalza da un campo all’altro, viaggia oltre le reti e si posa ora su un incarico e poi su un altro con lepida leggerezza. Il Giulianin fuggiasco. Nonostante il cognome, è il meno Amato dagli italiani: la ragione principale dell’odio popolare e bipartisan sono le sue favolose […]

MARCELLO VENEZIANI: “Identità, tradizione e negazione”

(Spunti dalla relazione che Marcello Veneziani ha tenuto al circolo dei lettori di Torino, per il Festival “Radici”) L’identità è un bisogno radicale dell’animo umano. Un bisogno naturale e culturale, personale e comunitario, su cui si fonda il riconoscimento di sé e il rispetto dell’altro; vale anche l’inverso. Non c’è dialogo che non avvenga tra […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il premier di consolazione”

Stavolta non è una chiacchiera, almeno così pare. Stavolta si fa sul serio. Dopo sessant’anni d’invocazione, arriva in Italia il Presidente eletto dal popolo. È un’idea che piace da tempo alla gran maggioranza degli italiani, anche se arriva in un momento in cui si pensa poco a riforme di questo tipo e si spera poco dai […]

MARCELLO VENEZIANI: “Vere e finte feste dei morti”

Faceva impressione ieri vedere bambini mascherati da vittime sanguinanti, coltelli che trafiggevano per finta i loro corpi e le loro teste; loro lo facevano per gioco ma tanti loro coetanei stanno vivendo adesso, sul serio, tra Palestina e Israele, quella tragedia atroce.Al di là delle sue antiche origini celtiche, Halloween è una fiction tardo-americana per […]

MARCELLO VENEZIANI: “La folle missione di insegnare l’Italia”

Ma si può davvero insegnare l’Italia e si può farlo ancora?Ho letto con spirito di condivisione, un filo di tenerezza e un groppo di disincanto in gola un libretto di Ernesto Galli della Loggia e Loredana Perla dedicato alla temeraria impresa. Insegnare l’Italia è il titolo, e senza il mio interrogativo. Il sottotitolo ne spiega l’ambito: una […]

MARCELLO VENEZIANI: “Da Omero a Disney, la parabola del mito”

Il sogno che ci ha allevati quando eravamo bambini aveva un nome mitico e famoso: Walt Disney. Era la versione infantile dell’american dream, il sogno americano a misura dei più piccoli, il magico mondo parallelo che nutriva e incanalava la fantasia puerile e faceva anche dei bambini dei piccoli consumatori in erba; di fiabe, fumetti […]

MARCELLO VENEZIANI: “Con chi ce l’ha Giorgia?”

Ma chi è il nemico di Giorgia Meloni? Con chi ce l’ha quando lei allude a quei meschini che si rotolano nel fango, acqua putrida che batte contro la roccia? Non sono i poteri forti, mi pare di capire, non è l’establishment, anche perché avendo collocato il suo governo all’ombra della Nato, di Biden, della […]

MARCELLO VENEZIANI: “L’eccelso Leopardi, il pessimo Giacomo”

Giacomo Leopardi è il solo grande poeta e letterato del passato remoto che ancora vive nel nostro presente smemorato. Non Manzoni, non Foscolo, non Tasso, che lo stesso Leopardi pur considerava più grande di Dante né gli altri classici. A Leopardi si dedicano film, saggi, si celebrano perfino gli anniversari della sue poesie, come l’Infinito.Eppure […]

MARCELLO VENEZIANI: “La disfatta vittoriosa di Giorgia”

Mentre il mondo era in apprensione per la striscia di Gaza, l’Italia era in subbuglio per Striscia la notizia. Un paese tragico ma non serio si perdeva nel gossip sul fuorionda di Andrea Giambruno, sulle sue parole fuori luogo e le sue mani sul pacco, presto diventate virali più che virili nei social e nella […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il cittadino è ripiombato nella solitudine”

La solitudine del cittadino. Italiano, europeo, contemporaneo. Vorrei sbagliarmi ma siamo piombati nella fase più acuta della solitudine globale di massa. Lo dico avvertendo lo stato d’animo serpeggiante e forse prevalente dei nostri giorni; il clima civile, politico, esistenziale che si respira. E lo dico dopo quel che è successo negli ultimi tre anni. Tre disgrazie […]

MARCELLO VENEZIANI: “L’Occidente è il peggior nemico di se stesso”

I massacri di Hamas in Israele e l’invasione dell’Ucraina sono stati letti come un attacco all’occidente che impone agli occidentali di schierarsi. Si tratta in realtà di due casi diversi: se l’attacco di Hamas ha una valenza ostile anche nei confronti dell’Occidente, l’invasione russa dell’Ucraina non era rivolta contro l’Europa ma mirava al più a […]

MARCELLO VENEZIANI: “La solitudine di un italiano che amava la tradizione”

Cinquant’anni fa usciva da Rusconi, Un paese umiliato. Era la radiografia spietata dell’Italia mortificata dalla “mezzacultura radical” che lo considerava un paese arretrato e incivile, perché legato alla sua tradizione civile e religiosa. L’autore era Rodolfo Quadrelli, un acuto scrittore e letterato, morto precocemente quarant’anni fa. Autore dimenticato, e negato per decenni dalla cultura dominante. Ma […]

MARCELLO VENEZIANI: “La Capitale impossibile”

È impossibile vivere a Roma, dicono i romani. Impossibile muoversi, trovare un parcheggio o un taxi. Impossibile sfuggire agli ingorghi del traffico tra le deviazioni di percorso a causa dei lavori per la metro C e in vista del Giubileo. Impossibile dormire in molte zone di Roma, infestate dalla più sguaiata movida. Impossibile trovare un cestino per […]

MARCELLO VENEZIANI: “Conservare o progredire? Nessuno dei due”

Ha senso dirsi conservatori e progressisti, che senso ha oggi conservare e progredire? Hanno chiesto a Luca Ricolfi e a me di “dialogare” a Libropolis, a Pietrasanta, su questo tema doppio. A pensarci fuori dalle divisioni ideologiche, conservare e progredire sono due funzioni naturali, vitali e necessarie della vita personale, comunitaria e pubblica. Come sistole e diastole, […]

MARCELLO VENEZIANI: “Io ci metto la faccia ma voi siate inclusivi”

Ci ho messo la faccia, per una società inclusiva, non lasceremo indietro nessuno… e lei che idea si è fatto? Ma non vi infastidisce il gergo petulante della conformità, con le sue frasi fatte e i suoi pensierini prestampati, che si ripetono in ogni lezioncina, talk show, articolo e intervista?Un tempo si prendevano in giro le […]

MARCELLO VENEZIANI: “Dov’è finita la filosofia italiana?”

Ma che fine ha fatto la filosofia italiana? A dirlo sembra di evocare un doppio fantasma: la filosofia, che va sparendo dall’occidente in cui nacque, e il pensiero italiano, giacché si è stabilito che la filosofia non ha patria né terra o confini, dunque non può avere legami col pensiero nazionale. Eppure ancora nel secondo […]

MARCELLO VENEZIANI: “Lo scandalo di Vattimo. Da star a mostro”

Per vent’anni e forse più, alla fine dello scorso millennio, Gianni Vattimo è stato il filosofo italiano più conosciuto nel mondo. Il pensiero debole, espressione coniata da lui e da Pier Aldo Rovatti, era diventata la sintesi e l’emblema della filosofia nell’epoca del postmoderno, del riflusso e della società nichilista, in cui la tecnica e il […]

MARCELLO VENEZIANI: “Dopotutto è solo un anno dal voto”

Ha perso il sorriso. L’ultimo atto di accusa nei confronti di Giorgia Meloni è che ha perso il sorriso, è afflitta e arrabbiata; dunque vuol dire che è in difficoltà, se la vede brutta. Non potendo attaccarsi ai fatti e ai misfatti si fa dietrologia, psicanalisi e patafisica, arguendo da uno sguardo, da un mancato […]

MARCELLO VENEZIANI: “L’Occidente si scopre illiberale”

C’è una bestia che si aggira in Occidente e corrode i popoli, gli individui e gli Stati. Diffonde il male anche se agisce nel nome del bene, agita i valori dell’Occidente ma poi li usa per decomporlo. Il suo brodo di coltura è il liberalismo liberista, ma in tema di diritti civili è progressista e […]

MARCELLO VENEZIANI: “La destra spopola sul web ma non ha potere”

Ha ragione Aldo Cazzullo a dire, sul Corriere della sera di ieri, che l’egemonia culturale della destra in rete è assoluta. Anzi nei social l’egemonia culturale, lui dice, è addirittura di “estrema destra”. Sui temi storici, e non solo, sui temi civili, nel linguaggio usato prevale nettamente quell’impronta, che lui stesso definisce “senso comune”. Sono […]

MARCELLO VENEZIANI: “Napolitano, il comunista borghese d’apparato”

Ora che se ne va per sempre, è giusto tributargli l’onore delle armi. Tutto sommato, Giorgio Napolitano è stato un decoroso presidente della repubblica, in piena tempesta economica, politica e globale. Ne abbiamo avuti di peggiori al Quirinale, benché moderati e sacrestani; anche dopo di lui… Da uno che è stato per una vita comunista, […]

MARCELLO VENEZIANI: “Zorro è andato in pensione”

Chi rappresenta oggi, nel corrente settembre del 2023, la novità, il cambiamento, l’alternativa? Nessuno. A un anno dalla vittoria di Giorgia Meloni alle elezioni politiche non c’è nessuna forza in campo che rappresenti l’alternativa per il cambiamento. Anzi la parola cambiamento è stata bandita dal gergo politico ma anche dalle attese della gente. L’unico cambiamento […]

MARCELLO VENEZIANI: “Ora l’occidente tramonta davvero”

Annunciato da più di un secolo, il tramonto dell’Occidente sta diventando ora realtà e il G20 dei giorni scorsi lo ha confermato. L’Occidente ha perso l’egemonia mondiale, è minoritario rispetto al resto del mondo, deve fare i conti con potenze più grandi e con vaste alleanze tra gli orienti e gran parte del sud del pianeta, […]

MARCELLO VENEZIANI: “Solo un dio potrà salvare la politica”

Dio non ci lascia in pace nel nostro ateismo pratico e nel nostro nichilismo ludico ma viene a trovarci nelle vesti più impensate e negli ambiti più lontani dalla religione. L’altro giorno ho discusso di teologia con Pierluigi Bersani, convocato da Stefano Fassina per la sua scuola di formazione politica. Su simile argomento dialogherò ad Arpino […]

MARCELLO VENEZIANI: “Se stasera ci sarà la fine del mondo”

Che succede se in un tranquillo week end al mare in casa d’amici vieni a sapere che nel giro di poche ore il mondo finirà? È la trama di un film, che la novantenne gagliarda Liliana Cavani ha lanciato nelle sale nel settembre che odora di Mostra del cinema di Venezia. Il film è ispirato sin dal titolo […]

MARCELLO VENEZIANI: “L’Italia di Vannacci e quella della Murgia”

L’estate che finisce lascia in eredità due foto di gruppo contrastanti, anzi contrapposte: il selfie assai affollato di gente comune intorno al generale della Folgore Roberto Vannacci e al suo libro, il mondo al contrario; e il selfie di una famiglia allargata che potrebbe essere anche un collettivo, un club, un gruppo di pressione, raccolta intorno alla […]

MARCELLO VENEZIANI: “L’8 settembre nacque l’Italia di Nessuno”

Non ci siamo più ripresi dall’8 settembre di ottant’anni fa, quando sull’Italia fu fatta una croce e il paese fu così spaccato in quattro: l’Italia fascista, l’Italia partigiana, l’Italia monarchica e l’Italia neutrale. Quella croce sul Paese pesa ancora, nonostante quei quattro spicchi d’Italia si siano rimescolati e disciolti, nonostante l’Italia abbia perso la memoria […]

MARCELLO VENEZIANI: “Vogliono sostituire la famiglia naturale col modello queer”

La famiglia scelta. È l’espressione chiave per adottare una nuova, radicale sostituzione. Basta con la famiglia “costretta”, ossia la famiglia naturale, con i suoi legami di sangue e i suoi vincoli determinati dall’essere padri, madri, figli, fratelli “biologici”. Invece la famiglia scelta è per definizione una famiglia volontaria, adottiva, collettiva, libertaria ed egualitaria in cui […]

MARCELLO VENEZIANI: “Urbi et Orbán”

Il caso Viktor Orbán andrebbe veramente studiato. E’ il più inviso all’Europa ma anche il più votato a guidare il suo Paese, lo fa già da quattro mandati con elezioni regolari su cui neanche l’Europa ha mai potuto mettere becco. E’ sempre sul punto di essere bandito, penalizzato, incriminato ma è lì, con un Paese […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il pensiero mediterraneo di Vico”

Tu dici Giambattista Vico, e subito ti rispondono: «Ah, corsi e ricorsi storici». Che lui eppure ha detto, ma che sia l’unica cosa che in genere se ne sappia è altro discorso. Fino a far arrabbiare uno studioso come Marcello Veneziani: ma come, parliamo del più importante filosofo della storia d’Italia, e noi ce la […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il Beato Mattarella regna con le parole”

Beato Mattarella. Ogni cosa che dice, anche buongiorno e buonasera, è oro colato, con titolo ossequioso dei telegiornali, ola istituzionale, salmi in suo onore a mezzo stampa e bava dei quirinalisti al seguito. Nessuno lo critica, tutti lo hanno rieletto al Quirinale, e chi non lo ha votato, come la Meloni, deve comunque governare sotto […]

MARCELLO VENEZIANI: “Arrestate il pino, è apologia di fascismo”

Avete presente la nostra epoca imbevuta di ecologia, feticismo green dappertutto, perfino nella pubblicità, fanatismo ambientalista che paralizza ogni impresa? Beh, con il pino non vale. Il pino va sterminato, sradicato, cacciato dalle città; anche se sono belli, fanno parte ormai del paesaggio e svolgono utili funzioni contro l’inquinamento, il malefico CO2. La guerra contro […]

MARCELLO VENEZIANI: “Vita tormentata di un genio frainteso”

Quella mattina, il Lunedì dell’Angelo dell’anno di grazia 1730, il professor Giambattista Vico del regio ateneo di Napoli, se ne andava per la strada con la capa dentro i suoi pensieri, più degli altri giorni. Era come se la vita intorno, le voci, il via vai delle botteghe, gli strepiti delle criature non lo toccassero. […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il più grande pensatore italiano è il meno conosciuto”

Perché dedicare oggi, in un tempo che pensa poco, ha poca fede, poco amore della storia e della cultura umanistica una biografia a Giambattista Vico? Perché è il più grande pensatore italiano, di quell’Italia di cui fu padre Dante Alighieri sette secoli fa. Misconosciuto, incompreso, più spesso frainteso, o ridotto a qualche tormentone scolastico, tipo […]

MARCELLO VENEZIANI: “La guerra civile dei pregiudizi”

Il mondo al contrario e i suoi nemici. Proviamo a leggere la contesa tra i due mondi come se fossimo osservatori esterni. Da una parte vige la dominazione woke, sintesi del politically correct, della cancel culture e del bigottismo progressista e dall’altra vive il mondo reale, naturale, normale cioè comune. Come spiegare il conflitto uscendo […]

MARCELLO VENEZIANI: “E se il Mediterraneo non fosse solo turismo e migranti?”

Se dici Mediterraneo, pensiamo subito a due cose, una ludica e una tragica: il turismo sulle sue coste e i migranti che partono, muoiono, sbarcano nelle sue rive. La nostra immaginazione si ferma, non va oltre gli ombrelloni che costano sempre di più e le onde migratorie che arrivano sempre di più, con non poche […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il costruttore di maricelli”

Mio padre amava costruire maricelli. Appena arrivava al mare cominciava l’opera. Edificava con due pietre piatte più grandi un sedile in riva al mare e cominciava la sua impresa edile. Radunava in semicerchio i sassi più grandi, spostandoli o facendoli scivolare fino a capovolgerli, riportando alla luce il loro versante più scuro, un verde intenso […]

MARCELLO VENEZIANI: “Simone Weil, l’ebrea che criticava l’ebraismo”

Il culto di Simone Weil a ottant’anni dalla sua morte, il 24 agosto del 1943 a soli 34 anni, è vasto e incondizionato. La sua visione religiosa e metafisica è l’unica ad essere ben accolta in un tempo ateo e nichilista, la sua vita suscita narrazioni agiografiche e le sue opere destano ammirazione assoluta. Ebrea, rivoluzionaria, operaia […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il sud è un geo-pensiero fruttuoso”

Alla festa della Taranta mi hanno chiesto di parlare del sud stasera a Sternatia. Il tema è riassunto in un’espressione che coltivo da anni: cogito ergo sud. Al meridione non tocca adeguarsi all’unione europea o inseguire i modelli del nord, diventando solo una caricatura a rimorchio e a comando; ma far riemergere l’anima pensante del meridione […]

MARCELLO VENEZIANI: “Pareto scoprì le élite, i miti moderni e il fascismo”

Come oggi cent’anni fa, il 19 agosto del ’23, moriva nella solitudine di Céligny, il più grande sociologo italiano, scopritore delle élite e del mito nella società contemporanea: Vilfredo Pareto. Economista e matematico, storico e sociologo, studiò con realismo lucido e a tratti ironico, le mutazioni e le invarianti della storia; osservò la realtà e l’umanità […]

MARCELLO VENEZIANI: “La norma generale e i ministri mainstream”

C’è stata una novità nella rubrica “Il mostro della settimana” che puntualmente addita al pubblico disprezzo e alla gogna mediatica l’orco del momento: stavolta per il generale Roberto Vannacci è arrivata la sanzione del governo, col ministro della difesa Guido Crosetto che ha rimosso dall’incarico l’ex comandante della Folgore, mentre il suo libro epicamente e rapidamente scalava e capeggiava […]

MARCELLO VENEZIANI: “La prima legge del potere”

Vi chiedete perché è così difficile governare l’Italia e realizzare grandi cose quando si assume un ruolo di responsabilità. Non è questione di destra o di sinistra; entrate in argomento come se doveste entrare in una barca o in una moschea, lasciando sulla soglia le vecchie scarpe di destra e di sinistra. Entrate a piede […]

MARCELLO VENEZIANI: “Dove nasce la destra sociale”

Ma che bestia misteriosa è la destra sociale? Ne riparlano, dopo lungo silenzio, i giornali a proposito dell’idea di Giorgia Meloni di tassare gli extraprofitti delle banche. Di primo acchito era sembrata una mossa per spiazzare la sinistra e i grillini, proponendo una norma che era diventata un loro slogan di battaglia. Poi è apparsa […]

MARCELLO VENEZIANI: “In treno verso il nulla, stranieri a casa propria”

L’altra sera ho preso un treno locale tra Foggia e Bari. Ero nella mia terra, dovevo raggiungere il mio paese natale, ho preso l’ultimo regionale della sera. Non ero in prima classe, non leggevo Proust, non ero tra lanzichenecchi, come era capitato ad Alain Elkann ed ero curioso di chi mi stava intorno. Ero l’unico […]

MARCELLO VENEZIANI: “Le cozze, il vibrione e Baudelaire”

In questi giorni d’agosto ricorre il cinquantennale del vibrione, sciagurato batterio che colpi il sud d’Italia provocando la rinascita del colera, con tanti morti e ricoverati. Correva l’agosto del 1973 quando si scoprì il malefico agente che si insinuava nelle cozze, di cui si abusava soprattutto nelle zone marine del sud, in particolare nel napoletano […]

MARCELLO VENEZIANI: “Chi non la pensa come loro su ogni cosa è negazionista”

Pur essendo una forte minoranza nel Paese e nel Parlamento, la sinistra vuole imporre ed estendere il reato d’opinione. Hanno scelto la parola più forte, negazionismo, usata per condannare chi nega i campi di sterminio nazisti, che è già reato d’opinione, e l’applicano a ogni opinione difforme rispetto a quella dominante: è negazionista chi ha […]

MARCELLO VENEZIANI: “Elogio funebre di un grande comunista”

È morto a 91 anni uno dei più giovani teorici della sinistra che non si arrese. Si chiamava Mario Tronti. Pochi mesi fa mi cercò e ci incontrammo da lui al Senato: aveva progetti per l’avvenire, voleva ordine insieme trame culturali, inaudite alleanze e risvegliare comuni passioni civili. Mi colpì la voglia di futuro che ancora […]

MARCELLO VENEZIANI: “E in agosto venne l’Apocalisse”

La bomba atomica è il peccato originale del mondo contemporaneo. Se la Shoah chiude tragicamente gli orrori di un’epoca passata, finita con la caduta del Terzo Reich e la morte di Hitler, la bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki apre tragicamente il dopoguerra e l’età in cui viviamo ormai da più di settant’anni. Due tragedie incomparabili, ognuna […]

MARCELLO VENEZIANI: “Termofilosofia e tirannia del Meteo”

Insomma, questo caldo bruciante a sud, queste tempeste devastanti a nord, sono gli eccessi di un’estate come altre in passato o sono il segno di un drastico cambiamento climatico? Sono frutti bizzosi del caso e del maltempo o derivano da errori, disattenzioni e colpe umane? In altri tempi, mistici e messianici, avrebbero discusso se siamo […]

MARCELLO VENEZIANI: “Longevi, benestanti ma scontenti”

A cura di Gian Paolo Polesini per il Messaggero veneto Come mai ha pensato di studiare la scontentezza?  Perché ritengo che sia il sentimento prevalente nella nostra epoca; e perché non ci sono saggi sulla scontentezza, mentre abbondano trattati sulla felicità, l’infelicità, la malinconia. Due ragioni per scrivere un libro sul tema. Lei, Veneziani, è scontento di […]

MARCELLO VENEZIANI: “Dall’eco-ansia all’eco-razzismo”

L’angoscia si esprime oggi in due modi: ego-ansia ed eco-ansia. Siamo angosciati per l’io e per il pianeta; di tutto quel che sta nel mezzo – persone, famiglie, società, nazioni, popoli, culture, religioni, civiltà, umanità – ci interessa sempre meno.L’eco-ansia è la patologia dei nostri giorni, una specie di infiammazione ecologica. I malati più acuti […]

MARCELLO VENEZIANI: “Tornate in chiesa, anche senza andare a messa”

Da quanto tempo non entrate in una chiesa? Da tanto tempo, risponderà gran parte della gente. Lo chiedo in una domenica di fine luglio, una di quelle domeniche d’estate prese da tutt’altre mete e da tutt’altri intenti. Ad andare in chiesa sono ormai in pochi, a partecipare alle messe, anche solo festive, solo una sparuta minoranza. […]

MARCELLO VENEZIANI: “Io amo Io, ossia sposarsi con se stessi”

In origine era la famiglia numerosa. Poi venne la famiglia simmetrica e quadrangolare, padre madre figlio e figlia. Quindi la famiglia con figlio unico. Si passò poi alla coppia senza figli, anche dello stesso sesso. Poi fu varata la famiglia mononucleare, composta da un solo membro, il single. Adesso siamo arrivati alla sologamia. Di che […]

MARCELLO VENEZIANI: “Avete finito di linciare il povero Elkann?”

In qualità di esperto e decano della tratta ferroviaria Roma-Foggia, con l’aggravante di oltrepassare Foggia e spingermi fin dentro il cuore di tenebra pugliese, mi è stato chiesto da più lettori un referto postumo sul caso Alain Elkann che ha tenuto banco per giorni sui media, i siti e i social. Quando lessi l’articolo di Alain […]

MARCELLO VENEZIANI: “Trent’anni fa finì la Balena Bianca (ma non era vero)”

Il 26 luglio di trent’anni fa finiva l’eterna Dc. Anche l’eternità aveva fatto il suo tempo. Fu l’esperienza più longeva di potere nella storia dell’Italia unita, durò più del doppio del fascismo, non lasciò mai il potere per circa mezzo secolo, e neanche dopo. Dopo che la Dc chiuse i battenti, c’erano più parlamentari democristiani […]

MARCELLO VENEZIANI: “L’avvento dell’egemonia anti-culturale”

È uscito sulla rivista cattolica Vita e pensiero, in contraddittorio con Giuseppe Vacca, presidente dell’Istituto Gramsci di altri interlocutori, una mia riflessione sull’egemonia culturale, che sintetizza e aggiorna scritti precedenti. Ve la proponiamo.Ma chi detiene oggi l’egemonia culturale nel nostro Paese, e più in generale nel mondo occidentale? E’ in corso una sostituzione ideologica e […]

MARCELLO VENEZIANI: “Madre Vendola, moralista capovolto”

Era molesto il moralismo bacchettone delle vecchie zie e delle bigotte di una volta. Ma è insopportabile il moralismo delle nuove vecchie zie – mamme adottive grazie all’utero in affitto – che impartiscono lezioni morali, infliggono condanne, decidono censure a chi non la pensa e non vive come loro. E’ il caso di Nichi Vendola, apparso […]

MARCELLO VENEZIANI: “Di rosso a sinistra è rimasto il cartellino per espellere”

Ignazio Larussa non può presiedere il Senato perché ha difeso suo figlio e quindi avrebbe implicitamente difeso lo stupro e ritenuto inattendibile la ragazza. Filippo Facci non può condurre un programma in tv perché ha scritto una frase sgradevole sul medesimo caso e ha pure una causa per stalking della sua ex compagna da cui ha avuto due […]

MARCELLO VENEZIANI: “Tutto il caldo minuto per minuto”

Com’era bella l’estate quando il caldo feroce non esisteva, la canicola era solo all’inferno, il solleone era uno spauracchio per tenere buoni i bambini. Poi venne il terrorismo rosso, coi suoi bollini rossi e i suoi cartellini rossi e lo sciame di emergenze che producono sempre lo stesso invito: barricatevi in casa, eseguite le procedure indicate, […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il 25 luglio nacque dalle bombe del 19 luglio”

L’Italia si sfasciò, in ogni senso, tra il 25 luglio e l’8 settembre di ottant’anni fa. Ma prima ci fu il 19 luglio, un antefatto che di solito non viene collegato alla caduta del regime fascista. Che successe il 19 luglio? Roma fu pesantemente bombardata dagli americani; dai tempi delle invasioni barbariche, e poi del sacco di […]

MARCELLO VENEZIANI: “Svelare la morte per capire e amare la vita”

Chi legge Fausto Gianfranceschi si riconcilia con la realtà della vita, della morte, del corpo e della nascita. Con i suoi scritti riscopre l’amicizia col mondo, accetta i limiti e i confini della vita, guarda in faccia la morte, si stupisce per la nascita e riporta la mente dentro il corpo, l’anima dentro il mondo. Lo spirito […]

MARCELLO VENEZIANI: “Alain il bello: meglio morti che vecchi”

Che triste, schifosa vecchiaia sta vivendo Alain Delon. Da almeno vent’anni soffre di depressione, tentazioni distruttive se non suicide, imprecazioni contro il mondo. Ricordo le sue parole recenti di 87enne: “Invecchiare fa schifo. Non puoi farci niente, l’età si fa sentire. Non riconosci la faccia, perdi la vista…Per questo ho chiesto a mio figlio Anthony, […]

MARCELLO VENEZIANI: “Una pagellina per ricordare il beato Berlusconi”

Ai miei tempi, come dicevano i vecchi di una volta, nel giorno del trigesimo si distribuivano nella messa in suffragio del defunto morto trenta giorni prima, le pagelline, che alcuni chiamavano vezzosamente luttini. Riportavano simboli e figure religiose in copertina, poi all’interno si aprivano con l’immagine del defunto e nella pagina accanto un breve, affettuoso […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il pensiero forte salvato dalle donne”

“Le donne non hanno esistenza né essenza, esse non sono, esse sono nulla”. Con questo inesorabile viatico di Otto Weininger, il pensatore ebreo suicidatosi a ventitré anni nel 1903, ebbe inizio il ventesimo secolo. Erano parole tratte da Sesso e carattere, un’opera che ebbe gran successo, svariate ristampe e traduzioni, fra cui una in Italia a […]

MARCELLO VENEZIANI: “Con la politica finisce pure la metapolitica”

Noi qui a discutere da mesi di egemonia culturale, ma non ci rendiamo conto che da tempo ormai la cultura se n’è andata. Sparita, evacuata. Altro che egemonia, c’è anemia culturale. Soprattutto quella più strettamente legata alla politica.Non ci sono in giro o all’orizzonte pensieri affacciati sulla politica. La riflessione politica si è come esaurita. Dalla […]

MARCELLO VENEZIANI: “Ma quale svolta vi aspettavate dalla Meloni?

Non so cosa s’aspettava Ernesto Galli della Loggia dai primi otto mesi di Giorgia Meloni a Palazzo Chigi. Ma nel suo editoriale di ieri sul Corriere della sera, c’è un titolo che riflette l’opinione e l’aspettativa di gran parte degli elettori di centro-destra: “La destra e la svolta che non c’è”. E’ l’impressione di tanti, in segno di amarezza […]

MARCELLO VENEZIANI: “La Russia trema, ma l’America non sta mica bene”

L’Occidente ha seguito col fiato sospeso le vicende e le notizie contraddittorie che si susseguivano dalla Russia. Era netta e diffusa la percezione di non capire gli eventi e di seguirli attraverso i doppi filtri fuorvianti della propaganda russa e occidentale. Ma eravamo e siamo preoccupati per ciò che sarebbe venuto fuori: preoccupati della reazione […]

MARCELLO VENEZIANI: “C’è un modo per affrontare il mal francese?”

Il mal francese. Ne soffrono in tanti e non solo in Francia; anche da noi, e in tutta Europa. In sintesi si potrebbe dire che il modello d’integrazione francese non funziona, e da tanto. Rivolte, malesseri diffusi, crisi di rigetto, terrorismo: la seconda ondata del fanatismo islamista che va sotto il nome di Daesh o […]

MARCELLO VENEZIANI: “Elly&Conte, una polizza per la Meloni”

Prima che spuntasse Elly Schlein alla guida del Pd, Giuseppe Conte rappresentava il punto più basso nella pur ingloriosa storia politica italiana. Conte appariva come il nulla capace di tutto, disposto a mutarsi in ogni cosa, ad avvitarsi in fantasmagoriche supercazzole, e a sostenere da avvocato mimetico tutte le parti in commedia, da statista a […]

MARCELLO VENEZIANI: “In America comincia la disfatta del progressismo woke?”

È cominciata la rivoluzione conservatrice, a partire dal luogo in cui iniziò il bigottismo progressista del politically correct? Nemesi storica, la rivoluzione conservatrice parte proprio dai magistrati, in questo caso i giudici della Corte suprema degli Stati Uniti; i magistrati sono stati e sono tuttora, soprattutto in Europa, le avanguardie del radicalismo giacobino a colpi di sentenze […]

MARCELLO VENEZIANI: “Una donna sola al comando”

“A’ Melò, nun arzà a’voce, ‘amo sentito”. L’ultima accusa rivolta alla premier dai maestri cantori della sinistra è il tono comiziale, romanesco e urlato dei suoi ultimi interventi. Sul quale si possono dire tre cose, una buona, una cattiva e una riflessiva. La buona è che quel tono, quel fervore, quell’impeto di autenticità ha contribuito al successo popolare […]

MARCELLO VENEZIANI: “La fiction in Rai che ci vede protagonisti”

Ma allora vai davvero a condurre un programma in Rai? È un tormentone che mi perseguita da svariati giorni e che finora ho semplicemente negato, senza dare ulteriori spiegazioni, scrivere articoli o rettifiche. Perché mi secca perfino parlarne. Avverto ormai fastidio a parlare di me e delle mie cose, per giunta di quelle irreali; non sopporto […]

MARCELLO VENEZIANI: “Simone Weil, il sogno di un’Europa”

L’estate del ’43 fu densa di eventi drammatici e decisivi nella storia della guerra mondiale. Nell’estate del ’43 lasciava la terra un’esile, anoressica creatura, di trentaquattro anni, che poi sarebbe stata riconosciuta come la più grande pensatrice del secolo. Al tempo apparve come una marginale e stravagante martire di una religione ignota, tra il pensiero […]

MARCELLO VENEZIANI: “Quando la scienza diventò tiranna”

La scienza come fede assoluta, la tecnica come regina del mondo, il vaccino come battesimo della nuova religione. E dall’altra la cancellazione di ogni riferimento religioso, umanistico, politico e civile, storico e culturale. Come chiamare questa epoca cominciata con il dominio planetario degli Usa e dell’Urss? L’epoca dello scientismo. La scienza si fa ideologia, superstizione […]

MARCELLO VENEZIANI: “Una rivista per cambiare l’Italia, l’Uomo e il mondo”

Le mitiche riviste del nostro Novecento sfilano in rassegna nella loro città d’origine, Firenze, in mostra alla Galleria degli Uffizi fino a settembre: Leonardo, Lacerba, La Voce e poi tutte le altre, futuriste e no. I nomi dei protagonisti sono Giovanni Papini, Giuseppe Prezzolini, Ardengo Soffici, Tommaso Marinetti; ma anche Piero Gobetti, Antonio Gramsci, Leo Longanesi, […]

MARCELLO VENEZIANI: “Pascal, lo scienziato che scommise su Dio”

Sono passati quattro secoli dalla nascita di Blaise Pascal, il 19 giugno del 1623, ma non sono bastati per dimenticarlo. Gli dobbiamo ancora gratitudine come scienziato, come matematico, come filosofo, come teologo. Pascal si affrettò nella vita, bruciò le tappe, come se sapesse, sin da bambino, di avere poco tempo a disposizione. Visse solo 39 anni. […]

MARCELLO VENEZIANI: “La prossima novità sarà Renzi a destra?”

Quale sarà la prossima novità della politica italiana, da che parte arriverà? Abortita precocemente e rovinosamente la novità Elly Schlein, sclerotizzate e imbolsite le leadership degli altri partiti, di maggioranza e di opposizione, tutto ruota intorno alla Meloni e a Mattarella. Non s’intravedono gravidanze politiche, mutamenti, nuove apparizioni. Non ci sono nozze politiche, cioè alleanze all’orizzonte […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il faraone non lascia eredi ma piramidi”

Silvio Berlusconi è stato l’ultimo re d’Italia. Ha segnato un’epoca, dandole pure il suo nome, l’età berlusconiana, come nessuno tra i viventi. Da monarca si è sempre comportato, nel bene e nel male, in generosità regale, regalie incluse, e in supremazia sovrana, oltre i limiti di legge. Non furono i difetti il suo problema, ma […]

MARCELLO VENEZIANI: “Se i popoli reclamano la difesa dell’identità”

Ma c’è un filo rosso, una chiave culturale, nella tendenza prevalente degli elettori a bocciare la sinistra e a preferire leader e partiti di centro-destra, dai moderati e popolari, dai conservatori ai nazionalisti? Dopo le democrazie del nord Europa anche in Spagna, in Grecia e in Italia la tendenza si è confermata, e in Francia […]

MARCELLO VENEZIANI: “Ma una volta D’Alema ci piaceva… “

Eppure a me piaceva Massimo D’Alema. E mi piaceva nei suoi vizi peggiori, almeno quelli fino allora conosciuti: il suo sprezzante sarcasmo, la sua sicumera da primo della classe, il suo cattivismo come stile, ideologia e indole, perfino il suo endemico comunismo, contratto sin da bambino quando faceva le vacanze da “lupetto” in Unione sovietica.  […]

MARCELLO VENEZIANI: “Il Partito ordinò: cancellate Pavese”

Di Cesare Pavese c’è una biografia ufficiale e una sommersa. La versione canonica per le scuole e i mass media narra che Pavese fu scrittore antifascista, mandato dal regime al confino, importò il vento della libertà traducendo scrittori americani, si iscrisse al Pci, lavorò all’egemonia culturale della sinistra con Einaudi. La versione negata racconta invece […]

MARCELLO VENEZIANI: “La Sostituzione dell’Umano”

Ho assistito dal vivo a un esperimento sconvolgente, che rende superfluo tutto quel che pensa, fa, dice l’uomo, a cominciare da quel che sto facendo in questo momento, scrivere. Dunque, un amico mi confessa di usare la Chat Gpt, ovvero quell’applicazione dell’intelligenza artificiale di cui a giorni alterni si narra ogni gloria e ogni orrore; un […]

MARCELLO VENEZIANI: “Un Paese senza “spirito repubblicano””

La Repubblica italiana è un’anziana signorina che compie 77 anni (75 dal battesimo costituzionale) oggi, 2 giugno. Nubile, nonostante i tanti pretendenti e cicisbei, nata e vissuta in una bella casa, la Costituzione, dimora di buoni sentimenti e ottime intenzioni, attempata, logorata dall’uso e ancor più dal disuso.Questo suo genetliaco coincide col primo governo guidato dalla […]

MARCELLO VENEZIANI: “I tre volti romeni del destino europeo”

Se come dicevano i latini, nomina sunt consequentia rerum, i nomi sono conseguenza delle cose, la Romania nasce, ab origine, nel segno di Roma. Un nome, un destino. Romània è la dizione originaria per indicare sia la Romania che la Romagna. Una volta ero a cena con lo scrittore romeno Vintila Horia e lui s’infervorò […]