Papa Francesco decreta la revoca delle alte cariche, lo scioglimento dell’attuale Sovrano Consiglio e promulga una nuova Costituzione dell’Ordine di Malta: «Era necessario avviare un profondo rinnovamento spirituale, morale e istituzionale di tutto l’Ordine

Ansa, 3 settembre 2022 – A compimento del processo di riforma del Sovrano Ordine di Malta, Papa Francesco ne ha promulgato oggi la nuova Carta Costituzionale e il relativo Codice Melitense, da lui approvati, disponendone l’immediata entrata in vigore. Il Pontefice ha inoltre decretato la revoca delle alte cariche, lo scioglimento dell’attuale Sovrano Consiglio e la costituzione di un Sovrano Consiglio provvisorio, oltre alla convocazione del Capitolo Generale Straordinario per il 25 gennaio 2023, che si svolgerà in ottemperanza al nuovo Regolamento approvato dal Papa.    
«Il Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta ha sempre goduto di particolare tutela da parte della Sede Apostolica», premette Francesco nel decreto emanato oggi, sottolineando anche che essendo esso «un Ordine religioso, dipende, nelle sue diverse articolazioni, dalla Santa Sede». «Con paterna sollecitudine e premura ho seguito in questi anni il cammino dell’Ordine – prosegue il Pontefice -, apprezzando le opere realizzate in varie parti del mondo, anche grazie al generoso contributo di Membri e Volontari, e constatando altresì la necessità di avviare un profondo rinnovamento spirituale, morale e istituzionale di tutto l’Ordine, specialmente e non solo dei Membri del Primo Ceto, ma anche di quelli del Secondo Ceto».
«A tal fine – ricorda – ho affidato al mio Delegato Speciale, Cardinale Silvano Maria Tomasi, c.s., quest’importante opera di riforma, come pure la revisione della Carta Costituzionale e del Codice Melitense e la preparazione del Capitolo Generale Straordinario».
«Molti sono stati i passi compiuti – osserva il Papa -, ma altrettanti gli impedimenti e difficoltà incontrati lungo il cammino». «Dopo aver ascoltato e dialogato con vari rappresentanti dell’Ordine – aggiunge -, è giunto il momento di portare a termine il processo di rinnovamento avviato, nella fedeltà al carisma originario». Quindi «per tutelare l’unità ed il maggior bene del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta», Francesco promulga «la nuova Carta Costituzionale ed il relativo Codice Melitense, da me approvati, disponendone l’immediata entrata in vigore».
E decreta «la revoca delle Alte Cariche; lo scioglimento dell’attuale Sovrano Consiglio; la costituzione di un Sovrano Consiglio provvisorio», formato dai seguenti membri: Fra’ Emmanuel Rousseau – Gran Commendatore, Riccardo Paternò di Montecupo – Gran Cancelliere, Fra’ Alessandro de Franciscis – Grand’Ospedaliere, Fabrizio Colonna – Ricevitore del Comun Tesoro; e da Fra’ Roberto Viazzo, Fra’ Richard Wolff, Fra’ John Eidinow, Fra’ Joao Augusto Esquivel Freire de Andrade, Fra’ Mathieu Dupont, Antonio Zanardi Landi, Michael Grace, Francis Joseph McCarthy, Mariano Hugo Windisch-Graetz.
Il Papa ordina quindi la convocazione del Capitolo Generale Straordinario per il 25 gennaio 2023, festa della Conversione di San Paolo, «il quale si svolgerà in ottemperanza al nuovo Regolamento da me approvato». Il Capitolo Generale Straordinario «sarà preparato dal mio Delegato Speciale e dal Luogotenente di Gran Maestro, coadiuvati dal Sovrano Consiglio provvisorio». Francesco conferma infine «tutte le facoltà attribuite in passato al mio Delegato Speciale fino alla conclusione del Capitolo Generale Straordinario, che sarà co-presieduto da Lui e dal Luogotenente di Gran Maestro». 

https://www.ansa.it/amp/sito/notizie/politica/2022/09/03/papa-promulga-nuova-costituzione-dellordine-di-malta-2_ba89942d-5e03-4a88-bf97-1b4809b8d642.html

1 commento su “Papa Francesco decreta la revoca delle alte cariche, lo scioglimento dell’attuale Sovrano Consiglio e promulga una nuova Costituzione dell’Ordine di Malta: «Era necessario avviare un profondo rinnovamento spirituale, morale e istituzionale di tutto l’Ordine

  1. Questo atto di imperio da parte di Bergoglio suscita in me un senso di allarme. Non conosco se non di nome l’Ordine di Malta (lacuna che mi impegno a colmare quanto prima) ma da una rapidissima ricerca su internet ho rilevato che si tratta di una organizzazione molto ricca e molto potente.

    Un grande commissario di polizia, che deve la sua fama alla cattura del mostro di Firenze, ci disse durante una cena che per trovare il colpevole di un’azione si deve sempre individuare il movente e rispondere ad una domanda: a chi giova? Mi sono quindi posta questa domanda: questo provvedimento bergogliano che finalità ha? Economiche? Politiche? Entrambe?

    Che le casse del Vaticano siano in grave crisi è noto, un po’ a causa della diminuzione dei versamenti dell’otto per mille, ma credo soprattutto per l’eccessiva propensione ad approfittare delle casse vaticane da parte dei principi della curia romana.

    E poi per quale ragione ha sostituito interamente il Consiglio dell’Ordine?

    Cosa sta succedendo in Vaticano? Onestamente non so darmi una risposta. Avverto solo questa sgradevole sensazione di pericolo e percepisco questo provvedimento di Bergoglio come un grave attacco a qualcosa che in qualche modo lo ostacola, lo infastidisce.

    Gli amici della Casa della Civiltà che cosa hanno pensato leggendo questo articolo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Questo contenuto è protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: