Ucraina: guerra ai collaborazionisti filorussi, all’ombra del referendum

La guerra in Ucraina è gestita male e sta durando troppo? Questa è la sintesi di quanto affermato dal comandante ceceno, Ramzan Kadyrov, sulle strategie militari russe. È evidente che le due recenti controffensive guidate dall’esercito ucraino nella regione di Donetsk e nell’oblast di Kherson stanno creando tensione all’interno dei vertici dell’esercito russo. Ma è […]

Svezia, le “nudità nascoste”: un parametro di non integrazione

Il welfare scandinavo, in generale, ha seguito un percorso diverso da altri Stati europei. Politiche di accoglienza “fiduciose”, senza dogmi verso chi migrava in queste regioni, forse non valutando completamente la “cultura” importata, ma soprattutto non considerando o sottovalutando le consuetudini legate all’appartenenza religiosa. Così, nell’arco di un paio di decenni, le usanze svedesi in […]

I segreti di Donald Trump o quelli di Pulcinella?

Non è cosa straordinaria. Anzi, sovente è prassi che i leader di uno di Stato, compulsivamente e con curiosità, “attingano” ai “segreti di Stato”. Ma in alcuni casi, per esempio nel momento in cui questi “Presidenti” perdono il proprio ruolo, gli viene fatta pagare cara la loro “curiosità”, magari per annientarli politicamente. L’ex presidente degli […]

Sudan: la lotta per la libertà di stampa

La professione del giornalista viene rappresentata sotto molti aspetti: si va da coloro che per convenienza diffondono menzogne a favore del potere, a quelli che per la ricerca e la diffusione della verità si giocano la vita. Prevalentemente, negli anni, la comunicazione giornalistica, aiutata anche dalla informazione globalizzata, ha avuto continui “adattamenti funzionali”, che hanno […]

Cina: un opaco orizzonte verso Taiwan

Che l’attuale diplomazia statunitense mostrasse grossi limiti e poca lungimiranza è stato subito messo in evidenza con l’abbandono del contingente Usa (più alleati) dell’Afghanistan poco dopo l’insediamento di Joe Biden. Tralasciando ciò che sta accadendo sul fronte russo, dove Biden sta giocando la partita atlantica, ma soprattutto quella interna, di cui ho più volte trattato, […]

Migrazione dalla Tunisia: il dramma dei minori

La Tunisia, a più di dieci anni dalla rivoluzione della Primavera araba, sta attraversando una grave crisi economica, sociale e politica. La società si trova oppressa da un complesso esaurimento generalizzato, dal degrado dei servizi pubblici, dalla disperazione in un Paese dove il futuro resta indefinibile. Queste difficoltà, secondo il Forum tunisino per i Diritti […]

Il Mali accusa la Francia di collaborare con i jihadisti

L’area del Sahel è uno dei fronti più complessi nella lotta al jihadismo. La lenta perdita da parte dell’Occidente della sua storica egemonia in Africa, se ha spalancato spazi di manovra alla Russia, come alla Turchia, tutto nella cornice disegnata del soft-power cinese, ha anche evidenziato una ri-polarizzazione delle influenze, dove il terrorismo di stampo […]

Tramonto della globalizzazione e ripolarizzazione del mondo

La “globalizzazione” non prevede compromessi: “o esiste ed è completa, o non esiste”. Quindi, come possiamo parlare di una “globalizzazione frammentata?”. Tuttavia, proprio la frammentazione della globalizzazione può essere la causa di uno sconvolgimento del “sistema Mondo” e di una sua riorganizzazione in un Nuovo ordine mondiale. Ma quale potrà essere questo “nuovo formato di […]

Donetsk: mercenario (studente) marocchino condannato a morte

La guerra in Ucraina mostra ogni giorno aspetti che dovrebbero mettere in imbarazzo i sostenitori dell’utopia che il Diritto internazionale debba essere rispettato. In più occasioni, ho scritto che il Diritto internazionale, generalmente, vige solo in teoria. Infatti, ogni qual volta viene evocato il suo “intervento”, sistematicamente o resta inosservato o, molto spesso, nemmeno è […]

La questione femminicidi: il caso egiziano

I cosiddetti “femminicidi” sono spesso studiati come fenomeni sociologici legati alle varie forme di disagio dei “criminali” e al degrado dei vari contesti familiari e sociali in cui si compiono. Altre volte le analisi si avventurano nel ricercare le motivazioni del crimine in caratterizzazioni religiose o consuetudinarie interpretate all’occasione. È vero che esistono codici di […]

Iran-Russia: rapporto atomico

L’Iran sta scendendo chiaramente in campo al fianco della Russia, in quella che definiamo “escalation in orizzontale”, ossia l’allargamento degli attori coinvolti. Dopo circa centoquaranta giorni di guerra l’Iran, secondo il consigliere per la Sicurezza nazionale degli Stati Uniti, Jake Sullivan, si sta organizzando per supportare militarmente la Russia – probabilmente un po’ in affanno […]

G20: un fallimento previsto

A Bali, in Indonesia, venerdì otto luglio si sono incontrati gli Stati del G20 che rappresentano le venti principali economie mondiali. L’appuntamento doveva essere il posto giusto per un confronto tra i rappresentanti russi, europei, statunitensi e i Paesi “non allineati”, i quali hanno evitato di prendere una posizione netta dopo l’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. Al vertice era attesa la […]

Tunisia: una nostalgica deriva costituzionale

Osservando gli squilibri politici che toccano la maggior parte degli Stati del pianeta, possiamo affermare che l’avere una Costituzione, oggi, può essere anche un bluff liberale. Sentiamo dire, evocare, inneggiare, che la Carta costituzionale, come la Democrazia, è una garanzia per avere diritti e un vincolo per rispettare i doveri, nel quadro di una sfuggente […]

Russia-Ucraina: una guerra tra Cristiani

Nel sistema geopolitico attuale si può sottomettere un Paese che non vuole essere dominato? La risposta, viste le congiunture geostrategiche esistenti e i fatti post 1945, non può essere che “no”, o comunque non a tempo indeterminato, eppure devono essere sottolineati alcuni “dettagli”. La guerra in Ucraina è un conflitto fra cristiani e per ritrovare certe caratteristiche bisogna tornare a circa 80 anni fa. Ora gli attori […]

Spagna-Marocco: l’utopia della migrazione per necessità

Ceuta e Melilla sono le uniche frontiere terrestri dell’Unione europea con l’Africa. Due enclave spagnole nel territorio del Marocco utilizzate spesso da Rabat come strumento politico di ricatto contro Madrid e soggette da anni a una forte pressione migratoria. Circa un anno fa oltre 10mila migranti, per lo più marocchini, erano entrati, nella enclave spagnola di Ceuta, sia via mare che dalla diga che delimita il suo confine. […]

Kaliningrad: oltre la crisi ucraina

Già in precedenza ho menzionato “l’escalation in orizzontale” (allargamento degli schieramenti) della crisi ucraina, e la “questione” di Kaliningrad è un ulteriore esempio. Quindi, al fulcro ucraino della crisi tra Russia ed Occidente, si aggiunge un altro scenario geografico, già accarezzato da tensioni con la richiesta di Finlandia e Svezia di entrare nella Nato, ma che ora si conclama come un concreto focolaio per una espansione del conflitto che […]

Forum di San Pietroburgo: la Russia mette in scena i suoi nuovi attori

La 25esima edizione dello Spief, San Petersburg economic forum, tenutosi dal 14 al 18 giugno, ha delineato il nuovo percorso della Russia tracciato da Vladimir Putin. Possiamo parlare di un Nuovo percorso, o meglio “nuove opportunità”, “Novyye vozmozhnosti” come citato da Putin, in quanto la visione presentata dei nuovi rapporti economici, in questo caso euroasiatici e africani, si baserà sul concetto “russocentrico”, […]

Ucraina senza respiro

Come era previsto, e come annunciato anche dalle tv russe, al di là della propaganda, il fronte ucraino sta vacillando a causa di un certo disimpegno da parte anche degli Stati Uniti. Le reticenze strategiche della “comunicazione” ucraina avevano fino a oggi evitato di numerare palesemente le perdite, ma la situazione ormai insostenibile sulla linea del frastagliato fronte del Donbass ha reso […]

Congo e Ruanda sul baratro di una nuova crisi

l re del Belgio, Filippo, è arrivato a Kinshasa martedì 7 giugno, per la sua prima visita ufficiale prevista e della durata di sei giorni. Lo spirito della visita nella Repubblica Democratica del Congo (Rdc) si è configurata nei parametri di riconciliazione con la sua ex colonia e nella commemorazione annuale dell’indipendenza (30 giugno 1960). Il Re era accompagnato dalla moglie Mathilde d’Udekem […]

Ucraina: la silenziosa “guerra dell’acqua”

La guerra in Ucraina ha ricordato, dopo circa un secolo, cosa vuol dire riorganizzare il Pianeta. Cento anni fa un Nuovo ordine mondiale era nato dal disfacimento di quattro Imperi: Zarista, Austro-ungarico, Germanico e Ottomano. Da quel momento, e anche sugli effetti del criminale patto segreto Sykes-Picot del 1916, gravi errori geostrategici, miopia o ignoranza socio-geografica, molti egoismi, frustrazioni nazionali, dittature, rivalse, nazionalismi, interessi hanno accompagnato l’umanità verso il Secondo conflitto […]

Olaf Scholz: tour in Africa sotto l’ombra della Russia

Come è noto, all’inizio del mese marzo, 17 Paesi africani si sono astenuti dal votare la risoluzione delle Nazioni Unite che condannava l’aggressione della Russia contro l’Ucraina. Tra questi il Sudafrica, un peso massimo nella diplomazia del Continente e il Senegal, che al momento occupa la presidenza di turno dell’Ua, l’Unione Africana. Pretoria e Dakar […]

Svolta storica: Svezia e Finlandia sull’uscio della Nato

Come scritto in un mio precedente articolo, l’escalation della Guerra in Ucraina ha due modalità di espansione. La prima è in verticale e concerne l’incremento dell’impiego di materiale bellico ad alta offensività, che si sta realizzando ampiamente. L’altra modalità riguarda l’espansione in orizzontale, che prevede l’allargamento ad altri Stati che si coalizzano, con forme più […]

Libia: i pesi massimi della politica per una riconciliazione nazionale

Dalla nefasta deposizione di Muammar Gheddafi, avvenuta nel 2011, e sulla scia della “Primavera araba” strategicamente sfruttata/coordinata dall’Occidente – Francia per prima – la Libia sta percorrendo una strada lastricata da paura, drammi, povertà, fazioni, morte e disperazione. Una nazione ricca di tutto, ma minata dalle divisioni tra le istituzioni dell’est e dell’ovest che lottano, […]

Guerra in Ucraina: la tomba del Diritto internazionale

Il Diritto internazionale viene pubblicizzato dalle diplomazie e dagli organi sopranazionali come un dogma. Infatti, l’appello a questi principi è utilizzato a scopo di “garanzia” assoluta sia per le nazioni che per le comunità. Allo stesso tempo, il Diritto internazionale ha valore fintanto che non viene chiamato in gioco: da quel momento, frequentemente, viene infranto […]

Guerra in Ucraina: una trappola “geopolitica” per l’Africa

La guerra in Ucraina sta rinfrescando, alla smemorata umanità, che anche un conflitto bellico non con caratteristiche “mondiali”, per ora, al quale partecipano, indirettamente o meno, potenze planetarie, può influire sul sistema economico globale in modo devastante. Questo braccio di ferro, con fulcro in Ucraina, tra Russia e Stati Uniti, ai quali si appoggia l’Occidente […]

Congo: guerre etniche all’ombra dell’oro

L’8 maggio nella Repubblica Democratica del Congo, uno degli Stati africani più stabili, circa settanta persone sono state uccise in una miniera d’oro malamente strutturata, ubicata nei pressi di un’area denominata “Camp Blanquette”. Tale sito si trova in una zona boschiva a circa otto chilometri dalla città di Mungwalu nel territorio di Djugu, nella provincia […]

error: Questo contenuto è protetto